Risolto il mistero del Triangolo delle Bermuda?

triangle des bermudes
Se c’è qualcosa che ci emoziona davvero è quello che rimane della leggenda che circola sul Triangolo delle Bermuda . Questa è la regione dell’Oceano Atlantico dove si sono verificate innumerevoli e misteriose sparizioni di navi e aerei.Cosa succede veramente in quel tratto di mare? 
Gli scienziati australiani Joseph Monaghan e David ritengono di aver trovato una spiegazione in merito agli strani fenomeni che si verificano all’interno del Triangolo delle Bermuda .
In uno studio pubblicato sul Journal of Physics gli esperti hanno spiegato che le navi scompaiono in quella zona, perché è un luogo dove la condensazione di gas , vale a dire gli idrati di metano formano delle bolle che impediscono alle barche di rimanere a galla. La particolarità di questa zona sono le fessure presenti nel fondo dell’oceano che permettono al metano di essere espulso in forma di bolle giganti inficiando la galleggiabilità delle imbarcazioni . 
Quando le bolle di metano si espandono geometricamente, le navi che si trovano nell’ambito di una eruzione marina perdono ogni stabilità venendo risucchiate immediatamente sul fondo dell’oceanoUn’altra ipotesi avanzata da alcuni scienziati russi consiste in quello che potrebbero essere gli effetti provocati dalle emissioni di metano, un gas altamente esplosivo che avrebbe provocato la comparsa in Siberia del famoso cratere il che potrebbe essere accomunata con un’intensa attività gassosa sui fondali del Triangolo delle Bermuda, una zona immaginaria non lontana da Porto Rico e dalla Florida.
Igor Yeltsov, vice direttore dell’Istituto di geologia e geofisica di Trofimuk , afferma che la spiegazione del metano è plausibile. 
Questo si verifica come una reazione nucleare nel momento in cui vengono prodotte grandi quantità di gas sui fondali marini che riscaldano una vasta area dell’oceano determinando l’affondamento delle imbarcazioni che navigano nelle acque in cui si sprigionano grandi quantità di gas“, ha spiegato il Times siberiano Queste emissioni di metano portano alla saturazione dell’aria creando un’atmosfera molto turbolenta tale da provocare delle avarie ai velivoli in volo sull’area intrisa di sostanze gassose“, ha aggiunto uno degli esperti russi.
È davvero probabile che “crateri simili si possano formare in mare,” ha soiegato Vladimir Romanovsky, un geofisico ed esperto di permafrost presso l’Università dell’Alaska.
Anche se meno attraente rispetto all’ipotesi extraterrestre, quella dei gas tossici presenti sotto il Triangolo delle Bermuda era già stata avanzata nel 2009 dai ricercatori russi che avevano spiegato come il metano potrebbe essere rilasciato dai terremoti marittimi. Liberatosi dall’acqua, il metano quindi provocherebbe la diminuzione della densità dell’acqua e l’affondamento delle navi. 
Tale attività rilascerebbe nell’aria dei gas potenzialmente pericolosi capaci di disturbare l’atmosfera è di conseguenza il volo degli aerei che rischiano di precipitare in mare.
Alcuni Ufologi, sostenitori della teoria del complotto o semplici sognatori forse non sono d’accordo con questa spiegazione molto più razionale rispetto a quanto immaginato finora visto che erano soliti attribuire il fenomeno agli extraterrestri o a mostri marini in grado di ingoiare le navi.
La scoperta nel mese di luglio 2014 di un “buco” di 30 metri di larghezza e 70 metri di profondità, apparso nella penisola di Yamal in Russia, aveva stupito il mondo della scienza.
Una pubblicazione della rivista Nature del 30 luglio aveva sollevato parte del mistero, indicando il metano come il vero responsabile della formazione del cratere. 
Nella parte inferiore del foro, infatti, i ricercatori hanno identificato una concentrazione del 9,6% di metano che in aria questo gas è contenuto al 0,000,179 mila% rispetto al volume dell’aria normale.
Fonte di riferimento: europe1
27 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Una reazione a Risolto il mistero del Triangolo delle Bermuda?

  1. Max ha scritto:

    Peccato che in quell'area abbiano avuto problemi anche gli aerei. Come la mettiamo? colpa dei gas??