Le foreste dell’Amazzonia abitate da una razza di giganti

razza di giganti

Gli scheletri appartenenti a persone estremamente alte (da 213 a 243 centimetri) sono stati scoperti sulle rive del Rio delle Amazzoni in Ecuador e in Perù. Attualmente, secondo il capo del gruppo di ricerca, l’antropologo britannico Russell Dement, questi resti sono attualmente oggetto di studio da parte di alcuni esperti in Germania.
Questi scheletri dimostrano che centinaia di anni fa le foreste dell’Amazzonia erano abitate da una razza di giganti? 
Nel 2013, un team di ricercatori ha segnalato la scoperta di almeno cinque insoliti scheletri risalenti tra il 1400 e metà del 1500.  Lo scheletro più alto misura 243 centimetri. “Siamo ancora agli inizi della nostra ricerca, e ad oggi non abbiamo idea su quali potranno essere i nostri risultati” ha affermato il ricercatore Dement.  “Non voglio fare dichiarazioni premature, perché il lavoro è ancora in pieno svolgimento. Solo esaminando questi scheletri dalle dimensioni inusuali possiamo trovare una spiegazione antropologica o medica. ” 
Alla fine del 2013 Dement ha ottenuto alcune informazioni aggiuntive relative a uno scheletro gigante, scoperto im una zona abitata da una tribù Shuar. 
I resti umani che si trovano a circa 112 km da Cuenca (Ecuador) hanno attirato l’attenzione del ricercatore il quale è riuscito a individuare la gabbia toracica e il cranio di una donna i cui resti sono venuti in superficie dopo le ultime pesanti inondazioni. L’età dei resti, secondo gli esperti, è di circa 600 anni. 
Le altre parti dello scheletro hanno permesso di calcolare la crescita delle donne la cui statura massima e’ stata misurata in 2,23 m.
Dopo questa prima scoperta è stata formata una squadra di ricercatori della Libera Università di Berlino che avvalendosi di alcune macchine escavatrici, hanno aiutato la gente del posto a disseppellire i resti umani.
Gli scheletri che abbiamo scoperto, non mostrano segni di un’anomala crescita dovuta a problemi ormonali, che di solito sono legati ad una crescita insolitamente elevata. Le articolazioni degli scheletri, senza eccezioni, sembrano indicare che queste persone godevano di ottima saluteUna delle donne, sarebbe morta all’età di circa 60 anni un particolare anomalo visto che nei casi di gigantismo le persone tendono a morire molto prima del raggiungimento di quell’età “. 
Tra le altre cose, i corpi erano avvolti in ampie foglie di palma e ricoperti da uno spesso strato di argilla che avrebbe permesso agli scheletri di rimanere ben conservati e protetti dall’intemperie .

Fonte: http://mixstuff.ru

31 Total Views 1 Views Today
Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati