Uno strano oggetto visto emergere da una nube sovrastante il vulcano Popocatépetl, Messico

Molto si è detto sulle elevate capacità degli UFO di mimetizzarsi con lo sfondo d cielo e interagire elettromagneticamente con le molecole presenti nell’atmosfera terrestre.
E se le nubi venissero utilizzate da tali dispositivi come una sorta di cortina fumogena in modo da risultare invisibili all’occhio umano? Continue reading

Aste volanti “rods”viste sfrecciare sopra il vulcano Popocatepetl

Molte sono le persone convinte che le aste volanti non sono altro che delle entità biologiche extraterrestri; mentre altre sono dell’idea che tali anomalie volanti possono essere attribuite al volo di una sconosciuta specie di insetti invisibili ad occhio nudo . Continue reading

La prova che gli alieni stanno monitorando le attività della NASA?

ufo-international-space-station

Il video contenente alcuni timelapse catturati dalla videocamera allocata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale ha indotto l’ufologo Scott Waring a esporre la teoria che le luci pulsanti individuate nelle immediate vicinanze della ISS potrebbe rappresentare la prova definitiva dell’interesse degli alieni per le numerose attività scientifiche che quotidianamente vengono condotte oltre l’atmosfera terrestre. Continue reading

Chi o cosa continua ad accanirsi contro i voli privati dello SpaceX?

spacex

Dei visitatori galattici provenienti da un altro pianeta stanno forse boicottando i lanci di prova programmati da agenzie private senza scrupoli il cui unico scopo è quello di trarre profitto dal pericoloso turismo spaziale e dalla prossima colonizzazione di Marte? Continue reading

L’impotenza della scienza nell’affrontare alcuni inspiegabili avvistamenti UFO

UFO and military_thumb[1]

L’accettazione del nostro antropocentrico ruolo esercitato in un contesto universale ci costringe a volte a dover accettare remissivamente che molto probabilmente potremmo essere veramente gli unici esseri intelligenti ad aver avuto la fortuna di nascere su di un pianeta unico nel suo genere, che per via delle sue particolari condizioni ambientali potrebbe aver attirato anche l’attenzione di una qualche intelligenza extraterrestre in via d’estinzione. Continue reading

Le prove fisiche degli UFO

Ufo Peter Andreas Sturrock

“Se in effetti dovessero risultare delle prove fisiche rilevanti e se queste prove venissero attentamente raccolte e analizzate attraverso delle analisi che potrebbero condurre all’identificazione di alcuni fatti riguardanti il fenomeno UFO, allora è il momento giusto per gli scienziati per fare un passo indietro e chiedersi a cosa associare tutti questi fatti apparentemente inspiegabili”.
“Se questi fatti sono cosi’ evidenti da portarci ad una conclusione definitiva, allora potrebbe essere giunta l’ora per affrontare le più bizzarre questioni . Se, ad esempio, si scopre che tutte le prove fisiche sono coerenti con un’interpretazione mondana sulle cause che potrebbero portare ad avvistare degli UFO, allora non sussistono più motivi per continuare a speculare sul ruolo degli esseri extraterrestri. Se, d’altra parte, l’analisi delle prove fisiche ci possono permettere di mettere in evidenza che gli oggetti volanti correlati con i numerosi rapporti UFO possono provenire dal di fuori del sistema solare, allora si deve considerare molto seriamente che il fenomeno potrebbe coinvolgere non solo dei veicoli extraterrestri ma probabilmente anche degli esseri extraterrestri.”
La citazione di cui sopra viene da Peter Andreas Sturrock, un prestigioso scienziato britannico e professore emerito di Fisica Applicata presso la Stanford University. Sturrock che insieme a un certo numero di altri scienziati di rilievo di tutto il mondo si sono riuniti nel corso del 1990 al fine di esaminare la prova fisica che potrebbe essere associata con il fenomeno UFO.
Un esempio illustrato da Sturrock nella sua analisi, è stata una foto scattata da due piloti della Royal Canadian Air Force il 27 agosto 1956, in McCleod, Alberta, Canada.Richard Haines ha presentato una sintesi della sua vasta ricerca concentratasi su alcuni rapporti redatti dai piloti subito dopo un’avvistamento UFO. La sua ricerca gli ha permesso di catalogare oltre 3.000 rapporti provenienti dai piloti, di cui circa il 4% coinvolgono dei fenomeni elettromagnetici transitori che presumibilmente erano legati alla presenza nel cielo di strani oggetti volanti.
Un altro catalogo contenente dei casi relativi a degli incontri aerei con degli UFO (a cui si riferisce Velasco nella sezione 5 del documento ) è stato compilato da Weinstein (1997) come un progetto per conto del SEPRA GEPAN il cui catalogo contiene attualmente diverse centinaia di casi di incontri aerei con degli oggetti volanti non identificati .
Relazione su un sondaggio di Membri della American
Società Astronomica Per quanto riguarda il problema UFO

Gli Ufo temporaleschi

Electrifying UFOs

I fisici hanno scoperto il motivo per cui durante una tempesta nel cielo appaiono degli oggetti luminosi simili nella forma a dei dischi volanti. Questi fenomeni luminosi sono stati spesso osservati durante un forte temporale a seguito dell’emissione tra le nuvole di particolari onde gravitazionali.
L’esistenza di questo particolare tipo di “UFO”, generato da un fulmine, è stata avvalorata già nel 1924 dal premio Nobel Charles Wilson, creatore della famosa “camera” per la rilevazione delle particelle elementari.
Tuttavia, il primo di questi fenomeni meglio conosciuti come “sprite” è stato fotografato accidentalmente solo nel 1989.
Per loro natura, sono delle potenti scariche elettriche che si verificano ad un’altitudine di 50-100 chilometri, le quali tendono ad interessare un’area di diverse decine di chilometri in lunghezza e larghezza.
Gli “UFO ” temporaleschi di solito appaiono per un tempo molto breve circa un centinaio di millisecondi soprattutto dopo una scarica elettrica particolarmente forte. Grazie alla luminosità molto elevata di questi “fantasmi” o “sprite” non è difficile osservarli ad occhio nudo mentre si manifestano con tutta la loro inquietante magnificenza.
Alcuni calcoli hanno dimostrato che gli “sprite” si verificano durante i temporali a causa del modo in cui le onde gravitazionali atmosferiche influenzano lo stato del campo elettrico che si orma sopra e sotto le nuvole temporalesche .
Il sottostante filmato pubblicato da z1 sembra avvalorare i risultati ottenuti da questa ricerca nonostante che gli oggetti luminosi rilevati in prossimità’ della cellula temporalesca sembrano comportarsi in modo insolito. Infatti le sfere luminose tendono a stazionare immobili nel cielo e in alcuni casi seguire in modo uniforme una traiettoria ascendente.

https://www.youtube.com/watch?v=U1cL7zZSWiw

Enorme “Rods” immortalato su Mount Democrat,Colorado

ufovni 2

Le Montagne Rocciose del Nord America sembrano essere diventate una sorta di portale attraverso il quale si sarebbe instaurato un legame con delle ipotetiche dimensioni ultraterrene popolate da “skyfish”, delle entità solari dalla forma allungata meglio conosciute come aste volanti, invisibili presenze che molti associano a degli sconosciuti organismi biologici meglio descritti dal ricercatore messicano Jose’ Escamilla. Continue reading

Strani plasmoidi avvistati nei cieli di Sydney

luci nei cieli di Sydney

Una teoria postula che alcuni di questi spettacolari fenomeni luminosi chiamati earthlights siano da associarsi a delle emissioni elettromagnetiche in grado di alterare la coscienza le quali verrebbero istigate da livelli relativamente bassi di sollecitazioni sismiche.
Un’altra teoria propone che queste emissioni antropiche fortemente elettromagnetiche possano provenire da tralicci elettrici, sottostazioni energetiche, trasmettitori radio e generatori di microonde.
Nell’universo il plasma è di gran lunga la forma di materia più comune visto che esso costituisce oltre il 99% dell’universo visibile e forse più di ciò che non è visibile ad occhio nudo.
Il sottostante video pubblicato da mail mail news documenta l’avvistamento di strane sfere luminose osservate dal testimone nel cielo notturno sopra Sydney. Come al solito gli oggetti osservati sono diventati subito oggetto di numerose speculazioni da parte dei sostenitori della teoria degli UFO che come controparte si sono dovuti confrontare con il negazionismo proposto dal popolo degli scettici che a torto o a ragione riescono sempre a trovare una spiegazione a tutti i fenomeni aerei non identificati.
Il filmato girato nella parte ovest di Sydney mostra due luci rosse che sembrano stazionare immobili nel cielo alle quali si va ad aggiungere una terza sfera incandescente dalle dimensioni leggermente più piccole.
Il filmato che ha scatenato commenti esilaranti sui social media australiani non ha fatto altro che infittire il mistero che circonda queste luminescenti sfere che sempre più spesso vengono avvistate in varie parti del mondo.
Quello che appare certo è che questa volta gli oggetti luminosi osservati nei cieli di Sidney non possono essere spiegati razionalmente come lanterne cinesi
© Fonte Video:mail mail news

https://www.youtube.com/watch?v=v7tiHml6_j4

1866; gli Ufo avvistati durante il conflitto tra Argentina, Uruguay e Brasile

Bergantin Rio Paraguay New

La maggior parte delle persone credono che gli alieni stiano visitando la Terra con lo scopo di monitorare lo sviluppo e il comportamento del genere umano .
Solo quando l’umanità raggiungerà il necessario livello di sviluppo liberandosi dagli istinti sanguinari e predatori, solo allora essa potrà entrare a far parte dell’Unione Galattica quando delle civiltà extraterrestri ci riceveranno aprendo le loro porte in modo da condividere con noi le loro conoscenze e la corretta comprensione dell’universo.
Tornando alla questione degli storici avvistamenti UFO, un manoscritto risalente al 12 ° secolo, “Laurissenses Annali”, ricostruisce quello che potrebbe sembrare un’autentica manifestazione UFO avvenuta nel 776 durante l’assedio del castello di Sigiburg in Francia.
Durante l’assedio dei Sassoni da parte dei francesi in una delle tante battaglie per il controllo della nazione , un gruppo di oggetti a forma di piatto capovolto apparvero nel cielo rimanendo in bilico appena sopra la chiesa del villaggio.
Un altro caso storico è quello riportato durante il sanguinoso conflitto tra l’Argentina, Uruguay e Brasile. Quanto accaduto quel giorno rappresentò un evento significativo nella storia dell’ufologia del sud america .
Il 26 novembre 1866, un brigantino brasiliano sotto il comando del capitano. Augusto Leverger (che in seguito sarebbe stato elevato al titolo di Barone di Melgazó) stava navigando lungo il fiume Paraguay quando dal ponte della nave l’ufficiale osservò un insolito fenomeno celeste per il quale non riuscì a trovare una spiegazione logica.
L’evento è stato resocontato dal capitano Leverger nel modo seguente:
“Alle ore 5.47 del mattino il cielo era perfettamente limpido e il mare calmo. All’improvviso ho assistito alla comparsa di un globo luminoso che si muoveva eseguendo delle perfette manovre di 30 gradi verso Nord-Ovest, lasciando dietro di sé una fascia di luce dalla quale emergevano altri tre luminosi corpi circolari. La loro luce era molto più brillante di quella emessa dalla luna piena durante la bella stagione. Dopo 25 minuti di osservazione, che è stata condivisa anche dai membri dell’equipaggio della nave, tutto svanì di colpo senza che fu registrato alcun tipo di disturbo atmosferico. ”
In epoche più recenti, Wernher von Braun, così come molti altri ricercatori hanno sottolineato la necessità di prestare una particolare attenzione alla misteriosa manifestazione dei fulmini globulari che non dovrebbero affatto spiegare i numerosi avvistamenti Ufo . È quindi un azzardo associare la questione Ufo con alcuni inspiegabili fenomeni elettrici della natura, che in determinate condizioni creano suggestivi effetti nell’atmosfera?
Fonte di riferimento:inexplicata via Scott Corrales