Questo è ciò che succede quando un "UFO" viene visto sui radar militari

Fonte di riferimento
Oggetti volanti non identificati (UFO) catturano ogni giorno l’attenzione di sempre più persone e per buoni motivi. Ovviamente, se ci sono degli oggetti sconosciuti nel cielo, le organizzazioni militari/difesa dovrebbero essere in grado di rilevarli sui loro radar, insieme ad altre organizzazioni che controllano il traffico aereo, come la Federal Aviation Administration (FAA).
Questo avviene regolarmente, visto che degli oggetti di origine sconosciuta vengono costantemente monitorati sui radar, insieme con la conferma visiva da parte dei piloti che secondo le loro descrizioni questi velivoli sconosciuti sarebbero capaci di raggiungere velocità incredibili e di eseguire manovre che sfidano la nostra comprensione della fisica. Quando la Federal Aviation Administration (FAA) rileva la comparsa di un Ufo sui radar, vengono eseguiti dei controlli attraverso i quali tutte le informazioni registrate vengono inviate ai centri di raccolta dei dati, uno dei quali si trova presso il centro Studi di Bigelow Aerospace. John Callahan un alto ufficiale del FAA , ha condiviso la sua esperienza per quanto riguarda uno specifico incidente UFO che si può leggere qui di seguito. In quell’occasione i rappresentanti dell’ FBI e la CIA sembravano mostrare un particolare interesse circa l’incidente e pretendevano di ottenere tutta la documentazione relativa al caso. 
Mike Gold, del Bigelow Aerospace, aveva recentemente espresso di essere felice che qualcuno intendeva esaminare quelle relazioni, perché era un “problema molto serio”, aggiungendo che non poteva esprimere alcun commento su come queste agenzie avrebbero condotto le indagini. 
“Se una cosa è lampante è che il fenomeno UFO è di interesse globale e include molti incontri con personale militare.” ha dichiarato Richard Dolan, Scrittore, storico e ricercatore UFO. Allora, che cosa succede quando gli UFO vengono rilevati sui tracciati radar da un’agenzia militare/difesa?La prima cosa che succede è che il fenomeno viene registrato e documentato. Documenti riguardanti gli UFO e i loro tracciati radar sono stati declassificati negli ultimi anni e ci sono innumerevoli casi documentati che avrebbero coinvolto diverse agenzie, come la NSA. Qualora un insolito velivolo dovesse volare nel nostro spazio aereo eseguendo delle manovre che sfidano la nostra comprensione della fisica, manovre che nessun aereo conosciuto sarebbe in grado di eseguire,allora in questo caso intervengono delle agenzie governative per studiare l’accaduto più da vicino. 
Come aveva affermato Nick Pope che lavorava per il Ministero della Difesa, “gli UFO rappresentano una minaccia per la difesa, la sicurezza nazionale e quella aerea.” Nel caso di un avvistamento UFO, i jet militari sono preparati per intercettare tali oggetti.La questione è cosa potrebbe succedere dopo questo contatto ravvicinato?.Da premettere che questi incontri si sono verificati ripetutamente nel corso della storia e sono ben documentati. “Noi, o almeno alcuni di noi interpretiamo le loro visite come una minaccia che ci rende incapaci di decidere se sparare prima e fare le domande dopo.” – (Fonte) Paul Hellyer, ex ministro della Difesa canadese. Un caso in particolare è conosciuto come l’incidente Ufo su Teheran, che si era verificato la notte del 18 settembre 1976. Attraverso le quattro pagine del rapporto la Defense Intelligence Agency degli Stati Uniti e NSA descrive l’incontro in modo dettagliato. Quello che e’ successo quella notte è un classico esempio di quanto potrebbero essere frequenti questi incontri ravvicinati tra i velivoli militari e gli UFO. 
Quella notte i residenti della città di Teheran avevano notato un grande oggetto luminoso nel cielo che veniva notato anche dal controllore del traffico dell’aereo .Venne allertata l’aeronautica militare Iraniana ( all’epoca l’Iran era uno stretto alleato degli Stati Uniti, sotto il dominio dello scià), che inviò due caccia F4 per identificare l’oggetto. All’epoca gli Stati Uniti avevano preso molto sul serio quell’ incontro, mentre una relazione di quello che era successo venne inviata a diversi funzionari della sicurezza nazionale, al presidente statunitense Gerald R. Ford,al direttore della CIA George Bush, e al consigliere per la sicurezza nazionale Henry Kissinger. Entrambi i piloti degli intercettori F-4 avevano riferito di aver visto l’oggetto che era visibile anche sui loro radar di bordo.Entrambi gli aerei avevano riportato delle avarie critiche sulle loro strumentazioni elettroniche che cessarono di funzionare quando si erano avvicinati all’oggetto a una una distanza di 25 miglia. Ecco un estratto dalla relazione: “Come l’ F-4 si era avvicinato a una distanza di 25 miglia nautiche ho perso il controllo di tutta la strumentazione e delle comunicazioni. Solo dopo che l’F-4 si era allontanato dall’oggetto e apparentemente non era più una minaccia per esso, il velivolo aveva riacquistato la funzionalità di tutta la strumentazione e le comunicazioni. Un altro oggetto più piccolo era uscito dall’oggetto originale il quale si diresse dritto verso l’F4. “
La traccia radar dell’ UFO assomigliava a quella di un aereo Boeing 707 che volava a 150 miglia nautiche (280 km) all’ora e ad una distanza di 25 miglia nautiche (46 km), dal’ F-4. La dimensione dell’oggetto era difficile da determinare a causa della sua intensa brillantezza.  Le luci dell’oggetto si alternavano dal blu, verde, rosso e arancio, ed erano disposte in uno schema quadrato e lampeggiavano in sequenza in modo molto rapido che le si potevano distinguere in un unico bagliore.
Mentre l’oggetto e l’F-4 proseguivano verso sud, un secondo oggetto più piccolo si stacco’ dal primo avanzando sul F-4 ad alta velocità. Il tenente Jafari pensando di essere sotto attacco cerco’ di lanciare un missile AIM-9 sidewinder ma perse improvvisamente il controllo di tutta la strumentazione, compreso il controllo delle armi e degli strumenti di comunicazione.  L’oggetto torno’ indietro,scendendo di quota per circa 3 a 4 miglia (7,4 km) di distanza, poi si voltò e raggiunse l’oggetto primario. 
Ancora una volta, non appena l’ F-4 volto’ le spalle, la strumentazione e le comunicazioni ripresero a funzionare. L’equipaggio dell’ F-4 avvisto’ un altro oggetto luminoso staccarsi dall’altra parte dell’oggetto primario e scendere verso il basso ad alta velocità.  L’equipaggio dell’ F-4 si aspettava un impatto al suolo e l’esplosione dell’ oggetto, ma questo si fermò dolcemente; quindi sorvolarono l’area ad una quota ridotta registrando la posizione del touchdown della luce.  Jafari commenterà più tardi che l’oggetto era così luminoso che illuminava il terreno lasciando intravvedere le rocce circostanti.
Parviz Jafari atterrato a Mehrabad, fece notare che ogni volta che sorvolava lo spazio aereo a 150 gradi da Mehrabad, subiva delle anomalie magnetiche che interferivano sulla strumentazione e sulle comunicazioni.Un aereo civile che si stava avvicinando a Mehrabad aveva subito una perdita di comunicazione nella stessa zona riferita da Jafari. Quando l’ F-4 era in procinto di avvicinarsi all’oggetto primario,l’equipaggio avvisto’ un altro oggetto, di forma cilindrica, con brillanti luci fisse su ogni estremità di cui una lampeggiante nel mezzo.

13 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati