Enormi crateri sottomarini scoperti sul fondale di un lago svizzero

Massive Craters Found on Swiss Lakebed
Alcuni scienziati riferiscono di aver scoperto accidentalmente quattro giganteschi crateri sul fondale di un lago poco distante dalle montagne del Giura (nelle Alpi Svizzere).
Il meteorologo Alex Wilson afferma che la scoperta di quattro misteriosi crateri che ricordano vagamente dei “crop circle”,  sono stati individuati accidentantalmente sui fondali limacciosi del lago di di Neuchâtel da un gruppo di ricerca che stava studiando il fondale lacustre al fine di rilevare tracce di antiche attivita’ sismiche rilevando la presenza di enormi fori circolari, alcuni dei quali avevano un diametro di  almeno 500 piedi .
I crateri erano così interessanti che abbiamo voluto dare un’occhiata più da vicino,”ha dichiarato in un comunicato stampa Anna Reusch, una studentessa presso il Politecnico di Zurigo. Anna Reusch e il suo team ritengono che questi crateri possono essere collegati a delle sorgenti sottomarine eruttate sul fondale del lago, l’ultima delle potrebbe essere avvenuta circa 1.600 anni fa, attraverso il sedimento che caratterizza quel particolare tipo di fondale.
Gli scienziati hanno scoperto che l’acqua che adiacente uno dei “crateri” e’ più calda di 5 gradi rispetto a quella riscontrata nelle acque circostanti,soprattutto quelle che scorrono direttamente sopra una grande faglia.
Gli scienziati si sono subito adoperati affinché i misteriosi crateri venissero studiati in modo da ricostruire gli antichi avvenimenti geologici della regione . 
Grandi fori simili sono stati scoperti anche in Siberia , per cui gli scienziati sono convinti che la loro origine potrebbe essere attribuita allo scioglimento del permafrost sotterraneo  che avrebbe rilasciato del gas metano precedentemente intrappolato nel suo interno, provocando idi conseguenza una forte esplosione al di sotto della superficie del lago. 
Gli scienziati russi sono preoccupati perche’ temono che queste esplosioni possano diventare sempre più comuni per via del surriscaldamento del pianeta,anche se non associano le voragini apparse in Siberia con i crateri rilevati sotto il lago di Neuchâtel.
Fonte di riferimento:weather.com
15 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati