Civiltà aliene potrebbero essere alla ricerca di altre creature intelligenti

universe

Un rapporto pubblicato dalla rivista Astrobiology e ripreso dall’express.co.uk afferma che gli scienziati dovrebbero affinare le loro ricerche in quei particolari quadranti del nostro sistema solare che non possiamo vedere ma dove potrebbero nascondersi dei potenziali alieni dotati di una tecnologia talmente avanzata da permette loro di rilevare la nostra fastidiosa presenza.
Gli astrofisici René Heller e Ralph Pudritz affermano che le civiltà aliene potrebbero essere intenzionate a cercare altri esseri intelligenti considerati allo stesso modo nel momento in cui consideriamo extraterrestri gli abitanti di altri esopianeti che potrebbero essere rilevati attraverso le loro ombre nel momento in cui transitano di fronte alla loro stella ospite offuscandone la luminosità .
I due astrofici affermano che allo stesso modo, il nostro pianeta potrebbe essere rilevato da invisibili osservatori alieni attraverso l’attenuazione della luminosità del nostro Sole che ne permetterebbe il rilevamento della nostra presenza.
Come conseguenza ultima, anche se la nostra specie ha ritenuto opportuno non trasmettere altri segnali radio nell’universo per timore di incorrere in un contatto interstellare, non è da escludersi che altri osservatori potrebbero nascondersi in una particolare zona del nostro sistema solare di cui ancora non ne conosciamo l’esistenza . Lo studio ha rivelato la presenza di circa 100.000 stelle che a loro volta potrebbero essere circondate da pianeti potenzialmente abitabili sui quali si sarebbero sviluppate civiltà in grado di monitorare l’ombra della Terra davanti al Sole e di identificarla come un pianeta abitabile.
Gli astrofici aggiungono che qualora questi pianeti fossero abitati da osservatori intelligenti, allora non è da escludersi che abbiano potuto identificare la nostra Terra come un mondo abitato da esseri viventi in grado di ricevere e decodificare i loro segnali. Inoltre, il transito della Terra davanti alla nostra stella permetterebbe a queste civiltà di monitorare e ascoltare le nostre trasmissioni radio che potrebbero essere considerate come un sonoro biglietto da visita spedito dalla Terra.

96 Total Views 2 Views Today

I commenti sono chiusi.