Forti venti rivelano nuovi geoglifi a Nazca

Una veduta aerea del famoso  colibrì .
Immagine di CC BY-SA 3.0 Martin St-Amant

Le linee che formano la forma di una lama e di un serpente sono state scoperte grazie alle recenti tempeste di sabbia che si sono abbattute in Perù.

Situati nel deserto di Nazca, i vasti e antichi geoglifi delle Linee di Nazca sono generalmente considerati come una delle più importanti scoperte archeologiche della storia.
Pensato risalire al 650 dC, le raffigurazioni che si pensa avere un significato religioso, possono essere visualizzate correttamente solo dall’alto e includono immagini di ragni, scimmie, lucertole e molti altri animali.Ora l’eredità dell’antico popolo di Nazca è stata ampliata ulteriormente anche grazie alla scoperta di numerosi nuovi geoglifi che sono stati scoperti a causa di forti venti che hanno soffiato via la sabbia.Le linee che sembrano avere la forma di un serpente e una lama sono state avvistate dal pilota Eduardo Herrán Gómez de la Torre mentre stava sorvolando la regione.
Fonte: Daily Mail

19 Total Views 1 Views Today
Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati