Il “Triangolo maledetto” dell’Alaska; un Gateway per altre dimensionii?

triangolo-delle-bermuda-anomalie-oceano-
Una serie di misteriose sparizioni si sono verificate lungo la costa occidentale dell’Alaska, non lontano dalla Stretto di Bering. Nel 2005, l’FBI ha indagato su circa 20 casi di nativi americani scomparsi inspiegabilmente nel nulla. 
Ufficialmente, i corpi che avrebbero dovuto appartenere alle persone scomparse non furono mai ritrovati, anche se alcuni giornalisti locali riferiscono che sono centinaia le persone che sono svanite nel nulla negli ultimi 10 anni.
Anche la CNN e altri media nazionali e internazionali hanno pubblicato diversi articoli relativi alle misteriose scomparse che fanno tornare in mente la leggenda che circola sul Triangolo delle Bermuda. L’FBI ritiene che le misteriose sparizioni potrebbero essere attribuite all’ipotermia provocata dalle temperature estremamente basse e all’alcol, anche se i residenti affermano di”sentire le grida delle persone scomparse, un fenomeno acustico che  continua tutt’ora.
Cosa sta accadendo nel Triangolo dell’Alaska?
Questo dipende da come viene formulata la domanda visto che a molti potrebbe risultare difficile accettare le teoria che va dal soprannaturale a un fenomeno naturale  facilmente spiegabile scientificamente.
Da tempo immemorabile, la regione è stata associata con gli spiriti maligni, secondo la tradizione dei nativi Tlingit, dove un’entità demoniaca nota come Kushtaka cambia forma per attirare tutti coloro che hanno avuto la sfortuna di smarrirsi in quelle lande selvagge.
Un’altra teoria è che il Triangolo dell’Alaska si trova in un’area sottoposta ai cosiddetti “vortici energetici” una teoria postulata dal ricercatore e criptozoologo americano Ivan T. Sanderson , il quale ha affermato che in quella zona sono state rilevate alcune anomalie elettromagnetiche, come vortici di energia, chiamati anche ley lines.

Naturalmente, il più famoso vortice di energia presente sulla Terra è il famigerato Triangolo delle Bermuda, anche se analoghi fenomeni sono stati segnalati in altri luoghi come in prossimita’ dei megaliti in Algeria, Valle dell’Indo, il vulcano Hamakulia nelle Hawaii, il “Triangolo del Diavolo” vicino al Giappone e in altre zone perse nelle sconfinate distese ghiacciate dell’Antartide. 

Oltre alla famosa Stonehenge, Isola di Pasqua, e le piramidi d’Egitto questi misteriosi vortici di energia si manifesterebbero anche in altri luoghi remoti della Siberia e Australia. 
Secondo gli esperti, questi vortici di energia creerebbero una moltitudine di fenomeni particolarmente bizzarri in grado di interferire con l’uomo in modi diversi, fisicamente, mentalmente,  ed emotivamente, oltre a provocare delle allucinazioni, il disorientamento, confusione e aumentare le capacità psichiche della sfortunata vittima .
Le teorie preferite dai sostenitori dell’esistenza dei vortici energetici è che essi sono in realtà dei portali che permettono l’accesso a dimensioni spirituali o gateway verso altri regni.
Questa teoria potrebbe spiegare le misteriose sparizioni di persone, navi o aeromobili?
Ancora più sorprendente è che queste teorie che vanno oltre la scienza convenzionale sono sostenute dai membri delle squadre di soccorso, che riferiscono di aver percepito delle sensazioni strane, allucinanti ronzii come se si trattasse di uno sciame di api arrabbiate.
La teoria degli scettiici
Né possiamo ignorare la teoria degli scettici o la teoria ufficiale, in cui si afferma che le sparizioni sono dovute a una ragione completamente diversa e non alla presenza di vortici energetici. Statisticamente, l’Alaska ha il più alto record di sparizioni rispetto al resto degli Stati Uniti e il maggior numero di persone scomparse e mai ritrovate. 

Le ragioni di tutto questo è che l’Alaska è caratterizzata da vaste distese di aree particolarmente remote.
Inoltrarsi in questo duro paesaggio si va incontro a una moltitudine di rischi, per via del terreno accidentato, animali selvatici e rischi geologici oltre ai suoi 100 vulcani attivi.
Considerati i molti rischi a cui si potrebbe andare incontro, e al fatto che molti turisti di solito non sono preparati per le situazioni estreme, non è una sorpresa che molte persone continuano a perdersi in mezzo al nulla, senza alcuna possibilità di fare ritorno alla civiltà.
Ma ciò che nessuno può spiegare è:
perché tutte queste sparizioni misteriose si sono concentrate nel Triangolo dell’Alaska?
Come può questa maestosa bellezza della natura incontaminata “ingoiare” così tante persone senza che lascino delle tracce dietro di loro? E ‘chiaro che le misteriose sparizioni nel Triangolo dell’Alaska possono essere il risultato di fenomeni inspiegabili come strani vortici di energia, o di antichi spiriti maligni.
Ma ciò che è certo è che le uniche persone che conoscono il mistero sono quelle persone che non sono mai tornate tra noi per raccontare la loro storia.

Fonte di riferimento:unexplained-mysteries.com
31 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati