“Die Glocke”; un mito destinato a cadere come gli Dei del Wallhalla

Die-Glocke_thumb[1]

Chi di voi non ha sentito parlare della famigerata campana nazista che avrebbe dovuto rappresentare l’ultima e definitiva arma segreta del Terzo Reich attraverso la quale infliggere un duro colpo alla coalizione alleata e di conseguenza capovolgere le sorti di un conflitto giunto ormai al suo apogeo?
Nonostante ciò, questo mito teutonico, fatto trapelare intenzionalmente dai servizi segreti alleati continua a tormentare il sonno degli internauti pacifisti che la sera prima di coricarsi a letto hanno la cattiva abitudine di rivolgere il loro sguardo preoccupato verso il cielo notturno temendo di veder svolazzare sulle loro teste qualche “campana volante” proveniente da una dimensione peggiore della nostra. Molto si è detto sugli esperimenti condotti in gran segreto all’interno di sotterranei laboratori top-secret allestiti dalla Germania nazista che si prefiggeva di sconfiggere il nemico attraverso quei rudimenti carpiti coattivamente da chissà quale tecnologia aliena attraverso i quali creare una nuova generazione di armi estremamente distruttive. E ‘del tutto possibile che l’avvistamento UFO verificatosi nella città statunitense di Kecksburg, Stati Uniti il 9 Dicembre 1969 può essere collegato in qualche modo con queste avanzare tecnologie su cui stavano lavorando i nazisti . Alla fine del mese di aprile 1945, i nazisti avevano in programma una serie di raid aerei sopra le città di Mosca, Londra e New York dopo che nel mese di dicembre 1944 la “miracolosa arma” riusci’ a superare alcuni test in prossimità di Breslavia . In quell’occasione un gruppo di scienziati fu trasferito all’interno di alcuni laboratori sotterranei che si estendevano su una superficie di 10 chilometri quadrati includendo anche la miniera di San Venceslao.  La leggenda della campana nazista iniziò a circolare alla fine della guerra quando la Germania fu accusata di aver fatto ricorso ad alcune tecnologie extraterrestri. L’ossessione del Terzo Reich per l’esoterico e l’occulto è noto a tutti, quindi non è troppo difficile immaginare come una strana dottrina pseudo-religiosa potrebbe aver fatto precipitare il paese in un abisso di pettegolezzi e dicerie sugli UFO, alieni e altri fenomeni paranormali.Il dispositivo, che deve il nome alla sua somiglianza a una comune campana si avvaleva di una misteriosa sostanza chiamata “Kserum 525”. Era altamente radioattiva da richiedere uno spesso strato di piombo che avrebbe dovuto rivestire la parte esterna del dispositivo. Secondo alcune indiscrezioni, i nazisti erano riusciti a far funzionare la “campana” la quale rilasciò una gran quantità di energia i cui terribili effetti collaterali provocarono la morte di un certo numero di scienziati tedeschi . In quel periodo la Germania nazista stava lavorando su una serie di progetti top-secret che miravano tutti a capovolgere le sorti del conflitto. Uno in particolare, fu chiamato il «Wunderwaffe» un’arma miracolosa conosciuta anche come la campana nazista o “Die Glocke”.  Il dispositivo sarebbe riuscito a violare le teorie anti-gravità, che erano molto popolari in quel particolare periodo della storia, alimentando le speranze del Fuhrer di creare una nuova “super arma” destinata a portare a termine la soluzione finale. Die Glocke è descritta come un’enorme campana costituita di un metallo particolarmente solido, di circa 3 m di larghezza e un’altezza di circa 4,5 m. Tale dispositivo comprendeva due cilindri di piombo rotanti in direzioni opposte, entrambi riempiti con una sostanza sconosciuta chiamata dagli scienziati di allora come Xerum 525

1017 Total Views 1 Views Today
(Visited 6 times, 1 visits today)
Con le parole chiave , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati