Pressioni sul governo Americano affinche’ riveli cio’ che sa sugli Extraterrestri

Il Lobbista e Fondatore del Paradigm Research Group, Stephen Bassett (Wikimedia)
Stephen Bassett è un lobbista che lavora instancabilmente per un unica ed insolita causa: confrontarsi con il governo degli Stati Uniti circa l’esistenza di extraterrestri e la loro presenza sulla Terra.
Come attivista politico e direttore esecutivo del gruppo di ricerca Paradigm (PRG), Basset ha lo scopo di porre fine all’embargo delle informazioni classificate durato 68 anni riguardanti attività  aliene, attraverso pressioni verso il presidente Obama e il ramo esecutivo affinché venissero divulgati al pubblico questi risultati.
In seguito alle dichiarazioni fatte dall’astronauta dell’Apollo 14, Edgar Mitchell su presunti occultamenti da parte del governo e alcune rivendicazioni sulla manomissione di armi nucleari da parte degli extraterrestri, un socio di Stephen Bassett ha espresso gratitudine per la divulgazione di queste storie altrimenti rimaste nel dimenticatoio.
Un giornalista, vedendo l’opportunità di scavare più a fondo in queste affermazioni, ha deciso di intervistare questo inquietante lobbista in merito alle sue convinzioni .
Perché avete deciso di intraprendere questa lotta e come avete iniziato?
Nell’inverno del 1995 ho preso questa decisione intellettuale affinché venisse coinvolto il settore che si occupa del fenomeno extraterrestre, perché credevo di poter fare la differenza. Il mio viaggio è iniziato nel mese di gennaio del 1996 come volontario per il Programma Extraordinary Experience Research un gruppo fondato dal Dr. John E. Mack a Cambridge,Massachusets. 
A Cambridge è diventato chiaro per me che la questione extraterrestre potrebbe essere risolta solo con mezzi politici.
Il governo ha imposto la politica dell’embargo sulla Verità che doveva finire prima o poi. Nel mese di luglio del 1996 mi sono trasferito a Washington, DC, dove sono stato registrato come lobbista per conto della questione extraterrestre, diventando la prima persona a farlo.
Perché? 
La presenza di extraterrestri è la verità più importante per il mondo di oggi visto il grande potenziale offerto dal fenomeno UFO che potrebbe alterare l’attuale corso delle vicende umane che ha un disperato bisogno di affrontare la realtà con una nuova ottica.
Che cosa vi aspettate dall’obiettivo finale? 
Il movimento Disclosure ha un chiaro obiettivo: il riconoscimento ufficiale, da parte dei governi mondiali di una presenza extraterrestre che interagisce con la razza umana.
In questo momento l’attenzione del movimento è sugli Stati Uniti e il presidente Obama.
Perché è importante che il governo divulghi completamente l’esistenza degli extraterrestri? 
Ci vorrebbe un libro per rispondere correttamente a questa domanda, ma qui ci sono alcuni punti di discussione: 
1) la fiducia nel governo è crollata 
2) la verità è l’antidoto alla paura 
3) una vasta e complessa intelligence Militare e industriale è stata creata la quale costituisce una minaccia per la Democrazia e questo complesso sistema è in parte il risultato della volontà del governo di affrontare in segreto la realtà extraterrestre 
4) le tecnologie extraterrestri sono state derivate e trattenute sotto l’embargo affinché venissero messe a disposizione per affrontare la condizione umana 
5) l’esecutivo e legislativo del governo vengono indeboliti dalla costante politica di embargo 
6) un certo numero di altri capi di Stato potrebbero porre fine all’embargo facendo emergere la verità, in qualsiasi momento, e ciò avrebbe gravi conseguenze geopolitiche per gli Stati Uniti.
Come potrebbe reagire il pubblico alla piena disclosure?
La risposta del pubblico alla divulgazione sarà assolutamente positiva. Per molti, tale annuncio sarà deludente. 
Con il passare del tempo, la complessa storia degli extraterrestri tenderà ad emergere dall’oblio facendo sollevare alcune preoccupazioni.Internet fornirà i mezzi necessari per la razza umana in modo che essa possa arrivare rapidamente ad un consenso per quanto riguarda queste preoccupazioni e di conseguenza rivolgersi ai loro governi.
Senza dubbio ci sarà qualche risposta negativa e forse qualche depistaggio, e ciò non sarà insolito. L’idea che la divulgazione potrebbe sconvolgere le economie, religione, governi, ecc è un concetto proposto dai gestori dell’Embargo extraterrestre. Si tratta per lo più di propaganda.
Quale ramo del governo è a conoscenza di informazioni relative alla presenza di extraterrestri?
La realtà sugli extraterrestri e l’impegno di occultare la verità è molto probabilmente gestito da comitati di agenzie occulte all’interno del complesso militare e di intelligence operanti sotto i più alti livelli di sicurezza. 
Ogni comitato che consentirebbe di affrontare solo un aspetto importante del problema è composto da rappresentanti degli organismi e servizi appropriati per tale questione. In molti casi, l’agenzia rappresentata non è a coniscenza di questa commissione.  Il comitato non può conoscere l’esistenza di altre commissioni interessate al fenomeno. 
La Compartimentazione.
Questo approccio è probabilmente abbastanza soddisfacente per la comunità militare e per l’intelligenza visto che il problema è la politica. I rami dell’esecutivo e legislativo del governo hanno notevoli responsabilità per quanto riguarda le questioni di sicurezza nazionale. Cominciando con l’amministrazione Johnson, quando fu presa la decisione di rimuovere questi rami del governo nel corso del tempo. 
Con la presidenza di Clinton , il presidente e le commissioni appropriate del Congresso non ebbero più accesso a queste informazioni che non dovevano conoscere per cui sono stati tagliati fuori da questi segreti non più di Stato.Gli sforzi per ottenere tali informazioni sono stati osteggiati dall’ostruzionismo. 
Anche gli sforzi per ottenere delle audizioni del Congresso sono stati bloccati sul nascere. Questo, naturalmente, solleva seri interrogativi costituzionali.
Qual è l’iniziativa Rockefeller e come vengono coinvolti i Clinton?
L’iniziativa Rockefeller si riferisce allo sforzo formale del miliardario Laurance Rockefeller nel tentativo di convincere l’amministrazione Clinton a rilasciare tutti i documenti contenuti negli archivi governativi e concedere l’impunità ai testimoni di governo che potrebbero farsi avanti. 
Questo sforzo ha avuto inizio il mese di marzo 1996 e si è concluso nel mese di ottobre del 1996. 
Oltre 1000 pagine di documenti classificati sono state ottenute nel 2000 dal ricercatore Grant Cameron in base al Freedom of Information Act che conferma l’Iniziativa Rockfeller. 
Questi documenti sono stati pubblicati su Internet negli ultimi 15 anni.  Il Presidente Bill Clinton, il segretario Hillary Clinton, John Podesta, il Dr. John Gibbons e Webster Hubbell erano direttamente coinvolti nell’iniziativa.
Altri direttamente coinvolti o consapevoli dell’iniziativa erano il capo di stato maggiore Leon Panetta simpatizzante dei Clinton, il capo di Stato Maggiore Mack McLarty, il vice presidente Al Gore e il segretario dell’Energia Bill Richardson.
Durante i 25 anni dall’inizio dell’era Rockefeller nessuna iniziativa di questi individui ha mai parlato pubblicamente in merito alle loro aspirazioni personali e politiche.
Nessun membro dei media ha mai posto una sola domanda a nessuno di loro fino ad aprile di quest’anno.Da allora, i cronisti hanno posto diverse questioni s a John Podestà, il Segretario dei Clinton che non hanno mai confermato tale evento. 
Il collegamento di Clinton alla questione extraterrestre attraverso l’iniziativa Rockefeller è stato lo spunto che ha permesso ai Media liberi di impegnarsi finalmente nell’indagini più importanti della storia.
Se il Segretario Clinton venisse eletto presidente del Disclosure, quali potrebbero essere le possibilità di una corretta informativa?
Il movimento Disclosure non ha intenzione di aspettare un esito incerto poiché probabilmente sarà proprio Barack Obama a diventare il presidente della Disclosure.
Lei ha parlato di armi nucleari e manomissioni diventando il da catalizzatore di una “tempesta mediatica.” Quali sono le prove concrete di quanto accaduto ?
Nel corso degli ultimi 15 anni considerevoli prove sono state accumulate insieme ad alcuni episodi che confermano la manomissione di armi nucleari da parte di dispositivi extraterrestri, sia negli Stati Uniti che nell’Unione Sovietica. 
La maggior di questi casi sono stati riportati nel libro, UFO e Nukes: Incontri Straordinari a armi nucleari Siti – di Robert Hastings. Al centro di questa evidenza ci sono le testimonianze dirette di alcuni ufficiali dell’aeronautica che erano presenti durante questi incidenti. Uno di questi ufficiali, il capitano. Robert Salas ha scritto un libro sulla sua esperienza- Faded Giant. Più di una dozzina di questi funzionari sono pronti a testimoniare sotto giuramento davanti al Congresso .
Il fatto che questa prova è stata nascosta al pubblico per quindici anni e nessun comitato del Congresso si è impegnato al problema e nessuno dei media ha messo in discussione l’Air Force, il Pentagono o la Casa Bianca dovrà rispondere a questa grave mancanza. 
Perché pensate che il termine “UFO” è inaccettabile quando si parla di una completa informativa? 
“UFO” è un non sequitur anacronistico spinto in avanti nella fase iniziale dagli scettici e dal governo.
E ‘ridicolo quanto si afferma che i cervelloni della fisica atomica si limitino a attribuire l’accaduto al “PIT” – minuscole particelle non identificate. La tecnica principale che si cela dietro l’embargo sulla Verità è la ghettizzazione intellettuale del fenomeno e delle persone che si occupano ad esso.
“UFO” è parte del linguaggio di quel ghetto progettato per mantenere a bada il pubblico, la stampa, gli accademici e i leader politici.
Quali sono stati i principali ostacoli nella vostra missione?
L’ostacolo principale per il momento è l’Avvocatura del Disclosure è l’embargo sulla Verità. 
A partire dai primi anni 1950 molto tempo e denaro è stato investito dal governo per creare e mantenere questo embargo, che alla fine della guerra fredda è stato completamente radicato. Un altro grande ostacolo è la mancanza di finanziamenti per progetti di sensibilizzazione, che è una diretta conseguenza del l’embargo sulla Verità.
Chi sono i vostri alleati più importanti? 
Alleati importanti in questo movimento sono una lista crescente di giornalisti intrepidi e redattori che vogliono sfidare l’embargo sulla Verità, un certo numero di paesi che hanno attivamente rilasciato decine di migliaia di file sul fenomeno extraterrestre i quali sono di dominio pubblico, e alcuni ex membri del Congresso.
Ovviamente il più importante alleato è Internet e l’accesso che fornisce a tutto il mondo per costruire la consapevolezza e il consenso.
Potete descrivere le Audizioni Cittadine sull’informativa e perché erano così importanti?
L’audizione sulla divulgazione o CHD è stato un evento nel quale 42 militari,agenzie, e politici di rango hanno testimoniato per 30 ore insieme a sei ex membri del Congresso. 
Si era discusso sugli eventi accaduti e testimoniati da Persone molto affidabili che confermavano una coinvolgente presenza extraterrestre tra la razza umana.
Un’audizione simile non si era mai tenuta prima per cui è stata filmata in alta definizione e pubblicata sui webcast di tutto il mondo. E ‘stata una audizione tenutasi nella sala da ballo principale del National Press Club a due isolati dalla Casa Bianca a una dozzina di isolati dal Campidoglio.
Ampiamente riportata dai media l’audizione Cittadina sulla divulgazione è stata la chiave che potrebbe sbloccare l’embargo sulla Verità. Come previsto è stata la piattaforma su cui lanciare un’iniziativa per il Congresso attraverso l’Audizione del PRG. 
Così il 5 novembre 2014, 10 set di DVD contenenti video completi sono stati spediti ad ogni ufficio dei 535 rappresentanti del Congresso. Ciò che hanno visto gli spettatori dell’udienza sul Disclosure è molto più di una vera e propria audizione rivolta al Congresso.  I tipi di testimoni, la qualità della loro testimonianza, come i membri delle commissioni hanno fatto la differenza nel reagire ad alcune domande trabocchetto.
In breve, il CHD si è fatto carico della maggior parte del rischio politico di una decisione che avrebbe potuto prendere una commissione del Congresso nel tenere tali udienze.
Da Robin Seemangal via observer.com

16 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati