Il mistero dello schianto dell’aereo russo A321

'incidente aereo A321
I rappresentanti del Comitato internazionale per l’aviazione e l’Agenzia federale per il trasporto aereo russo hanno convenuto che lo schianto dell’obsoleto aereo appartenente alla compagnia aerea”Kogalymavia” potrebbe essere stato provocato da un’improvvisa depressurizzazione avvenuta mentre il 31 ottobre 2015 il velivolo stava sorvolando il pericoloso spazio aereo sovrastante la regione del Sinai diventata un teatro di guerra che attualmente vede contrapposte le truppe egiziane e alcuni gruppi di terroristi appartenenti all’autoproclamato Stato dell’ISIS.

Secondo un comunicato stampa emesso dall’agenzia stampa RIA Novosti, l’aereo si sarebbe spezzato in due prima di precipitare disintegrandosi in un’area di circa 20 Km, quadrati. 
A sua volta, il capo della Federal Air Transport Agency, Alexander Neradko ha riferito al canale televisivo “Russia 24”, che i rottami sono sparsi in un’area molto vasta il che fa prefigurare un’avvenuta esplosione in volo. 
Questa pericolosa zona è caratterizzata da una striscia di terra lunga circa 8 km e larga 4 km.
Secondo Alexander Neradkola struttura del velivolo sarebbe collassata ad alta quota per cui l’ipotesi dell’avaria tende a perdere di credibilita’ con il passsare delle ore.
Fonte di riferimento:mk.ru
23 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati