Quando la Morte scese dal Cielo

death from the sky alien ufo
Chi non conosce la storia di Zigmund Adamski quando per cinque giorni scomparve inspiegabilmente dalla città di Todmorden per poi riapparire su un cumulo di carbone con il corpo martoriato da strane ustioni?
Perché sul suo corpo sono state rinvenute delle strane ustioni provocate presumibilmente da una elettrocuzione, coperte maldestramente da un misterioso unguento verde la cui origine non fu mai identificata? 
Dopo che il caso venne chiuso misteriosamente cinque mesi più tardi, un ufficiale di polizia che per primo aveva indagato sulla misteriosa morte di Adasmki riferì che la vera causa dell’incidente era da ricercarsi nella comparsa di alcuni dispositivi volanti non identicati. 
Zigmund Jan Adamski era un ex minatore che viveva in una piccola cittadina dello Yorkshire, nei pressi di Wakefield. 
Polacco di nascita, dal 1960 viveva in Gran Bretagna. 
Prima della sua scomparsa, aveva condiviso la sua vita con la moglie Leokadia, (o Lottie) che per via della sclerosi multipla era stata costretta a vivere segregata in casa.
L’umile coppia sposata da quasi 30 anni appariva perfettamente normale agli occhi della gente del posto. 
L’improvvisa scomparsa di Zigmund e la successiva morte aveva dato il via a una serie di speculazioni sulle cause che avrebbero potuto determinarne l’incidente , visto che molti ufologi avevano collegato l’evento con una serie di avvistamenti UFO.
Tutto inizia alle ore 15.30 del 6 giugno 1980,quando Zigmund, 67 anni, decide di recarsi a piedi nel negozio del paese per acquistare delle patate. 
Uscendo da casa, saluta come al solito il suo vicino. Tutto sembrava andare per il verso giusto quel pomeriggio d’estate, anche se il signor Adamski non avrebbe mai immaginato che quegli erano gli ultimi istanti della sua vita.
Da quel momento tutto rimane avvolto dal mistero piu’ fitto.
Cinque giorni dopo, l’11 giugno, il suo corpo viene trovato disteso sulla cima di un mucchio di carbone all’interno di un deposito minerario nei pressi della linea ferroviaria di Todmorden, che si trova a poche miglia di distanza.
Il corpo senza vita è stato scoperto alle ore 15:45 dal figlio Trevor Parker che all’epoca era il proprietario del cantiere.
Il cantiere aveva lavorato fino alle ore 11.00 di quella mattina,per cui il corpo di Adamski sarebbe stato abbandonato nelle 4 ore successive. 
A questo punto il figlio Trevor Parker chiamo’ la polizia, e un ufficiale, Alan Godfrey, giunse sul luogo dell’incidente dieci minuti dopo aver ricevuto la chiamata.
Da un primo esame si era constatato che Adamski era morto a seguito di un attacco di cuore. Ad infittire il mistero erano delle strane bruciature rilevate nella parte sinistra del collo e sulle spalle le quali erano ricoperte da una strana sostanza gelatinosa.  I suoi abiti erano in buone condizioni, per cui veniva esclusa l’idea che la vittima possa aver trascorso gli ultimi 5 giorni della sua vita in modo precario.
Adamski sembrava essere stato rivestito da qualcuno in modo frettoloso visto che indossava un cappotto e un gilet abbottonati nel modo sbagliato, mentre i pantaloni erano indossati nel verso contrario, oltre ad essere sprovvisto delle scarpe. 
Sul suo abbigliamento non furono rinvenute tracce di polvere di carbone . Anche se Adamski era mancato per 5 giorni, il suo volto era ricoperto da un leggero accenno di barba che sarebbe cresciuta nell’arco di un giorno . 
Prima del suo ritrovamento, Adamski aveva mangiato regolarmente fino al giorno della sua morte. Molti affermarono che sembrava come se Adamski fosse stato gettato dall’alto.
Inoltre la faccia di Adamski sembrava essere contorta dal terrore, particolare questo confermato anche dal medico legale, che affermo’ che prima di morire la vittima doveva aver vissuto attimi di paura e sofferto dei forti dolori.
Attraverso gli esami post mortem si è concluso che doveva essere morto tra le ore11:00 e le 13:00 all’ora di pranzo del giorno in cui è stato trovato mentre le strane bruciature rinvenute sul collo risalivano a due giorni prima.
La strana pomata simile a un gel è stata testata in un laboratorio che non è riuscito ad identificarne la composizione .
Sembrava che non ci fosse alcuna ragione per giustificare l’improvvisa scomparsa di Adamski.
Alcuni conoscenti riferirono che la vittima avrebbe dovuto assistere ad un matrimonio di famiglia il giorno dopo, un evento a cui teneva molto.
Molti anni dopo, però, nel 2005, gli investigatori del BUFORA intervistarono la famiglia di Adamski, scoprendo che non era così semplice ottenere delle i informazioni per via di una faida familiare dopo che un parente si trasferi’insieme a Zigmund e Leokadia a seguito di un ordine restrittivo emesso dal giudice dopo il ricorso inoltrato da un membro della famiglia. 
Il BUFORA aveva ipotizzato che Zigmund potrebbe essere stato vittima di un rapimento da parte di un parente, che lo avrebbe tenuto nascosto all’interno di un capannone per 5 giorni consecutivi durante i quali, avrebbe subito il fatale attacco di cuore. Potrebbe essere la spiegazione giusta di quanto accaduto al povero Adamski?
E’abbastanza plausibile che quando il signor Adamski morì, un membro della famiglia,preso dal panico, possa aver scaricato il corpo presso l’impianto di carbone. 
Altri curiosi fattori sono stati presi in considerazione dagli investigatori che all’epoca si occupavano del caso .
Come ad esempio i particolari segni di bruciature rinvenuti sul corpo del signor Adamski. 
Subito erano circolate delle strane voci che riferivano di possibili rapimenti alieni le cui storie venivano riportate dai giornali della domenica. 
La zona di Todmorden è nota per essere un hotspot, un portale interdinensionale attraverso il quale gli UFO sarebbero in grado di viaggiare percorrendo in breve tempo delle enormi distanze. Questa ipotesi è stata aggravata dal coinvolgimento di Godfrey che sarebbe diventato lui stesso una delle tante vittime di rapinenti alieni.
Alan Godfrey, una persona abbastanza normale e sposato con due figli aveva ricevuto due encomi per il suo lavoro svolto nella polizia investigativa. Nel 1977 era stato gravemente picchiato da tre uomini che aveva cercato di prendere in custodia. 
Dopo essere stato preso a calci selvaggiamente all’inguine, avrebbe perso un testicolo a seguito delle lesioni riportate.
Pochi mesi dopo il ritrovamento del corpo di Adamski, nelle prime ore del 28 novembre 1980 Godfrey fu inviato a indagare sullo strano caso di una mandria di mucche scomparsa inspiegabilmente le cui carcasse vennero individuate non lontano da un edificio comunale. 
Verso le 05.00 del mattino Godfrey scese sulla Burnley Road, dove notò quello che sembrava un autobus a due piani accostato fuori dalla carreggiata. Pensando che fosse un autobus adibito al trasporto dei lavoratori locali, si avvicinò per ottenere una visuale migliore, scoprendo che il “bus” aleggiava a 5 piedi da terra. 
Godfrey provò a chiedere aiuto tramite la sua radio che inspiegabilmente aveva smesso di funzionare. Deciso di scoprire cosa stesse accadendo, decise di rimanere in macchina, da dove avrebbe potuto delineare l’aspetto dello strano oggetto, che venne descritto come un dispositivo a forma di diamante.
E ‘stato dopo aver terminato la ricostruzione grafica dell’oggetto che Godfrey sperimento’ il fenomeno del Tempo mancante, (Missing Time),spesso descritto dalle vittime di rapimenti alieni . Egli constato’ di essersi trovato in un tratto di strada molto distante dal luogo dove si fermo’ per osservare lo strano oggetto. Inoltre non riuscì a spiegare dove aveva trascorso quei 30-35 minuti di tempo (anche se alcuni sostengono che erano in realtà 15 minuti). 
Gli stivali indossati da Godfrey si erano divisi in due sulla parte della suola, come se fossero stati trascinati sul terreno. Quando girò la macchina per tornare indietro notò che lo strano oggetto era scomparso. Dopo aver fatto ritorno presso la stazione di polizia chiamò un paio di colleghi affinché lo aiutassero a cercare le mucche scomparse. 
Giunti in prossimità di un campo il cui unico accesso era consentito attraverso un cancello chiuso, gli agenti notarono che sul terreno bagnato non c’erano le impronte della mandria scomparsa. Come nel caso di Zygmund Adamski, i bovini sembravano essere stati fatti cadere dall’alto.
Godfrey scoprì in seguito che un altro autista che percorreva la stessa strada, a soli tre miglia dalla sua posizione, si sarebbe imbattuto nella comparsa di una intensa luce bianca il cui evento fu riportato alla polizia di Todmorden. 
Una settimana dopo, la curiosa storia di Godfrey fu fatta trapelare alla stampa locale, provocando un certo imbarazzo tra i colleghi del reparto di polizia presso il quale prestava servizio. 
A seguito di questo evento Godfrey fu costretto a lasciare la polizia, anche se la storia non finisce qui. 
Subito dopo lo strano incidente sulla Burnley Road, la signora Godfrey venne svegliata da uno strano rumore che sembrava provenire dall’esterno della casa. 
La donna si spavento’ a tal punto che non riusci’ a svegliare il marito.La mattina dopo la coppia fece sesso per la prima volta da quando Alan subì il terribile pestaggio nel 1977. Quel giorno la signora Godfrey rimase incinta, per cui Alan si convinse che la sua condizione si era in qualche modo invertita.
A seguito di questi curiosi fatti, Godfrey fu sottoposto a una regressione ipnotica, sotto la supervisione del MUFORA, un gruppo di ricercatori UFO di Manchester. 
Sotto ipnosi egli raccontò alcuni eventi riconducibili a presunti rapimenti alieni, come quando una luce brillante apparve in prossimita’ della sua autovettura.  Durante l’ipnosi, Godfrey riferì di essersi trovato in una camera normale all’interno della quale noto’  un grande cane nero e un uomo con la barba che ricordava un profeta biblico accompagnato da piccole figure simili a robot.  L’uomo con la barba comunicò telepaticamente riferendo a Godfrey che il suo nome era “Yosef” (o “Giuseppe”), e di conoscerlo molto bene . 
Godfrey riferì di essere stato invitato a sdraiarsi su di un tavolo, dove i robot gli tolsero le scarpe che calzava in modo da poter studiare le dita dei piedi.  Alcuni strumenti furono collocati sulle braccia e gambe, provocandogli un disagio molto intenso . 
A quella misteriosa figura barbuta che si faceva chiamare Josef, Godfrey rivolse alcune domande, anche  se in seguito si rifiutò di rivelare il loro contenuto .  In seguito Godfrey confido’ al ricercatore UFO Jenny Randles di non essere certo se questo bizzarro incidente si era verificato realmente, o se era il frutto di qualcosa che aveva sognato.
Sembra che Alan Godfrey abbia vissuto una vita caratterizzata da strane esperienze. Da bambino aveva visto nella sua camera da letto una misteriosa sfera luminosa. 
Poi, nel 1965, quando aveva 18 anni, mentre stava tornando a casa con la sua ragazza verso le 2:00 del mattino,vide uscire dalla sua auto una donna in compagnia di un cane nero. 
Incuriosito, Hodfrey si fermò per indagare meglio ma non trovò nulla all’interno dell’autovettura.  Al suo arrivo a casa sia lui che la sua ragazza notarono che erano trascorse 2 ore (il famoso fenomeno del tempo mancante) .
All’epoca del suo corteggiamento con l’attuale moglie, vide uno strano cane nero all’interno della casa della donna il quale gli leccò la mano per poi correre subito al piano di sopra. 
La descrizione dell’animale corrisponde a quella fatta da alcuni vicini i quali riferiscono che un cane simile era morto due anni prima all’interno della casa della moglie.
Uno degli aspetti più sinistri della sua esperienza risalente nel 1980 erano i racconti che circolavano su una strana persona che era stata vista distribuire dei volantini nella zona, chiedendo alla gente del posto chi volesse partecipare all’uccisione di Godfrey. 
La polizia fu subito allertata, nonostante che la strana persona sembrava essersi dissolta nel nulla.
Ricordando la morte di Zigmund Adamski, il medico legale che aveva esaminato il corpo, James Turnbull,  confesso’ più tardi, nel 1993, che il caso era stato completamente mistificato,   non escludendo la possibilità di un coinvolgimento UFO.
So che alcuni potrebbero cavillare sul mio conto visto che ho correlato i due casi, che a parer mio sono indissolubilmente legati” ha affermato il medico legale
L’autunno del 1980 sembra essere stato un anno particolarmente importante per la storia dell’ufologia, visto che si sono verificati eventi straordinari come il caso della foresta di Rendlesham nel Suffolk.
Fonte di riferimento:sjhstrangetales 
33 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati