Attività UFO nella regione nord-occidentale di San Paolo (Brasile)

 Jorge Nery
Fonte di riferimento
Alcuni Ufologi affermano che degli UFO avrebbero visitato alcune città dello stato di São Paulo nel 2008.Questa ipotesi deriva da alcune tracce rilevate in un campo di canna da zucchero di Riolândia (555 km da Sao Paulo) che secondo gli ufologi sarebbero state provocate da un UFO (oggetto volante non identificato).

Agroglifo scoperto nei campi di canna da zucchero in Riolância dopo gli avvistamenti di luci e oggetti volanti non identificati.
Completato questo mese, il “Dossier Riolândia” è stato prodotto da alcuni ufologi del gruppo INAPE (Institute of Astronomy and Space Research), che avevamo studiato l’accaduto sei anni fa. La ricerca condotta da questo gruppo non è stata riportata nelle pubblicazioni scientifiche. 
In un caso come questo, di solito si aspetta qualche anno per vedere se l’evento si ripete in modo ciclico. Oggi possiamo dire che si trattava di un fenomeno extraterrestre soprannaturale”, ha affermato l’ingegnere elettrico Jorge Nery, del gruppo INAPE, con sede a Araçatuba (527 km dalla capitale). 
L’Air Force non ha espresso alcun commento sul caso, ma ha riferito che le registrazioni di “oggetti volanti non identificati” che avvengono in Comdabra (l’Aerospace Defense Command del Brasile) vengono inviati agli archivi nazionali a Rio de Janeiro. Sempre secondo l’Air Force ci sono oltre 700 documenti disponibili presso gli Archivi Nazionali che sono stati messi a disposizione per la consultazione pubblica, i quali riportano le segnalazioni inoltrate tra gli anni 1950-2012. Questi presunti oggetti volanti che emettono forti fasci di luce sono stati osservati dai residenti e turisti nella localita’ di Riolândia il ​​20 gennaio 2008. Questi fenomeni si sono ripetuti alternativamente fino al mese successivo, per poi scomparire definitivamente. Secondo gli ufologi, queste sfere luminose avrebbero lasciato dei segni circolari attraverso lo schiacciamento delle piante di canne da zucchero alte circa due metri, come se fossero state “piegate” .Uno di queste piante era di 6 cm di diametro e altre due, di circa 3 cm ciascuna.L’ipotesi di un tornado era stata scartata poiche’ nelle vicinanze non venivano rilevate altre colture danneggiate. Se fosse stato il vento la causa, i fiori degli alberi da cocco all’ingresso della fattoria si sarebbero rotti e la frutta sarebbe caduta a terra, ha affermato Jorge Nery.
Nella ricerca era stato utilizzato anche un dispositivo che misura la radiazione .“Non abbiamo osservato alcun cambiamento di valori ne’ l’aumento della temperatura.” Inoltre erano trovate delle impronte strane, sulle quali i ricercatori non riuscirono a giungere ad alcuna conclusione. 
In tutto, 11 ricercatori avevano lavorato sul caso, tra cui un giapponese che partecipava informalmente attratto  dalle presunte apparizioni, Il gruppo comprendeva,ufologi, agronomi, geografi, meteorologi,  tecnici che lavorano per la sicurezza, esperti nella coltivazione delle canne da di zucchero e tecnici nel campo dell’elettronica. Secondo l’ufologo Ademar José Gevaerd l’Aeronautica era a conoscenza dell’attività UFO nella regione nord-occidentale di San Paolo, dove si trova la localita’ di Riolândia. L’indiscrezione e’ stata riferita da un funzionario dell’ Aeronautica di St. Paulo appartenente al gruppo Cindacta 1  di Tanabi (Centro integrato per la Difesa e Air Traffic Control)  (a 477 km da Sao Paulo). Quella regione aveva registrato strani casi di “traffico H” nello stesso periodo dell’attivita’ Ufo su Riolândia. “Credo che questo fenomeno sia da attribuire agli  UFO. Questa regione, tra il nord-ovest di São Paulo e Minas Gerais meridionale, è il punto di massima incidenza in Brasile”, ha affermato l’ufologo Ademar José Gevaerd . 
Il gruppo INAPE secondo Jorge Nery esiste dal 1996 e fa parte della Rete astronomica brasiliana. Il suo obiettivo è quello di suscitare l’interesse di carattere scientifico nei bambini, adulti e studenti. Pubblicizzato come il testimone del fenomeno studiato in Riolândia, Mauricio Pereira da Silva, 46 anni, si è detto “sollevato”, con il completamento dello studio fatto dal gruppo INAPE. Egli era gestore al momento dell’accaduto di una locanda che si trovava nella zona in cui è apparso il presunto UFO, alle cui affermazioni nessuno gli credette. 
“Molta gente mi aveva definito un pazzo, un bugiardo, e che volevo solo pubblicizzare la mia locanda.” Egli ha affermato di aver visto un UFO dalla finestra della cucina, quando si alzò per bere dell’acqua. Alcuni giorni dopo la prima apparizione, Mauricio Pereira da Silva aveva chiamato il fratello per trascorrere una veglia notturna, in attesa della comparsa degli “alieni”. “Quella notte siamo tornati sul posto. Verso le ore 3.00 AM abbiamo visto qualche cosa da lontano, ma quando ci siamo avvicinati, siamo rimasti paralizzati, come se avessimo dormito. Immagino di essere caduti in una sorta di ipnosi, perché solo dopo esserci svegliati ci siamo ritrovati alla locanda, in piedi, tre ore più tardi. Io e mio fratello non ricordavamo nulla “, ha dichiarato  Mauricio Pereira da Silva. Alcuni degli 11.000 abitanti di Riolândia avevano espresso disparati commenti sul caso. Alcuni di loro hanno affermato di aver visto il cielo pieno di luci colorate, altri avevano visto il flusso di una colonna d’acqua nell’oggetto, come se l’acqua veniva risucchiata. 
Ci sono anche quelli che affermano di aver visto creature simili a cani che camminavano su due gambe per poi prendere i volo.
Mauricio Pereira da Silva ha lasciato la locanda e ora vive con la sua famiglia a São José do Rio Preto, ma trascorre la settimana a lavorare come pescatore su una casa galleggiante sul fiume Grande. “E ‘qualcosa che non si dimentica, mai.Vivo da solo tutta la settimana,e non ho paura degli alieni” ha concluso Mauricio Pereira da Silva.

Attività UFO nella regione nord-occidentale di San Paolo (Brasile)

 Jorge Nery
Fonte di riferimento
Alcuni Ufologi affermano che degli UFO avrebbero visitato alcune città dello stato di São Paulo nel 2008.Questa ipotesi deriva da alcune tracce rilevate in un campo di canna da zucchero di Riolândia (555 km da Sao Paulo) che secondo gli ufologi sarebbero state provocate da un UFO (oggetto volante non identificato).

Agroglifo scoperto nei campi di canna da zucchero in Riolância dopo gli avvistamenti di luci e oggetti volanti non identificati.
Completato questo mese, il “Dossier Riolândia” è stato prodotto da alcuni ufologi del gruppo INAPE (Institute of Astronomy and Space Research), che avevamo studiato l’accaduto sei anni fa. La ricerca condotta da questo gruppo non è stata riportata nelle pubblicazioni scientifiche. “
In un caso come questo, di solito si aspetta qualche anno per vedere se l’evento si ripete in modo ciclico. Oggi possiamo dire che si trattava di un fenomeno extraterrestre soprannaturale”, ha affermato l’ingegnere elettrico Jorge Nery, del gruppo INAPE, con sede a Araçatuba (527 km dalla capitale). 
L’Air Force non ha espresso alcun commento sul caso, ma ha riferito che le registrazioni di “oggetti volanti non identificati” che avvengono in Comdabra (l’Aerospace Defense Command del Brasile) vengono inviati agli archivi nazionali a Rio de Janeiro. Sempre secondo l’Air Force ci sono oltre 700 documenti disponibili presso gli Archivi Nazionali che sono stati messi a disposizione per la consultazione pubblica, i quali riportano le segnalazioni inoltrate tra gli anni 1950-2012. Questi presunti oggetti volanti che emettono forti fasci di luce sono stati osservati dai residenti e turisti nella localita’ di Riolândia il ​​20 gennaio 2008. Questi fenomeni si sono ripetuti alternativamente fino al mese successivo, per poi scomparire definitivamente. Secondo gli ufologi, queste sfere luminose avrebbero lasciato dei segni circolari attraverso lo schiacciamento delle piante di canne da zucchero alte circa due metri, come se fossero state “piegate” .Uno di queste piante era di 6 cm di diametro e altre due, di circa 3 cm ciascuna.L’ipotesi di un tornado era stata scartata poiche’ nelle vicinanze non venivano rilevate altre colture danneggiate. Se fosse stato il vento la causa, i fiori degli alberi da cocco all’ingresso della fattoria si sarebbero rotti e la frutta sarebbe caduta a terra, ha affermato Jorge Nery.
Nella ricerca era stato utilizzato anche un dispositivo che misura la radiazione .”Non abbiamo osservato alcun cambiamento di valori ne’ l’aumento della temperatura.” Inoltre erano trovate delle impronte strane, sulle quali i ricercatori non riuscirono a giungere ad alcuna conclusione. 
In tutto, 11 ricercatori avevano lavorato sul caso, tra cui un giapponese che partecipava informalmente attratto  dalle presunte apparizioni, Il gruppo comprendeva,ufologi, agronomi, geografi, meteorologi,  tecnici che lavorano per la sicurezza, esperti nella coltivazione delle canne da di zucchero e tecnici nel campo dell’elettronica. Secondo l’ufologo Ademar José Gevaerd l’Aeronautica era a conoscenza dell’attività UFO nella regione nord-occidentale di San Paolo, dove si trova la localita’ di Riolândia. L’indiscrezione e’ stata riferita da un funzionario dell’ Aeronautica di St. Paulo appartenente al gruppo Cindacta 1  di Tanabi (Centro integrato per la Difesa e Air Traffic Control)  (a 477 km da Sao Paulo). Quella regione aveva registrato strani casi di “traffico H” nello stesso periodo dell’attivita’ Ufo su Riolândia. “Credo che questo fenomeno sia da attribuire agli  UFO. Questa regione, tra il nord-ovest di São Paulo e Minas Gerais meridionale, è il punto di massima incidenza in Brasile”, ha affermato l’ufologo Ademar José Gevaerd . 
Il gruppo INAPE secondo Jorge Nery esiste dal 1996 e fa parte della Rete astronomica brasiliana. Il suo obiettivo è quello di suscitare l’interesse di carattere scientifico nei bambini, adulti e studenti. Pubblicizzato come il testimone del fenomeno studiato in Riolândia, Mauricio Pereira da Silva, 46 anni, si è detto “sollevato”, con il completamento dello studio fatto dal gruppo INAPE. Egli era gestore al momento dell’accaduto di una locanda che si trovava nella zona in cui è apparso il presunto UFO, alle cui affermazioni nessuno gli credette. 
“Molta gente mi aveva definito un pazzo, un bugiardo, e che volevo solo pubblicizzare la mia locanda.” Egli ha affermato di aver visto un UFO dalla finestra della cucina, quando si alzò per bere dell’acqua. Alcuni giorni dopo la prima apparizione, Mauricio Pereira da Silva aveva chiamato il fratello per trascorrere una veglia notturna, in attesa della comparsa degli “alieni”. “Quella notte siamo tornati sul posto. Verso le ore 3.00 AM abbiamo visto qualche cosa da lontano, ma quando ci siamo avvicinati, siamo rimasti paralizzati, come se avessimo dormito. Immagino di essere caduti in una sorta di ipnosi, perché solo dopo esserci svegliati ci siamo ritrovati alla locanda, in piedi, tre ore più tardi. Io e mio fratello non ricordavamo nulla “, ha dichiarato  Mauricio Pereira da Silva. Alcuni degli 11.000 abitanti di Riolândia avevano espresso disparati commenti sul caso. Alcuni di loro hanno affermato di aver visto il cielo pieno di luci colorate, altri avevano visto il flusso di una colonna d’acqua nell’oggetto, come se l’acqua veniva risucchiata. 
Ci sono anche quelli che affermano di aver visto creature simili a cani che camminavano su due gambe per poi prendere i volo.
Mauricio Pereira da Silva ha lasciato la locanda e ora vive con la sua famiglia a São José do Rio Preto, ma trascorre la settimana a lavorare come pescatore su una casa galleggiante sul fiume Grande. “E ‘qualcosa che non si dimentica, mai.Vivo da solo tutta la settimana,e non ho paura degli alieni” ha concluso Mauricio Pereira da Silva.

Colin Andrews; un intelligenza sta interagendo con la nostra società

Fonte di riferimento
Meglio conosciuto per i suoi decenni trascorsi nella ricerca sui cerchi nel grano UFO e per le sue apparizioni e presentazioni sui media e nelle conferenze tenutesi in tutto il mondo, Colin Andrews introduce nuovi risultati sulla ricerca di una intelligenza che sta interagendo con la nostra società stabiliendo una sua presenza nella coscienza globale.

Colin Andrews è un ricercatore di fenomeni insoliti che attualmente sta godendo di una rinascita fiorente per l’ interesse pubblico e da parte dei media. Colin è conosciuto in tutto il mondo per il suo lavoro di ricerca pionieristica sui cerchi nel grano (un termine da lui coniato) e sul fenomeno UFO. Egli ha recentemente attirato l’attenzione internazionale con la sua scoperta delle anomalie radar in Australia, successivamente spiegata dall’Australian Bureau of Meteorology. Colin Andrews e’ co-autore di due libri bestseller e autore di quattro classici della scienza alternativa. Il suo sito web www.colinandrews.net è classificato come il 715.400 ° sito più popolare in tutto il mondo, una notevole classifica, con punte di 23.000 visitatori al giorno.
Colin ha un alto profilo pubblico, apparendo in oltre 100 documentari televisivi tra cui produzioni del National Geographic, Discovery e Misteri della Storia. Ultimamente è stato descritto in due documentari rilasciati nel 2012 da National Geographic e dalla televisione norvegese. E ‘un eccellente oratore preferito dalle televisioni e radio presso le quali ha partecipato ai loro programmi e conferenze tenutesi in tutto il mondo attirando l’interesse di una vasta gamma di pubblico. L’umanità è sull’orlo di un enorme cambiamento. 
Più che un cambio di paradigma, la coscienza umana è impegnata in un processo di integrazione con una mente superiore il cui processo avviene attraverso incontri con una realtà non ordinaria per via della sua stranezza.
Che cosa sono esattamente questi fenomeni? Sono incidenti che sfidano le leggi che governano la nostra fisica e l’aspettativa della nostra esperienza. 
Essi comprendono interazioni con gli UFO, sfere di luce, suoni strani, e cerchi nel grano misteriosamente fatti e alterati da una coscienza o percezione.
Potrebbero anche essere Interpetrati come dei messaggi di cari defunti, il senso di interazione con una presenza sconosciuta, risposte alla preghiera, la guarigione spontanea e sincronicità che ci portano a capire il significato degli eventi apparentemente casuali. Tali eventi rappresentano una interfaccia con l’ignoto, una interazione con parti della realtà che ancora non comprendiamo.Questi fenomeni non sono paranormali o soprannaturali, anche se entrambe le parole sono usate per descriverli in questo modo. Piuttosto questi fenomeni sono una normale e naturale visione del mondo e che siamo attualmente in una fase di introduzione in quella realta’ che un giorno dovremmo abitare. Queste interazioni sono la creazione di un cambiamento del paradigma risultante da una nuova visione della realtà.
Fonte Video:UFOTVstudios

Colin Andrews; un intelligenza sta interagendo con la nostra società

Fonte di riferimento
Meglio conosciuto per i suoi decenni trascorsi nella ricerca sui cerchi nel grano UFO e per le sue apparizioni e presentazioni sui media e nelle conferenze tenutesi in tutto il mondo, Colin Andrews introduce nuovi risultati sulla ricerca di una intelligenza che sta interagendo con la nostra società stabiliendo una sua presenza nella coscienza globale.

Colin Andrews è un ricercatore di fenomeni insoliti che attualmente sta godendo di una rinascita fiorente per l’ interesse pubblico e da parte dei media. Colin è conosciuto in tutto il mondo per il suo lavoro di ricerca pionieristica sui cerchi nel grano (un termine da lui coniato) e sul fenomeno UFO. Egli ha recentemente attirato l’attenzione internazionale con la sua scoperta delle anomalie radar in Australia, successivamente spiegata dall’Australian Bureau of Meteorology. Colin Andrews e’ co-autore di due libri bestseller e autore di quattro classici della scienza alternativa. Il suo sito web www.colinandrews.net è classificato come il 715.400 ° sito più popolare in tutto il mondo, una notevole classifica, con punte di 23.000 visitatori al giorno.
Colin ha un alto profilo pubblico, apparendo in oltre 100 documentari televisivi tra cui produzioni del National Geographic, Discovery e Misteri della Storia. Ultimamente è stato descritto in due documentari rilasciati nel 2012 da National Geographic e dalla televisione norvegese. E ‘un eccellente oratore preferito dalle televisioni e radio presso le quali ha partecipato ai loro programmi e conferenze tenutesi in tutto il mondo attirando l’interesse di una vasta gamma di pubblico. L’umanità è sull’orlo di un enorme cambiamento. 
Più che un cambio di paradigma, la coscienza umana è impegnata in un processo di integrazione con una mente superiore il cui processo avviene attraverso incontri con una realtà non ordinaria per via della sua stranezza.
Che cosa sono esattamente questi fenomeni? Sono incidenti che sfidano le leggi che governano la nostra fisica e l’aspettativa della nostra esperienza. 
Essi comprendono interazioni con gli UFO, sfere di luce, suoni strani, e cerchi nel grano misteriosamente fatti e alterati da una coscienza o percezione.
Potrebbero anche essere Interpetrati come dei messaggi di cari defunti, il senso di interazione con una presenza sconosciuta, risposte alla preghiera, la guarigione spontanea e sincronicità che ci portano a capire il significato degli eventi apparentemente casuali. Tali eventi rappresentano una interfaccia con l’ignoto, una interazione con parti della realtà che ancora non comprendiamo.Questi fenomeni non sono paranormali o soprannaturali, anche se entrambe le parole sono usate per descriverli in questo modo. Piuttosto questi fenomeni sono una normale e naturale visione del mondo e che siamo attualmente in una fase di introduzione in quella realta’ che un giorno dovremmo abitare. Queste interazioni sono la creazione di un cambiamento del paradigma risultante da una nuova visione della realtà.
Fonte Video:UFOTVstudios

Il linguaggio universale dei Crop Circles

 Fonte di riferimento
Vi è un linguaggio universale, il cui valore è sempre stato lo stesso dall’inizio del tempo tra tutte le civiltà apparse sulla terra. Questo linguaggio è valido non solo per gli abitanti del nostro pianeta, ma può anche essere compreso e interpretato da qualsiasi civiltà extraterrestre: il linguaggio dei simboli.

Questi simboli apparvero gia’ nei primi graffiti dell’uomo preistorico e appartengono agli archetipi che ciascuno di noi possiede.

Inoltre, anche Carl Gustav Jung aveva teorizzato che l’inconscio contiene la luce di alcune informazioni innate ed ereditate in modo impersonale e che costituiscono l ‘”inconscio collettivo. 
Esso non ha nulla a che fare con l’inconscio personale, che deriva direttamente dall’esperienza della persona. Si è speculato che gli archetipi sarebbero stati introdotti nei nostri geni dai nostri creatori, quando le catene di DNA ci consentirono di diventare gli Homo erectus e successivamente gli Homo sapiens. Ma al di là della provenienza di questi archetipi, a cosa si riferiscono i cerchi nel grano? Essi rappresentano in modo semplice e visivamente questi archetipi in pittogrammi le cui figure appaiono attraverso i tipici simboli della geometria sacra, per cui le figure hanno un insieme di relazioni e formule che sono considerate una proiezione approssimativa del sacro e questo ci permetterebbe di entrare in contatto con le emanazioni di energia proveniente dal cosmo.
Tra le fila della geometria sacra come indicato dalla sequenza di Fibonacci, un rapporto numerico che è la base di tutta l’essenza della vita e non vita si trovano quelle proporzioni tra il corpo umano e la struttura del DNA,come nel girasole e nelle galassie a spirale. 
Questa sequenza prima della decodifica avvenuta nel XII secolo dallo studioso di Fibonacci, era già stata utilizzata nella geometria sacra di tutte le antiche civiltà. Uno dei riferimenti più chiari è la spirale di Fibonacci, che è apparsa a Stonehenge il 7 Luglio 1996. Un altro simbolo ricorrente è quello dei sette chakra.  Secondo la tradizione indù, lungo la nostra spina dorsale, ci sono sette vortici di energia che, se attivati, ci collegano con l’energia dell’universo e ci permette di raggiungere un livello superiore di coscienza e persino autoguarirci.
Tra i cerchi nel grano che rappresentano i 7 chakra il più esplicito e sorprendente è apparso in Persey nel mese di luglio 2004. Molti pittogrammi apparsi negli ultimi anni ci mostrano dei frattali, cioè modelli geometrici il cui aspetto generale è identico alla sua particella più infinitesimale.
Attraverso la matematica frattale si vuole supportare la moderna teoria dell’universo olografico, secondo cui – come in un ologramma proiettato da un laser, se isolata, l’intera immagine viene replicata per cui ogni individuo sarebbe una parte della plenaria e allo stesso tempo, sarebbe il Tutto, o, se vogliamo dirla in altro modo, “egli è l’immagine e somiglianza di Dio”.
In Avebury Manor, 15 luglio 2008 apparve un crop circle raffigurante il nostro sistema solare e di un nuovo sistema planetario con dettagliate orbite planetarie. Forse era Nibiru “Il pianeta degli Dei”, che dovrebbe tornare?
In breve, lo scopo dei simboli dei cerchi nel grano è quello di ricordarci chi siamo, quali sono le leggi che regolano la vita e il cambiamento radicale che sono già in atto. La cosa più importante non è capire in modo razionale, ma “ascoltare” le risonanze che avvengono dentro di noi. Come archetipi, infatti, questi simboli sono in grado di ricordare e risvegliare, in maniera più o meno inconscia, la conoscenza che già portiamo dentro.

Il linguaggio universale dei Crop Circles

 Fonte di riferimento
Vi è un linguaggio universale, il cui valore è sempre stato lo stesso dall’inizio del tempo tra tutte le civiltà apparse sulla terra. Questo linguaggio è valido non solo per gli abitanti del nostro pianeta, ma può anche essere compreso e interpretato da qualsiasi civiltà extraterrestre: il linguaggio dei simboli.

Questi simboli apparvero gia’ nei primi graffiti dell’uomo preistorico e appartengono agli archetipi che ciascuno di noi possiede.

Inoltre, anche Carl Gustav Jung aveva teorizzato che l’inconscio contiene la luce di alcune informazioni innate ed ereditate in modo impersonale e che costituiscono l ‘”inconscio collettivo. 
Esso non ha nulla a che fare con l’inconscio personale, che deriva direttamente dall’esperienza della persona. Si è speculato che gli archetipi sarebbero stati introdotti nei nostri geni dai nostri creatori, quando le catene di DNA ci consentirono di diventare gli Homo erectus e successivamente gli Homo sapiens. Ma al di là della provenienza di questi archetipi, a cosa si riferiscono i cerchi nel grano? Essi rappresentano in modo semplice e visivamente questi archetipi in pittogrammi le cui figure appaiono attraverso i tipici simboli della geometria sacra, per cui le figure hanno un insieme di relazioni e formule che sono considerate una proiezione approssimativa del sacro e questo ci permetterebbe di entrare in contatto con le emanazioni di energia proveniente dal cosmo.
Tra le fila della geometria sacra come indicato dalla sequenza di Fibonacci, un rapporto numerico che è la base di tutta l’essenza della vita e non vita si trovano quelle proporzioni tra il corpo umano e la struttura del DNA,come nel girasole e nelle galassie a spirale. 
Questa sequenza prima della decodifica avvenuta nel XII secolo dallo studioso di Fibonacci, era già stata utilizzata nella geometria sacra di tutte le antiche civiltà. Uno dei riferimenti più chiari è la spirale di Fibonacci, che è apparsa a Stonehenge il 7 Luglio 1996. Un altro simbolo ricorrente è quello dei sette chakra.  Secondo la tradizione indù, lungo la nostra spina dorsale, ci sono sette vortici di energia che, se attivati, ci collegano con l’energia dell’universo e ci permette di raggiungere un livello superiore di coscienza e persino autoguarirci.
Tra i cerchi nel grano che rappresentano i 7 chakra il più esplicito e sorprendente è apparso in Persey nel mese di luglio 2004. Molti pittogrammi apparsi negli ultimi anni ci mostrano dei frattali, cioè modelli geometrici il cui aspetto generale è identico alla sua particella più infinitesimale.
Attraverso la matematica frattale si vuole supportare la moderna teoria dell’universo olografico, secondo cui – come in un ologramma proiettato da un laser, se isolata, l’intera immagine viene replicata per cui ogni individuo sarebbe una parte della plenaria e allo stesso tempo, sarebbe il Tutto, o, se vogliamo dirla in altro modo, “egli è l’immagine e somiglianza di Dio”.
In Avebury Manor, 15 luglio 2008 apparve un crop circle raffigurante il nostro sistema solare e di un nuovo sistema planetario con dettagliate orbite planetarie. Forse era Nibiru “Il pianeta degli Dei”, che dovrebbe tornare?
In breve, lo scopo dei simboli dei cerchi nel grano è quello di ricordarci chi siamo, quali sono le leggi che regolano la vita e il cambiamento radicale che sono già in atto. La cosa più importante non è capire in modo razionale, ma “ascoltare” le risonanze che avvengono dentro di noi. Come archetipi, infatti, questi simboli sono in grado di ricordare e risvegliare, in maniera più o meno inconscia, la conoscenza che già portiamo dentro.

Misteriose forme individuate sul fondo del Mare di Barents, Norvegia

Fonte di riferimento
I ricercatori hanno scoperto sui fondali del Mare di Barents diverse forme strane, a nord della Norvegia. Una delle forme nisura 1000 metri di lunghezza, 60 metri di larghezza e si trova a otto metri di profondità sul fondo del mare.

“Abbiamo rilevato forme di cuori, altre somiglianti a animali, personaggi arabi e disegni illeggibili”, ha dichiarato Hanne Hodnesdal del progetto MAREANO . 
“Inoltre e’ stata individuata la forma di un enorme freccia. Notare anche le ‘tracce’di Hodnesdal scoperte due anni fa, quando il governo aveva stanziato dei fondi per l’esplorazione dei fondali,e che non avrebbe mai immaginato di scoprire queste strane forme. poiche’ ci si aspettava che il terreno sarebbe stato relativamente piatto”
Il terreno è stato mappato con l’aiuto di impulsi sonori. 
La distanza dalla superficie è stata determinata misurando il ritardo tra la trasmissione di un impulso e la ricezione del riflesso dell’impulso stesso.La cresta superiore ha una larghezza di oltre 170 metri ed e’ alta sei metri. Ancora non è chiaro come la cresta si sia formata.

Misteriose forme individuate sul fondo del Mare di Barents, Norvegia

Fonte di riferimento
I ricercatori hanno scoperto sui fondali del Mare di Barents diverse forme strane, a nord della Norvegia. Una delle forme nisura 1000 metri di lunghezza, 60 metri di larghezza e si trova a otto metri di profondità sul fondo del mare.

“Abbiamo rilevato forme di cuori, altre somiglianti a animali, personaggi arabi e disegni illeggibili”, ha dichiarato Hanne Hodnesdal del progetto MAREANO . 
“Inoltre e’ stata individuata la forma di un enorme freccia. Notare anche le ‘tracce’di Hodnesdal scoperte due anni fa, quando il governo aveva stanziato dei fondi per l’esplorazione dei fondali,e che non avrebbe mai immaginato di scoprire queste strane forme. poiche’ ci si aspettava che il terreno sarebbe stato relativamente piatto”
Il terreno è stato mappato con l’aiuto di impulsi sonori. 
La distanza dalla superficie è stata determinata misurando il ritardo tra la trasmissione di un impulso e la ricezione del riflesso dell’impulso stesso.La cresta superiore ha una larghezza di oltre 170 metri ed e’ alta sei metri. Ancora non è chiaro come la cresta si sia formata.

Il Crop Circle di Cooks Plantation, Beckhampton, Wiltshire annuncia il il ritorno di Quetzalcoatl

Fonte di riferimento cropcircleconnector.com
Immagini di Philippe Ullens Copyright
Potrebbe questa nuova formazione in stile maya comparsa a Cooks Plantation il 23 Agosto 2013 annunciare il ritorno di Quetzalcoatl, il leggendario antico dio dell’America centrale?

Una nuova foto del raccolto di Cooks Plantation risale al 23 agosto 2013 e mostra molti motivi Maya. 
In primo luogo essa mostra un anello di 13 simboli Maya dalla forma quadrata ed a spirale che simboleggiano il “tempo”. In questo caso, essi simboleggiano chiaramente i “13 baktun” del nuovo calendario del Lungo Computo, che sarebbe iniziato il 22 dicembre o il 24 maggio 2013: 
Nella terminologia della matematica Maya, l’ultimo calendario del Lungo Computo appena concluso fa riferimento alla data del 13.0.0.0.0, mentre un nuovo calendario di 5000 anni è appena iniziato, prefissando la data corrente di 13.0.0.12.3 o 0.0.0.12. 3 che corrisponde al 23 agosto 2013. 
In effetti, possiamo vedere attraverso un accurata ispezione di questa nuova immagine una punta “che indica l’ora dell’orologio a mano”, che ruota leggermente in senso orario mantenendo una posizione verticale.
Guardando accanto alla parte centrale di questa immagine, possiamo vedere una immagine simbolica del volto del “Serpente Piumato Quetzalcoatl “, un leggendario dio dell’antica America centrale risalente al tempo di Cristo. 
Sotto la sua guida, i Maya avevano fatto grandi progressi nelle costruzioni, l’agricoltura, la matematica, l’astronomia e la spiritualità. 
I Maya sarebbero venuti da molto lontano, forse provenienti dall’ Europa, o forse dalle stelle? Abbiamo a nostra disposizione diverse immagini autentiche di Quetzalcoatl dell’antica America Centrale, una delle quali è mostrata nella diapositiva di cui sopra che sarebbe stata scolpita a La Venta in America centrale intorno al 50-100 dC. Essa mostra un uomo dalla pelle bianca, dall’ aspetto europeo con un naso in stile romano che indossa un cappello da giullare trilobato. Altrove nella stessa scultura, esso viene mostrato mentre stringe la mano a un nativo Olmeco o Maya. Sul suo orecchio sinistro si può vedere un qualche tipo di dispositivo di comunicazione.
I suoi lobi delle orecchie sono decisamente più lunghi rispetto a quelli tipici dei moderni umani.Queste inusuali caratteristiche facciali sembrano corrispondere alla descrizione di altri esseri umani in visita sulla Terra provenienti dalle Pleiadi, che sono stati descritti dal controverso contattista Svizzero chiamato Billy Meier. Egli afferma che i Pleiadiani avrebbero un aspetto quasi umano, tranne i lobi delle orecchie che sono più lunghi. 
Quando confrontiamo entrambe le immagini di Quetzalcoatl con la parte centrale di questo nuova formazione possiamo vedere il “cappello da giullare”, sulla parte superiore e due “sopracciglia oblique” .
Più in basso, vi sono due grandi cerchi appiattiti dsimili a “due occhi”, una falce lunare rivolta verso il basso che rappresenta il suo “naso”, due “lunghi lobi delle orecchie” (ciascuno con tre punti), verso il basso-appeso dei “baffi” e nella parte inferiore un “pizzetto” triangolare.
Le due “sopracciglia”, sono state suddivise in due distinti modelli di tratteggio incrociato.Il sopracciglio sinistro e’ composto da 7 x 11 suddivisioni, mentre il suo sopracciglio destro da 6 x 11 suddivisioni.

Il Pi greco contenuto nel Crop Circle di Etchilhampton Hill ,Devizes, Wiltshire.

Fonte di riferimento cropcircleconnector.com
Immagini di Jim Peyton Copyright
Una complessa e intelligente combinazione di “numeri in codice” 0-1-2-3-3-3 è stata disegnata nelle colture a Etchilhampton Hill il 19 agosto 2013. Cosa potrebbero significare questi numeri?



Alcune di queste immagini spesso codificano dei rebus molto intelligenti di natura matematica. Una nuova foto della formazione comparsa nel raccolto di Etchilhampton Hill mostra molte variazioni sottili nelle sue parti esterne rispetto alla formazione comparsa il 1°giugno 2008. Questo disegno ci porta a cercare qualche “numero di codice” che potrebbe spiegare tali variazioni? In qualche modo, la nuova formazione ricorda quella creata nelle colture il 1°giugno 2008 nelle vicinanze Castello di Barbury il cui significato e’ stato interpetrato dall’ astrofisico Mike Reed. Possiamo vedere tre puntini sul lato sinistro su entrambe le immagini, così come un piccolo cerchio rotondo appena sopra i centri delle due immagini. La nuova foto del Crop Circle di Etchilhampton mostra anche due anelli sottili nelle sue parti esterne. Presso il Castello di Barbury nel giugno del 2008, una serie di rotazioni angolari sono state codificate abilmente come la spirale di Archimede. 
Ogni rotazione angolare, partendo dal centro, forniva una diversa cifra della costante fondamentale del PI.GRECO=3,141592654. La sua prima cifra “3” è stata codificata da una rotazione di 3 x 36 o = 108 o, seguita da un “punto decimale”. Il numero “1” è stato codificato da una rotazione di 1 x 36 o = 36 o, mentre la cifra “4” è stato codificata da una rotazione di 4 x 36 o = 144 O, e così via.Potrebbero gli autori di questi disegni avere codificato un sistema analogo che compare in questa nuova immagine? Con la variazione di colore dal giallo-arancio al blu, possiamo vedere bene i dettagli e le punte delle sei “grandi frecce” che compaiono nel Crop Circle di Etchilhampton Hill che sembrano variare di dimensioni se viste in senso antiorario intorno al loro perimetro.