Gli UFO avvistati nel Giappone medievale

UFO in Giappone medievale
Gli UFO erano nel Giappone medievale, apparentemente così banali che spesso hanno avuto un diretto impatto emotivo sulla vita delle persone di quell’epoca. 

Ribellioni, insurrezioni, e tutti i tipi di disagi sociali spesso si sono verificati per via della comparsa di strani fenomeni celesti, che oggi gli scettici gli spiegherebbero come miraggi o rare anomalie atmosferiche . 
Un’intensa attività UFO nella storia del Giappone è stata riportata alla fine del Medio Evo – tra il XII e XIV secolo. 
Secondo gli storici, questi sono stati tempi particolarmente difficili nella vita del Giappone, quando il potere passò gradualmente alla casta dei samurai, e i governanti del paese erano tutti dei generali (shogun). 
In genere si ritiene che il termine “disco volante” sia stato coniato per la prima volta negli Stati Uniti e precisamente nel 1947 quando un uomo d’affari americano Kenneth Arnold vide tra le Montagne Rocciose un intero squadrone di strani oggetti volanti che assomigliavano a dei piatti rovesciati.
Tuttavia, nel gennaio 1878 un allevatore del Texas ha descritto per la prima volta un oggetto volante scuro simile a un “grande piatto” per cui appare evidente, che il diritto di priorità per quanto riguarda il termine appartiene a lui.
Tuttavia, una delle antiche cronache giapponesi riferisce che il 27 Ottobre 1180 un insolito oggetto luminoso simile a una “ciotola di argilla”, ha attraversato il cielo di mezzanotte. L’oggetto volante era apparso tra le montagne della provincia mentre si muoveva in direzione della Montagna sacra di Fukuhara, situata a nord-est per poi cambiare direzione verso sud scomparendo dalla vista e lasciando dietro di sé una scia molto luminosa.
Naturalmente, la “ciotola d’argilla” – non era esattamente un piatto capovolto, anche se le prime testimonianze UFO appartengono chiaramente ai giapponesi, per cui ad essi andrebbe il merito per aver descritto in modo approssimativo un “disco volante”.
Tuttavia molti articoli di strani oggetti volanti sono stati scritti non solo negli Stati Uniti, ma anche in Giappone.
Secondo l’ufologo Jacques Vallée, molti sono i casi in cui i fenomeni celesti hanno giocato un ruolo importante nella vita del Giappone medievale. 
Come nel 12 settembre 1271, quando sulla testa del famoso prete Nichiren è apparso un oggetto luminoso le cui dimensioni ricordavano quelle della luna piena. 
“il 3 agosto 989 , in un periodo di grande disagio sociale, sono stati visti tre oggetti rotondi estremamente luminosi.”
“Il 2 Gennaio 1458 nel cielo e’ stato osservato un oggetto luminoso come una luna piena.”
La sera del 3 gennaio 1569, nel cielo e’ apparsa una Stella Fiammeggiante che è stata percepita come un segno di grande cambiamento, annunciando la caduta della dinastia Chu. 
Tali fenomeni si sono protratti nei secoli XVII e XVIII.
Ad esempio, nel mese di maggio 1606 quando su Kyoto sono state osservate delle palle di fuoco, e una notte, molti samurai hanno visto una rossa palla di fuoco simile a una ruota circolare che sembrava aleggiare sul Castello Nijo.
Il 2 gennaio 1749 tutto il Giappone rimase sconcertato quando apparvero tre oggetti luminosi “come la luna” che furono osservati per quattro giorni consecutivi. 
L’eccitazione nella comunità crebbe a tal punto per via della comparsa di misteriosi oggetti celesti che il governo decise di giustiziare i facinorosi più zelanti. 
Ma quando la gente vide nel cielo le tre “lune”, tutte allineate in fila, e dopo pochi giorni – due “soli”, la confusione si diffuse in tutto il Giappone. Se erano autentici UFO o insoliti fenomeni atmosferici rimane tutt’ora un mistero.
15 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati