L’incidente Ufo di Rendlesham: cosa c’entrano i Men in Black?

Men-Black

I misteriosi “Men in Black” descritti da Brenda Butler
Brenda Butler, che ogni settimana è solita introdursi all’interno della foresta di Rendlesham nel Suffolk , nella speranza di raccogliere prove di visite aliene, ha sostenuto che insieme a due collaboratori e’ stata braccata da alcuni funzionari del MoD e dalla polizia che avevano cercato di impedire il loro accesso all’area dove aleggia ancora la leggenda del famoso avvistamento Ufo.
Brenda Butler durante la conferenza 
Parlando ad una conferenza sugli UFO in occasione dei 35 anni trascorsi dal misterioso incidente di Rendlesham avvenuto nel 1980 in prossimità di una base RAF , ha affermato che il Ministero della Difesa aveva cercato di costringerla a firmare un contratto che la vincolava a non divulgare i risultati ottenuti dalla sua ricerca.
La protagonista di questa storia che ricorda qualche sceneggiatura di X-files afferma di essere stata seguita da una colonna di jeep dell’esercito lungo le stradine di campagna che si dipartono dalla misteriosa foresta.
La leggenda di Rendlesham è stata soprannominata come il Roswell della Gran Bretagna quando un presunto UFO si schianto’ nel New Mexico, Stati Uniti d’America, nel lontano mese di luglio 1947. 
L’avvistamento alieno del Regno Unito si dice che abbia coinvolto tre ufficiali dell’USAF a della RAF di Bentwaters che riferirono di essersi imbattuti in un “dispositivo volante di forma triangolare” atterrato nei boschi vicini nelle prime ore del 26 dicembre 1980. La signora Butler, che insieme al Dot Street e Janny Randals ha scritto nel 1984 un libro dal titolo “Skycrash: la cospirazione cosmica” ha dichiarato che un giovane di 22 anni, anch’egli testimone dell’avvistamento UFO potrebbe essere stato ucciso solo perché stava indagando sul caso.
Cosa c’entrano i Man in Black?
Men in Black è un termine teorico della cospirazione secondo la quale gli uomini neri sono soliti spacciarsi per degli agenti del governo, i quali sono particolarmente molesti e aggressivi con i testimoni di avvistamenti UFO dai quali pretendono il silenzio più assoluto su ciò che hanno visto. 
Il soggetto dei Men in Black è stato ripreso anche nei fumetti della Marvel e nella trilogia dell’omonimo film interpretato da Will Smith e Tommy Lee Jones che lavorano per un’agenzia segreta il cui scopo è quello di nascondere l’esistenza degli alieni. La protagonista di questa storia che ha indagato sul più controverso avvistamento della Gran Bretagna per 35 anni sostiene che i “Men in Black” in realtà sono degli oscuri agenti del Ministero della Difesa (MoD) i quali, in più di un’occasione avevano tentato di spaventarla affinché mettesse fine alla sua attività investigativa.

Fonte di riferimento:express.co.uk

17 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati