Che fine ha fatto il vortice interdimensionale del Golfo di Aden?

interdimensional vortex in the Gulf of Aden
La formazione di quello che e’ stato descritto come un vortice magnetico, materializzatosi nel Golfo di Aden (cfr. relazione datata 1 Dicembre 2010) e’ stata riportata in un rapporto delle Forze spaziali russe che in quel periodo è stato fatto circolare nelle stanze del Cremlino.

La relazione riferiva che uno dei loro satelliti “Kosmos-2469, aveva rilevato un a strana anomalia nel golfo di Aden.

Un strano rapporto preparato dall’ammiraglio della flotta del nord, Maksimov per il primo ministro Putin riportava la comparsa nel Golfo di Aden di un “misterioso vortice magnetico”.  All’epoca l’anomalia costrinse la Russia, Stati Uniti e Cina a unire le loro forze per determinare l’origine esatta del misterioso vortice. 
Il Golfo di Aden è una delle vie d’acqua più trafficate del mondo e si trova nel Mar Arabico tra lo Yemen, sulla costa meridionale della penisola arabica e la Somalia nel Corno d’Africa il cui canale è attraversato ogni anno da 21.000 navi .
Secondo il rapporto, gli scienziati statunitensi iniziarono a notare la “formazione” di questo vortice verso la fine del 2000, dopo che gli Stati Uniti stabilirono una base operativa sul Corno d’Africa. Gibuti, la capitale, è la città più grande della Repubblica di Gibuti. Dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001, Gibuti è diventata la sede del Joint Combined Task Force dislocata nel Corno d’Africa (CJTF-HOA), costituita da gruppo di lavoro congiunto sotto il comando statunitense in Africa.
Dopo essere rimasto “relativamente stabile” dalla sua scoperta avvenuta nel mese di novembre 2000, il vortice del Golfo di Aden iniziò ad ampliarsi verso la fine del 2008, costringendo gli Stati Uniti ad emettere un avviso speciale rivolto al mondo attraverso il quale veniva diffusa la notizia di questa misteriosa scoperta. In risposta a questo preoccupante annuncio, diverse nazioni si precipitarono con le loro forze navali nel settore ove si era materializzato il vortice unitamente alla Royal Australian Navy, la Marina belga, la Marina bulgara, canadese, e le forze navali della repubblicana popolare Cinese.
A queste forze si sono unite quelle Danesi della Royal Navy, Marina Francese, la Marina tedesca, la Marina greca, la Marina indiana, la marina militare della Repubblica Islamica dell’Iran, della Marina Militare Italiana, la marina giapponese, la marina della Repubblica di Corea (Corea del Sud), la Royal Malaysian Navy , la Royal Navy, la Marina dei Paesi Bassi, la marina del Pakistan, la marina portoghese, la Regia Marina Saudita, la Marina della Repubblica di Singapore, la marina spagnola, la marina svedese, la Royal Navy tailandese e infine la Marina Turca. La storia la conoscete tutti per cui chi volesse saperne di piu’ sui fatti sintetizzati in questo post vi rimando al seguente link dove viene spiegato meglio cio’ che e’ effettivamente accaduto quell’anno :

http: … //projectcamelot.org/lang/fr/aaron_mccollum_intervie
Fonte di riferimento:lepouvoirmondial.com

25 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati