Il mistero del Triangolo delle Bermuda si nasconde nello spazio

Bermuda triangle in space
Conosciuto anche come il “Triangolo del Diavolo”, il Triangolo delle Bermuda è localizzato in un’immaginaria regione localizzata nella parte occidentale del Nord Atlantico, definita approssimativamente da tre punti immaginari localizzati tra le Bermuda, Florida e Portorico. 

Il leggendario triangolo che si estende in un’area di mille miglia non esiste nelle carte di navigazione della US Navy visto che non viene riconosciuto dal Consiglio degli Stati Uniti come un’area geografica. Questo misterioso luogo è intriso di storie e resoconti incredibili che rasentano il soprannaturali e l’ultraterreno. 
L’immaginario triangolo maledetto rappresenta forse la prova di un’attività extraterrestre sul nostro pianeta?
Una cosa è certa, nel secolo scorso, il Triangolo delle Bermuda è diventato famoso per l’inspiegabile e improvvisa scomparsa di numerosi aerei apparentemente svaniti nel nulla insieme a centinaia di vite.
Ora, un progetto scientifico condotto da alcuni esperti italiani vuole spiegare il mistero che si nasconde dietro questa sinistra zona. Secondo loro, la vera causa delle anomalie che si verificano all’interno di questa area deve essere ricercata nello spazio esterno.  
Il team di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Astrofisica di Bologna, in Italia, guidato dallo specialista Riccardo Campana è intenzionato a monitorare e misurare regolarmente questa particolare regione dell’oceano Atlantico.
A detta di molti il ​​Triangolo delle Bermuda rappresenta una delle più grandi zone anomale del nostro pianeta, visto che la maggior parte della gente è convinta che il Triangolo delle Bermuda deve essere correlato esclusivamente con quel tratto di mare. Solo poche persone sanno che questa anomala zona si estende per centinaia di chilometri verso lo spazio esterno.
Anche gli astronauti, cosmonauti e piloti russi hanno parlato di strane anomalie verificatesi all’interno del Triangolo delle Bermuda.   I testimoni, nel riferire di aver osservato strani lampi di luce apparsi improvvisamente mentre sorvolavano la zona hanno fatto notare che gli strumenti elettronici sembravano accusare degli inspiegabili malfunzionamenti.
Le misurazioni satellitari precedenti hanno dimostrato che la cintura di Van Allen all’interno della magnetosfera terrestre trattenute dal campo magnetico terrestre per effetto della forza di Lorentz corrisponde con la radiazione interna della Terra caratterizzata da uno strato di energetiche particelle cariche rilevate in prossimità della superficie del nostro pianeta proprio sopra la regione del Triangolo delle Bermuda.  Gli scienziati ipotizzano che la variazione della fascia di Van Allen e la sua vicinanza con questa area potrebbe portare alla comparsa di fenomeni elettromagnetici riconducibili alle numerose scomparse di navi e aerei a seguito di misteriosi fenomeni meteorologici.
Alcuni ricercatori ritengono che la zona anomala non è statica, ma tende a muoversi verso il Golfo del Messico.
Fonte di riferimento:ancient-code

23 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati