Astronauta Clervoy: “La realtà degli UFO non viene affrontata nel verso giusto”;

Astronauta Clervoy
Dopo decenni di osservazioni e indagini da parte dei piloti, astronauti, alti ufficiali militari e ricercatori, la questione UFO rimane aperta più che mai. Secondo Clervoy, Astronauta francese dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) , l’esistenza degli UFO non è stata affrontata in modo corretto.
L’incursione di questi dispositivi non terrestri sono una realtà. Non è una questione di credere o non credere, questi fenomeni sono reali e fanno parte del nostro vivere quotidiano,” ha affermato l’astronauta francese in un documentario investigativo mandato in onda nell’estate del 2013 sul canale M6. 
Numerosi sono i fenomeni aerospaziali non identificati per i quali non vi è alcuna spiegazione che possa rientrare nei canoni dell’aeronautica per via delle caratteristiche di volo di questi dispositivi volanti non identificati.Non vi è alcun dubbio che tutto ciò rappresenta una sfida per le nostre attuali conoscenze“.
 L’astronauta francese continua: 
Quello che è interessante è che alcuni di questi fenomeni comprovati sono legati allo stesso modo ad alcune testimonianze rilasciate da persone che non necessariamente avrebbero dovuto conoscere alcuni fenomeni studiati da tempo dall’aeronautica con tutta la loro complessità. In modo particolare, alcuni di questi dispositivi sembrano avere molte cose in comune con l’aereo stealth per via della loro silenziosità e soprattutto per la loro agilità di volo, tutti particolari non conformi con gli attuali aerei civili e militari. Quindi dietro a tutto ciò si potrebbe nascondere una qualche forma di intelligenza anche se allo stato attuale non siamo ancora in grado di spiegare il fenomeno. Quindi, quale ipotesi formulare?
L’ipotesi extraterrestre. 
Chi pensa che siano soli nell’universo.sono sempre meno numerosi. Nell’universo visibile, ci sono tra i cento e duecento miliardi di galassie, in ogni galassia ci sono circa un centinaio di miliardi di stelle che a loro volta sono circondate da innumerevoli pianeti . La domanda e’; uanti pianeti potrebbero nascondersi nell’universo? La probabilità che uno di loro potrebbe essere simile alla Terra e ospitare delle forme di vita inevitabilmente suggerisce che in altre parti dell’universo potrebbero nascondersi altre creature .
Non dobbiamo evitare di credere che la vita potrebbe esistere altrove, anche se non necessariamente intelligente e accettare l’idea che veramente potremmo non essere gli unici abitanti di questo immenso e misterioso universo.
Jean-François Clervoy laureato presso l’Ecole Polytechnique, la Scuola Aerospaziale Nazionale  , distaccata nel 1983 dalla Delegazione generale per gli armamenti per conto del CNES  e dalla Agenzia spaziale europa dal 1992. 
Egli è anche uno dei pochi astronauti che al suo attivo ha tre missioni a bordo della navetta spaziale portate a termine nel 1994, 1997 e nel 1999 quando riparo’ il telescopio Hubble.
Notizie pubblicate in NEXUS # 89 (novembre-dicembre 2013).

49 Total Views 2 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati