Perché la NASA intende interrompere i feed video inviati dalla ISS?

OVNI-ISS

Numerose sono le anomalie spaziali documentate in molteplici occasioni e quasi in tempo reale dalle telecamere streaming montate a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Molto hanno fatto discutere quelle strane presenze luminose rilevate oltre l’atmosfera Terrestre, tutte diverse tra loro per dimensioni, forme e velocità, alcune delle quali sono state spiegate per essere delle erranti particelle di ghiaccio, riflessi, detriti spaziali e quant’altro, tranne delle navicelle aliene.

Ora, la comunità di cacciatori di anomalie spaziali si è messa sul piede di guerra dopo il recente annuncio della NASA i cui vertici sarebbero intenzionati di spegnere definitivamente le telecamere live operanti sulla Stazione Spaziale Internazionale ( ISS ). Secondo quanto riferito dalla NASA, il flusso video inviato sulla Terra, verrà interrotto a partire dal 1 settembre 2016.
In un comunicato stampa, la NASA spiega che nonostante l’interruzione, verrà offerta comunque una copertura completa dei venti spaziali, la cui sperimentazione inizierà a partire dal prossimo mese di settembre 2016. Gran parte del flusso dati verrà trattato dai meteorologi spaziali presso il Johnson Space Center di Houston – Texas. La nuova attività della ISS include il monitoraggio della vita di tutti i giorni degli scienziati e astronauti che quotidianamente conducono un gran numero di test a bordo del laboratorio orbitante tra cui il perfezionamento del programma della navicella Orion e altri progetti di volo spaziale umano. Questo sarà il nuovo compito degli occupanti della ISS che grazie allo sviluppo di una rivoluzionaria scienza si prefiggono di preparare i futuri equipaggi umani in vista dei futuri viaggi verso Marte. Cosa si nasconde veramente dietro all’improvvisa interruzione delle trasmissioni streaming ? Gli esperti della NASA spiegano che la ragione di tutto questo sta nel tentativo di aggiornare e migliorare la qualità dei dati forniti dalle attrezzature scientifiche operanti sulla ISS.
Una nuova generazione di elaboratori  dati verrà messa a disposizione sui vari social network anche se ciò avverrà con cadenza settimanale e tramite condivisione via e-mail sperimentando in questo modo una tecnologia all’avanguardia. Al posto del live feed, il team della NASA fornirà aggiornamenti settimanali attraverso il suo esclusivo elenco di utenti iscritti sul sito ufficiale i cui contenuti verranno forniti direttamente ai vari blogger tramite e-mail. Secondo i teorici della cospirazione, l’interruzione dello streaming è un tentativo della NASA nel voler occultare tutte quelle prove riconducibili ai numerosi avvistamenti UFO segnalati nel corso degli anni nelle immediate vicinanze vicinanze della ISS. Tale iniziativa è stata fortemente contestata dagli utenti della rete che quotidianamente erano soliti dare una sbirciatina alla Terra così come viene vista dallo spazio.

85 Total Views 1 Views Today

I commenti sono chiusi.