La Terra Proibita di Agartha

Nel 1943, il Grande Ammiraglio della Marina Karl Doenitz ha dichiarato che la flotta sottomarina tedesca aveva “costruito per il Führer una fortezza inespugnabile all’altro capo del mondo,” nella regione della Terra della regina Maude in Antartide, più tardi rinominata Neuschwabenland.

Secondo gli archivi navali tedeschi, due mesi dopo la Germania si arrese agli alleati,precisamente nel mese di aprile 1945.A seguito di questi eventi il sottomarino tedesco U-530 lascio’ il porto di Kiel la cui destinazione finale era l’Antartide. 
Una volta che il sottomarino arrivò al Polo Sud,ai 16 membri dell’equipaggio fu ordinato di costruire una grotta di ghiaccio nella regione di Neuschwabenland.Quando l’U-boat tedesco entrò nel porto argentino di Mar-del-Plata il comandante si arrese alle autorità.
Nel mese di agosto 1945, un mese e sette giorni dopo la resa dell’U-530, un altro sottomarino, l’U-977 entrò nelle acque del Mar-del-Plata consegnandosi alle autorità .Nel mese di agosto 1945, un mese e sette giorni dopo la resa di U-530, U-977 anche entrò nelle acque del Mar-del-Plata e si arrese alle autorità. Nel mese di agosto 1945, un mese e sette giorni dopo la resa di U-530, U-977 anche entrò nelle acque del Mar-del-Plata e si arrese alle autorità. Nel 1946, iniziava l’Operazione Highjump come parte del progetto dell’ US Naval Antartica , organizzato dal Segretario della Marina James Forrestal. 
La task force era composta da oltre 40 navi, tra cui due navi classe destroyer,la portaerei USS Philippine Sea, e un certo numero di aerei dotati di un trimetricon (una macchina fotografica per lo spionaggio segreto), un magnetometro (per registrare eventuali anomalie magnetiche) , e gli strumenti sviluppati per assistere al volo degli aerei (JATO), che hanno contribuito a farli decollare da piste corte come quelle delle portaerei o dalla superfice ghiacciata dell’antartide. 
È stato a lungo ipotizzato dai ricercatori che la storia della mappatura della calotta ghiacciata eseguita dalla Marina non era altro che una copertura per nascondere e proteggere il vero scopo della missione. 
Forse i militari americani cercavano la base nazista che si nascondeva in profondita’ sotto il ghiaccio (Base-211), presso la quale si credeva che venissero immagazzinati i dischi volanti tedeschi Vril conosciuti come prototipi di astronavi alimentate tramite il mercurio . 
“Il progetto necessario per gli Stati Uniti avrebbe permesso di intraprendere azioni difensive contro i combattenti nemici provenienti dalle regioni polari.” 
Forse si riferivano agli aeromobili Sovietici o alla Luftwaffe nazista che avrebbe potuto attaccare gli Stati dall’Antartide? Questa storia non e’ stata mai chiarita per cui siamo costretti a considerarla solo una leggenda . 
Fonte di riferimento

17 Total Views 1 Views Today
Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati