Cerere: scoperto l’ingresso per un sotterraneo mondo alieno ?

The-mysterios-Poles-of-Dwarf-Planet-Ceres
The North (a sinistra) e del Sud (a destra) Poli di Cerere.
Sembra che il misterioso pianeta nano Cerere nasconda qualcosa di molto più misterioso oltre alle inspiegabili luci rilevate lo scorso anno dalla sonda orbitante Alba.
Cerere, uno dei più enigmatici pianeti del nostro sistema solare sembra riservare altre inquietanti sorprese. Tutto è cominciato con le strane macchie chiare individuate sulla sua superficie quando furono osservati dei strani punti luminosi che finora hanno solo stimolato la fantasia dei lettori e dei media di tutto il mondo. Le luci enigmatiche sono state interpetrate dagli ufologi come artificiali sorgenti luminose simili a quelle emesse dalle città sulla Terra viste dallo spazio. Se si confrontano le luci di Cerere con quelle sprigionate da una città della Terra, si può notare una certa stupefacente somiglianza . 
Ci troviamo di fronte a una città aliena?
Ciò nonostante l’illusione ottica può giocare dei brutti scherzi agli occhi di un inesperto. Anche se nessuno può escludere con certezza che su Cerere si possa nascondere una città aliena, si deve tenere presente che le strane anomalie rilevate sul pianeta nano potrebbero essere frutto di un’illusione ottica meglio conosciuta come Pareidolia .Poco dopo la scoperta delle luci su Cerere, un’altra strana anomalia e’ stata individuata sulla sua superficie.  
Un’enorme struttura piramidale è stata individuata recentemente in una vasta regione pianeggiante di Cerere. 
Ora, combinando le immagini scattate tra il mese di agosto e ottobre 2015 dal veicolo spaziale Dawn della NASA si è ottenuta la prima mappa ad alta risoluzione delle regioni polari la quale ha rivelato una superficie butterata con un gran numero di crateri di 20 km di diametro e una grande zona scura che ha creato sconcerto tra i ricercatori.
Secondo un articolo pubblicato sul sito web della NASA, “il Polo Sud di Cerere è parzialmente avvolto dall’oscurità, per via dell’ombra proiettata dal veicolo Alba che sta orbitando attorno al pianeta nano dallo scorso mese di marzo . 
Tuttavia, i due crateri rilevati in quella particolare regione, chiamati Atlas e Zaddeni possono essere chiaramente distinti nelle immagini disponibili sul sito ufficiale della NASA. 
L’ombra individuata al polo sud del pianeta nano farà sicuramente formulare una serie di teorie attraverso le quali spiegare ciò che è stato veramente osservato sul pianeta nano . 
La macchia scura potrebbe essere attribuita a un’apertura attraverso la quale accedere in un mondo alieno sotterraneo? 
L’esatto opposto di questa anomalia è stata individuata al Polo Nord di Cerere. 
Questa regione oltre ad essere molto ben illuminata è caratterizza da numerosi crateri molto importanti che circondano l’enorme montagna chiamata Ysolo mons. Le immagini utilizzate per ricreare i profili polari possono essere apprezzate con una maggiore risoluzione cliccando qui.
Le spettacolari immagini sono state scattate tra il 17 agosto e il 23 ottobre 2015, quando il veicolo spaziale Alba stava orbitando intorno al pianeta nano a soli 1,470 km dalla sua superficie. 
La mappatura dei poli di Cerere aiuterà la NASA a capire meglio la formazione di questi strani crateri oltre a servire come un quadro comparativo per le altre regioni del pianeta .Ecco perché Cerere ha vinto il titolo di uno degli oggetti più enigmatici e misteriosi del nostro sistema solare.Per ulteriori informazioni sulla missione Alba, visitare il sito http://dawn.jpl.nasa.gov
Fonte di riferimento:photojournal

19 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati