I misteri dell’aviazione civile; cosa hanno visto i piloti del volo JAL 1628?

JAL 1628

Il 17 novembre 1986 il volo JAL1628 era diretto a Anchorage per fare rifornimento a bordo del quale era stipato un carico di vino che doveva essere consegnato urgentemente al terminal per lo smistamento delle merci in modo da consentire al cargo di proseguire il volo. (forse quello che hanno visto i piloti e’ stato colpa dei fumi dell’alcool?).

Inizialmente tutto sembrava svolgersi senza intoppi. Nonostante fosse notte e il cielo abbastanza chiaro e tranquillo fino a quando il capitano non vede una sorta di luce particolarmente anomala pulsare all’orizzonte come se provenisse da un velivolo di enormi proporzioni che non avrebbe dovuto trovarsi a quella quota e soprattutto intralciare la rotta dell’aereo cargo giapponese.
Il comandante nel timore di impattare contro la misteriosa luce decide di effettuare delle manovre evasive che seppur brusche non hanno consentito all’aereo di eludere le manovre dell’enorme oggetto che dopo essere scomparso per la seconda il comandante e’ stato costretto a mettersi in contatto con la torre di controllo per accertarsi che non ci fossero altri velivoli in volo a quella quota. Inspiegabilmente l’oggetto sembrava essere invisibile ai radar di terra ma solo da quello montato sul pannello degli strumenti dell’aeromobile. Improvvisamente la luce è diventata molto intensa, così intensa da abbaglare il cielo circostante. Secondo i tracciati radar l’oggetto volante non identificato si era avvicinato pericolosamente all’aereo consentendo ai piloti terrorizzati di distinguerne la forma e le dimensioni simili a quelle di una portaerei illuminata da molteplici luci. Nell’avvicinarsi all’aereo il velivolo non convenzionale ne avrebbe condizionato la manovrabilità per via di una violenta turbolenza provocata dalle sue dimensioni il quale sembrava seguire una rotta parallela a quella del cargo. L’aereo e l’equipaggio erano stati forse minacciati? 
Da che cosa? Il comandante dopo aver chiesto alla torre di controllo di cambiare quota, si è accorto con grande stupore che la comunicazione era andata in OFF visto che non è riuscito a mettersi in contatto con gli operatori. 
Dopo che l’aereo è sceso di quota, il misterioso e invasivo UFO sembrava intenzionato a non dargli tregua visto che continuava a seguirlo a breve distanza. Dopo qualche minuto di tregua, l’attività di disturbo da parte dell’UFO era tornata più forte che mai. Infine, dopo essere atterrati gli uomini a bordo del cargo sono stati invitati a riferire in modo dettagliato la loro esperienza vissuta nel cielo Nordamericano. Il loro rapporto è stato confermato anche dai dati radar di terra, dal momento che un riflesso di notevoli dimensioni era apparso su alcune di queste apparecchiature. 
All’epoca si erano sostenute delle teorie tra le più strampalate sulla vicenda nel tentativo di spiegare l’accaduto che avrebbe visto l’equipaggio dell’aereo competere con una tecnologia non terrestre. Che cosa è successo veramente quella notte? Molti teorici della cospirazione sperano ancora di ottenere delle risposte e la verita’ su quanto accaduto, cose impossibili da realizzarsi, secondo il mio punto di vista.
Fonte di riferimento:mystere-tv
© Fonte Video: La vérité est ailleurs
21 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Una reazione a I misteri dell’aviazione civile; cosa hanno visto i piloti del volo JAL 1628?

  1. Anonimo ha scritto:

    Mooolto evidentemente esiste un legame tra Anchorage il lago di Brugneto e la base aliena di Varzi. Qui gli alieni sono di casa, rarà mica per il famoso salame ??