Paracadutista Norvegese rischia di essere colpito da un meteorite

Fonte di riferimento
 Foto: Roger Myren / NRK
“Questa è la prima volta nella storia che un meteorite è stato ripreso in aria dopo avere perso la sua luminosita’ “, spiega il geologo Hans Amundsen.

Un giorno d’estate del 2012, Anders Helstrup e diversi altri membri di Oslo Parachute Club si preparavano a saltare da un piccolo aereo che era decollato da dall’Østr un aera dell’Aeroporto di Hedmark. Helstrup, indossava una tuta alare e sul suo casco erano montate due telecamere fisse quando durante la sua discesa si rese conto che stava succedendo qualcosa. “Ho avuto la sensazione che ci fosse qualcosa, ma non riuscivo a capre cosa stava succedendo”, ha spiegato Helstrup all’emittente NRK.no. Subito dopo l’atterraggio, guardai il salto attraverso il filmato ripreso dalle due piccole telecamere attraverso il quale si vedeva chiaramente che qualcosa era accaduto.
Qualcosa che assomigliava a una pietra aveva sfiorato il paracadutista Helstrup a una distanza di pochi metri. Quel giorno, mentre Helstrup tornava a Oslo non riusciva a smettere di pensare alla sua strana esperienza, così decise di tornare nella zona per cercare quella pietra – ma senza fortuna.
“Abbiamo continuato la ricerca durante l’estate grazie alla collaborazione della mia ragazza, la famiglia e gli amici che si sono uniti  al progetto. Abbiamo cercato anche nella foresta adiacente il luogo dell’atterraggio “.
Da allora, Helstrup si era  formata l’idea che si trattava di un meteorite che volava davanti a lui. “Quando abbiamo fermato il filmato, abbiamo potuto vedere chiaramente qualcosa che sembrava come una pietra. In un primo momento ero convinto che quell’oggetto era stato confezionato in un paracadute, nonostante che esso era semplicemente troppo grande . “
Coinvolti gli esperti di Meteoriti
Alla fine Helstrup ha contattato il Museo di Storia Naturale di Oslo per ottenere delle spiegazioni su quell’oggetto. “Il filmato fece scalpore nella comunità di esperti di meteoriti i quali sembravano convinti che quello ripreso nel video era un meteorite; forse ero io quello che era il più scettico “.
Improvvisamente Helstrup venne contattato da un intero stormo di appassionati di meteoriti che si erano interessati al suo caso dopo avere analizzato il sasso attraverso la triangolazione in modo da individuare l’area di ricerca. Nell’estate del 2012 Helstrup ei suoi aiutanti avevano iniziato a cercare in un’area di un chilometro e mezzo quadrato.  Oggi, l’area è stata limitata a un centinaio di metri quadrati, ma è abbastanza grande soprattutto quando non si e’veramente sicuri cosa cercare e che possa assomigliare a un meteorite “Dopo avere trovato una pietra che mi era sembrata un meteorite la portai in visione presso il museo dove gli esperti si erano messi  a ridere, ” ha confessato Helstrup .
Era solo un meteorite
Anche se Helstrup non è ancora del tutto convinto che si trattava effettivamente di un meteorite che volava davanti a lui, gli esperti non hanno alcun dubbio. “Non può essere altro. La forma è tipica dei meteoriti  con una superficie di frattura fresca su un lato, mentre l’altro lato è arrotondato “, ha dichiarato il geologo Hans Amundsen Ha spiegato che il meteorite aveva fatto parte di una pietra più grande che era esplosa forse 20 chilometri sopra Helstrup.
Amundsen pensa di poter rilevare le macchie di colore nella pietra, e ritiene che in questo caso l’oggetto potrebbe essere un  frammento  appartenente a un tipo comune di meteorite costituito da roccia.
“Una prima mondiale”
Quando un meteoroide entra nell’atmosfera terrestre, rallenta e ionizza le molecole intorno ad esso; ed è questa scia sfolgorante che appare nel cielo che ci permette di classificarla come una meteora. Quando la luce scompare, il meteorite entra nella fase denominata “volo dark”; in questo caso non viaggia seguendo una traiettoria angolare angolo, ma cade verso il basso. “Non è mai successo prima che un meteorite è stato ripreso durante il volo scuro; questa è la prima volta nella storia del mondo della comunita’ di geologi “, ha affermato Amundsen. Secondo lo studioso Amundsen,questo fatto significa che sul meteorite varrebbe la pena investire qualche centinaio di migliaia di corone, poiche’ esso è in realtà molto più prezioso rispetto alla stima suggerita dal suo peso .
Finanziamenti  necessari 
Come prezioso il meteorite potrebbe essere resta irrilevante fintanto che non viene ritrovato. “Dobbiamo solo scoprire esattamente dove Anders si trovava quando il meteorite gli e’ passato vicino. In quel momento il meteorite stava cadendo verso il basso a circa 300 chilometri all’ora “, ha dichiarato Amundsen.
Egli sottolinea che sul terreno è difficile verificare la posizione del meteorite visto che l’aerea e’ disseminata da paludi, da una fitta foresta e macchia. I ricercatori ora vogliono un aiuto sia per il calcolo che per la ricerca del meteorite e per ottenerlo hanno creato un sito web.
“È l’obiettivo del sito web presentare l’accaduto in termini semplici, per capire cosa è successo e permettere alla gente di vedere i video e le immagini dell’oggetto”, ha spiegato Helstrup. Si stenta a dare un parere sulla probabilità di filmare un meteorite durante un lancio con il paracadute, ma vale comunque la pena fare una prova . “E ‘certamente molto meno probabile che vincere alla lotteria per tre volte di fila.” 
 ©Fonte video: nrk·
24 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati