Spiegata la “luce alla fine del tunnell” che viene percepita dopo la morte clinica

'luce alla fine del tunnel'
Gli scienziati statunitensi hanno offerto una nuova spiegazione circa le esperienze vissute da alcuni pazienti che riferiscono di aver visto ‘luce alla fine di un tunnel’. 
Secondo un nuovo articolo pubblicato dalla rivista Proceedings of National Academy of Sciences ‘nel momento in cui il cuore non riesce più a ricevere ossigeno e il corpo il glucosio, l’attività del cervello non si esaurisce immediatamente . Al contrario, la sua attività subisce un’accelerazione per alcuni secondi. Durante l’esperimento, i medici presso l’Università del Michigan, Stati Uniti d’America, hanno sottoposto a soffocamento nove ratti in modo da studiare il loro comportamento attraverso un dispositivo speciale.
Si è scoperto che per circa 30 secondi dopo l’arresto cardiaco, l’attività cerebrale era aumentata notevolmente, così gli scienziati sono giunti alla conclusione che in quel breve periodo di tempo, tra il cervello e il cuore viene stabilita una nuova connessione.
Così, i ricercatori ritengono che l’attività del cervello ‘febbrile’ durante l’arresto cardiaco, provoca in alcune persone la sensazione di vivere esperienze intense quando si trovano in punto di morte, come la famosa ‘luce intensa che molti riferiscono di aver visto alla fine di un tunnel’. 
Alcune persone sono convinte che questa luce possa delimitare un’altra dimensione ultraterrena e il tunnel una sorta di portale attraverso il quale far compiere il “grande passo” alla nostra anima.

Fonte di riferimento: Rt news

22 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

4 reazioni a Spiegata la “luce alla fine del tunnell” che viene percepita dopo la morte clinica

  1. Anonimo ha scritto:

    che valore puo' avere un esperimento fatto sui topi? i topi non sono esseri umani e non hanno nessuna anima, forse uno spirito, ma forse!

    • Anonimo ha scritto:

      Per quale dannato motivo i i topi come tutti gli altri esseri viventi non umani, non debbano avere un anima? chi lo dice questo? la chiesa? oppure gente come queste che hanno fatto l'esperimento in giudizio? Noi non sappiamo nulla della nostra esistenza, ci basiamo su ritrovamenti archeologici e su libri racchiusi in un libero più grande, la Bibbia.
      Nessuno metterebbe in discussione la parola di DIO, ma mettiamocelo in testa una volta per tutte, tutto ciò che VIVIAMO, che VEDIAMO, che UDIAMO e chi più ne ha più ne metta, lo stiamo facendo da quando la nostra benedetta mamma ci ha messo alla luce!
      Non viviamo nel passato e neppure nel futuro, viviamo nel presente e abbiamo i ricordi del passato del nostro secolo e dei secoli che abbiamo potuto documentare, la Bibbia è un libro antico, come migliaia di reperti archeologici che rappresentano vite aliene e misteri! perchè la Bibbia deve essere presa sul serio mentre il resto no? Cos' è blasfemia non credere alla Bibbia? Siamo troppo piccoli per capire, In Genesi Dio dice "Che vivano solo 80 anni", ecco, 80 anni sono niente per capire chi cavolo siamo ma in primis chi ci ha messo su sto pianeta a scannarci!

  2. Silvio TimeStream ha scritto:

    Studi gia -stra- passati e smentiti.. una spiegazione patetica, i ratti non sono esseri umani, inoltre sono stati i ratti a confermargli di aver visto la luce!? Ridicolo. Elizabeth Fenwick, coautrice del libro The Truth in the Light – An investigation of Over 300 Near-Death Experiences (La Verità nella Luce – Un'Indagine su Oltre 300 Esperienze di Premorte) del 1996, in realtà iniziò la sua ricerca credendo che tutto potesse essere spiegato in termini scientifici. Ma, dopo avere indagato, concluse:

    Anche se si possono trovare delle spiegazioni scientifiche in grado di giustificare alcuni aspetti delle Esperienze di Premorte, non sono riuscita a trovare nessuna spiegazione che sia in grado di giustificarli tutti contemporaneamente. Occorre spiegarli tutti nel loro complesso ed è proprio questo … che gli scettici non fanno. Nessuna delle spiegazioni puramente fisiche funziona. (Gli scettici) sottovalutano ampiamente il fatto che le Esperienze di Premorte non sono soltanto il verificarsi di un insieme di eventi casuali, bensì una faccenda altamente organizzata e dettagliata (Fenwick 1995: 47). Saluti

    • adminWordpress1 ha scritto:

      Condivido appieno quello che hai scritto. Se diamo retta agli scettici allora possiamo affermare che il Sole gira attorno alla Terra e che essa non e' tonda ma piatta 🙂