Gli autentici dischi volanti di Rex Heflin

rex heflin

La scienza ufficiale ha sempre cercato di evitare un confronto diretto attraverso il quale spiegare una volta per tutte la vera origine di alcune insolite manifestazioni aeree per niente riconducibili ai consueti fenomeni naturali che sono soliti verificarsi nei nostri cieli e che possono essere facilmente spiegati. 

rex heflin(2)

Nonostante l’apparente indifferenza delle autorità su ciò che sta realmente sta accadendo nei nostri cielo, alcune agenzie internazionali stanno prendendo veramente sul serio il fenomeno al punto da creare gruppi di ricerca privati ai quali delegare l’arduo compito di fornire delle risposte ai sempre più frequenti avvistamenti UFO .  Alcuni ricercatori indipendenti hanno espresso forti dubbi sulle affrettate conclusioni offerte dagli scettici, opponendosi radicalmente alle loro teorie secondo le quali gli oggetti volanti non identificati altro non sono che dei velivoli top-secret in fase di sviluppo o degli artefatti terrestri come palloni sonda e droni. Addirittura, alcuni hanno suggerito che tali dispositivi potrebbero essere dei marchingegni provenienti dal futuro, una teoria alquanto azzardata alla luce delle nostre attuali conoscenze.
Nel 1965, Rex Heflin riusci’ a scattare una serie di foto di strani oggetti volanti non identificati, tutti simili tra loro per l’insolita forma discoidale e l’aspetto solido. In un documentario, Bill Burnes cerco’ di fornire delle spiegazioni su quanto immortalato dal fotografo Rex Heflin .
“E’ vero che queste foto mostrano tutte un impressionante dispositivo volante dall’aspetto metallico molto simile a un piatto capovolto sormontato da una sorta di cupola. Le immagini sono in bianco e nero, quindi è difficile stabilire di quale colore fosse il dispositivo”.
L’immagine all’inizio del post è stata scattata da Rex Heflin nella località di Santa Ana mentre si accingeva a controllare le condizioni del manto stradale.
Successivamente, queste immagini divennero famose soprattutto nel mondo dell’ufologia. La cosa preoccupante è che il Norad fece sparire gli originali di cui si sono perse definitivamente le tracce. A quel tempo, James McDonald cercò di studiare il caso che fu resocontato in una serie di rapporti.
Poco dopo, l’esercito annunciò che l’UFO immortalato da Rex Heflin era un’autentica bufala visto che risultò difficile analizzare l’originale perché le foto che circolavano all’epoca erano solo delle copie. E ‘stato solo molto più tardi che Rex Heflin riuscì a recuperare quelle sconcertanti immagini.
Egli spiega di aver ricevuto una telefonata attraverso la quale gli veniva chiesto di controllare la sua casella postale dove qualcuno aveva inserito tre fotografie. Bill Burnes riuscì ad ottenere alcune copie di queste foto che condivise subito con altri ricercatori affinché le potessero analizzare.
In ogni modo, Bill Burnes prese per autentiche le dichiarazioni di Rex Heflin pur sapendo che l’uomo era morto nel 2005. Con il suo team, egli condusse diversi esperimenti attraverso i quali far emergere la verità su questo caso. Una volta concluse tutte le analisi, Bill Burnes giunse alla conclusione che le foto di Rex Heflin erano autentiche per cui appariva evidente che le Autorità di allora tentarono di far scomparire le foto, cosa che fortunatamente non avvenne.

73 Total Views 1 Views Today
(Visited 1 times, 1 visits today)
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati