Astronave interstellare o pixel alterato?

Il Large Il LaAngle spettrometric Coronagraph (LASCO) è solo uno di una serie di strumenti allestiti a bordo del satellite Solar and Heliospheric Observatory (SOHO). Le tre telecamere LASCOsono progettate per scattare foto con una risoluzione di unmegapixel . L’unità di base delle immagini di LASCO sono blocchi di 32×32 pixel. Se solo un bit dovesse venire a mancare o subire delle interferenze, come potrebbe verificarsi nel caso di forti disturbi elettromagnetici , l’intero blocco potrebbe riportare delle serie alterazioni.
Quando delle particelle cariche – elettroni e protoni – colpiscono lo spettro della fotocamera del satellite SOHO il Large Angle Coronagraph potrebbe subire sovrapposizioni di intere sezioni del sensibile rivelatore, facendo apparire strane macchie luminose nelle immagini catturate dalle fotocamere LASCO. Ilvideo pubblicato il 19 settembre 2016 da Streetcap1 mostra una di queste anomalie luminose che sempre più spesso tendono ad assumere l’aspetto di enormi astronavi o “Uccelli di Fuoco” spesso citati anche dagli antichi popoli mesopotamici e dell’antico Egitto . Si tratta solo di curiose coincidenze o c’è qualcosa di vero in tutte anomalie solari?

Misteriose fibre bianche cadono dal cielo in Arizona

capelli d'angelo
Tra i fenomeni ancora inspiegabili figurano  gli strani filamenti che cadono dal cielo, presumibilmente di origine artificiale, meglio conosciuti come “capelli d’angelo”, una strana sostanza fibrosa a volte gelatinosa costituita da lunghi filamenti traslucidi.

Questa misteriosa sostanza è stata associata spesso agli avvistamenti di oggetti volanti non identificati. Nell’ufologia e sul “web” il fenomeno è conosciuto anche come “bambagia silicea”o “Dono della Madonna.”

Gli scienziati che hanno tentato di studiare la composizione di questa strana sostanza fibrosa non sono ancora riusciti a spiegare la sua vera origine visto che la sua composizione molecolare non è ancora chiara. Uno di questi fenomeni è stato segnalato nella zona di Prescott una città della Contea Yavapai, nello stato americano dell’Arizona.
Un anno fa Cori Gunnells e Mari Scherbaun hanno scoperto queste misteriose fibre bianche dopo aver osservato il volo di tre aerei militari che lasciavano dietro dietro di sé quello che sembrava l’emissione di sostanze chimiche.
La cosa strana è che questo fenomeno si è ripetuto di recente nella stessa zona.
Spesso queste fibre bianche sono state riportate dai media a seguito delle testimonianze relative all’avvistamento di aerei militari.
Dopo che i due attivisti hanno analizzato i campioni si è scoperto che le sostanze emesse dagli aerei contenevano delle fibre prodotte presumibilmente attraverso la geo-ingegneria visto che erano composte da stronzio, bario e alluminio, un cocktail perfetto costituito da alti livelli di sostanze tossiche per la salute dell’uomo. Ora che queste fibre sono ricomparse, gli attivisti sono intenzionati ad analizzare con maggiore cura la composizione e la tossicità di queste misteriose fibre. La ricercatrice Lisa Haven ritiene che il governo stia conducendo un segreto programma finalizzato alla manipolazione dell’atmosfera attraverso l’irrorazione di letali sostanze chimiche .
Alcuni ritengono che il vero scopo di queste irrorazioni è quello di diffondere malattie mortali in modo da controllare la demografia del pianeta.
Inoltre, alcuni sospettano che utilizzando la geoingegneria si possano creare degli agenti biologici in grado di controllare la popolazione; il tutto mentre i rappresentanti del governo americano sostengono che le scie rilasciate degli aerei non sono altro che del vapore e condensa d’alta quota.
Per i sostenitori della teoria della cospirazione questi filamenti rappresentano la prova inconfutabile che il governo americano sta conducendo in gran segreto degli esperimenti per il controllo dell’ambiente e della popolazione.
Oltre alla geo ingegneria, alcune sostanze chimiche sarebbero state introdotte negli alimenti, nell’acqua e nel corpo attraverso l’assunzione di minuscoli microchip.
© Fonte Video: Lisa Haven

Misteriose fibre bianche cadono dal cielo in Arizona

capelli d'angelo
Tra i fenomeni ancora inspiegabili figurano  gli strani filamenti che cadono dal cielo, presumibilmente di origine artificiale, meglio conosciuti come “capelli d’angelo”, una strana sostanza fibrosa a volte gelatinosa costituita da lunghi filamenti traslucidi.

Questa misteriosa sostanza è stata associata spesso agli avvistamenti di oggetti volanti non identificati. Nell’ufologia e sul “web” il fenomeno è conosciuto anche come “bambagia silicea”o “Dono della Madonna.”

Gli scienziati che hanno tentato di studiare la composizione di questa strana sostanza fibrosa non sono ancora riusciti a spiegare la sua vera origine visto che la sua composizione molecolare non è ancora chiara. Uno di questi fenomeni è stato segnalato nella zona di Prescott una città della Contea Yavapai, nello stato americano dell’Arizona.
Un anno fa Cori Gunnells e Mari Scherbaun hanno scoperto queste misteriose fibre bianche dopo aver osservato il volo di tre aerei militari che lasciavano dietro dietro di sé quello che sembrava l’emissione di sostanze chimiche.
La cosa strana è che questo fenomeno si è ripetuto di recente nella stessa zona.
Spesso queste fibre bianche sono state riportate dai media a seguito delle testimonianze relative all’avvistamento di aerei militari.
Dopo che i due attivisti hanno analizzato i campioni si è scoperto che le sostanze emesse dagli aerei contenevano delle fibre prodotte presumibilmente attraverso la geo-ingegneria visto che erano composte da stronzio, bario e alluminio, un cocktail perfetto costituito da alti livelli di sostanze tossiche per la salute dell’uomo. Ora che queste fibre sono ricomparse, gli attivisti sono intenzionati ad analizzare con maggiore cura la composizione e la tossicità di queste misteriose fibre. La ricercatrice Lisa Haven ritiene che il governo stia conducendo un segreto programma finalizzato alla manipolazione dell’atmosfera attraverso l’irrorazione di letali sostanze chimiche .
Alcuni ritengono che il vero scopo di queste irrorazioni è quello di diffondere malattie mortali in modo da controllare la demografia del pianeta.
Inoltre, alcuni sospettano che utilizzando la geoingegneria si possano creare degli agenti biologici in grado di controllare la popolazione; il tutto mentre i rappresentanti del governo americano sostengono che le scie rilasciate degli aerei non sono altro che del vapore e condensa d’alta quota.
Per i sostenitori della teoria della cospirazione questi filamenti rappresentano la prova inconfutabile che il governo americano sta conducendo in gran segreto degli esperimenti per il controllo dell’ambiente e della popolazione.
Oltre alla geo ingegneria, alcune sostanze chimiche sarebbero state introdotte negli alimenti, nell’acqua e nel corpo attraverso l’assunzione di minuscoli microchip.
© Fonte Video: Lisa Haven

Misteriosi filamenti cadono dal cielo in Portogallo

portugal-capelli d'angelo
Il 27 Ottobre 2014, una pioggia di misteriosi filamenti sottili, chiamati anche “capelli d’angelo” e’ stata osservata nei cieli del Portogallo. Secondo molti testimoni, la sostanza non identificata sembrava mostrare segni di “vita” quando veniva esposta alla luce ultravioletta .

capelli d'angelo
E ‘durante il giorno che queste strane striature biancastre sono apparse improvvisamente nel cielo. Nell’incomprensione più totale,ancora oggi molti si chiedono se queste “cose” sono di origine terrestre o extraterrestre.Un residente locale, che ha voluto rimanere anonimo, ha dichiarato: 
“Quei filamenti caduti durante il pomeriggio mi hanno fatto sorgere il dubbio che la zona fosse stata sorvolata da qualche aereo poco prima della manifestazione del fenomeno.Tuttavia non sono ancora riuscito ad ottenere una risposta chiara visto che questo fenomeno si è verificato per due weekend consecutivi. ” 
Secondo alcune teorie, questi “capelli d’angelo” sarebbero generati da alcune sostanze chimiche contenute nei carburanti degli aerei . 
In questo caso, perche’ non usare un po’ di immaginazione e sostenere che i filamenti potrebbero essere dei microrganismi o entità extraterrestri, note anche come Ebani (Entità Biologica non identificate)?. 
Secondo alcuni ricercatori che hanno analizzato la composizione organica dei filamenti ,questi sembrano tornare in vita dopo aver reagito alla luce UV. ” Osservazioni simili sono state riportate in Finlandia, Canada e persino in Francia.Purtroppo, ogni volta, i campioni di questi filamenti tendono a evaporare prima di poter essere adeguatamente analizzati. 
Alcuni teorici della cospirazione credono che questi “capelli d’angelo” potrebbero essere collegati ai sistemi di propulsione utilizzati dagli UFO o alle “scie chimiche” emesse presumibilmente dai nostri aerei.Nigel Watson, famoso ufologo spiega che questi capelli d’angelo, gia’ nel 1970 erano associati agli avvistamenti UFO.Tuttavia, in passato, questo fenomeno è stato spesso legato a visioni religiose, come a Fatima, in Portogallo, nel 1917.
Queste sottili fibre che cadono dal cielo sono viste come il sottoprodotto dei sistemi di propulsione degli UFO. 
Gli scettici tendono a spiegare il fenomeno come una particolare sostanza generata dai ragni o alla migrazione delle particelle di polvere polarizzate dall’ elettricità atmosferica. Si e’ scoperto che queste osservazioni di capelli angelo che cadono dal cielo vengono segnalate sempre piu’ spesso. I campioni analizzati tendono a perdere rapidamente la loro struttura molecolare per cui diventa difficile analizzare la loro composizione chimica. 
Fonte:metro.co

Misteriosi filamenti cadono dal cielo in Portogallo

portugal-capelli d'angelo
Il 27 Ottobre 2014, una pioggia di misteriosi filamenti sottili, chiamati anche “capelli d’angelo” e’ stata osservata nei cieli del Portogallo. Secondo molti testimoni, la sostanza non identificata sembrava mostrare segni di “vita” quando veniva esposta alla luce ultravioletta .

capelli d'angelo
E ‘durante il giorno che queste strane striature biancastre sono apparse improvvisamente nel cielo. Nell’incomprensione più totale,ancora oggi molti si chiedono se queste “cose” sono di origine terrestre o extraterrestre.Un residente locale, che ha voluto rimanere anonimo, ha dichiarato: 
“Quei filamenti caduti durante il pomeriggio mi hanno fatto sorgere il dubbio che la zona fosse stata sorvolata da qualche aereo poco prima della manifestazione del fenomeno.Tuttavia non sono ancora riuscito ad ottenere una risposta chiara visto che questo fenomeno si è verificato per due weekend consecutivi. ” 
Secondo alcune teorie, questi “capelli d’angelo” sarebbero generati da alcune sostanze chimiche contenute nei carburanti degli aerei . 
In questo caso, perche’ non usare un po’ di immaginazione e sostenere che i filamenti potrebbero essere dei microrganismi o entità extraterrestri, note anche come Ebani (Entità Biologica non identificate)?. 
Secondo alcuni ricercatori che hanno analizzato la composizione organica dei filamenti ,questi sembrano tornare in vita dopo aver reagito alla luce UV. ” Osservazioni simili sono state riportate in Finlandia, Canada e persino in Francia.Purtroppo, ogni volta, i campioni di questi filamenti tendono a evaporare prima di poter essere adeguatamente analizzati. 
Alcuni teorici della cospirazione credono che questi “capelli d’angelo” potrebbero essere collegati ai sistemi di propulsione utilizzati dagli UFO o alle “scie chimiche” emesse presumibilmente dai nostri aerei.Nigel Watson, famoso ufologo spiega che questi capelli d’angelo, gia’ nel 1970 erano associati agli avvistamenti UFO.Tuttavia, in passato, questo fenomeno è stato spesso legato a visioni religiose, come a Fatima, in Portogallo, nel 1917.
Queste sottili fibre che cadono dal cielo sono viste come il sottoprodotto dei sistemi di propulsione degli UFO. 
Gli scettici tendono a spiegare il fenomeno come una particolare sostanza generata dai ragni o alla migrazione delle particelle di polvere polarizzate dall’ elettricità atmosferica. Si e’ scoperto che queste osservazioni di capelli angelo che cadono dal cielo vengono segnalate sempre piu’ spesso. I campioni analizzati tendono a perdere rapidamente la loro struttura molecolare per cui diventa difficile analizzare la loro composizione chimica. 
Fonte:metro.co

Avvistata in Francia una flottiglia UFO vicino a delle Scie chimiche

 
Il video è stato registrato in Normandia, Francia, il 12 settembre 2014 intorno a mezzogiorno mentre l’autore della segnalazione stava pescando con un amico a bordo della sua barca.

I testimoni,sorpresi nel vedere nel cielo delle enormi scie chimiche si sono fermati per osservare meglio il fenomeno constatando la presenza di 7 oggetti apparentemente sferici che per qualche minuto erano scomparsi dietro a una nuvola per poi riapparire subito dopo. L’avvistamento videoregistrato con un iPhone e’ stato segnalato anche da altre persone che in quell’occasione si trovavano vicino al mare.
© Fonte Video:WTFflow

Avvistata in Francia una flottiglia UFO vicino a delle Scie chimiche

 
Il video è stato registrato in Normandia, Francia, il 12 settembre 2014 intorno a mezzogiorno mentre l’autore della segnalazione stava pescando con un amico a bordo della sua barca.

I testimoni,sorpresi nel vedere nel cielo delle enormi scie chimiche si sono fermati per osservare meglio il fenomeno constatando la presenza di 7 oggetti apparentemente sferici che per qualche minuto erano scomparsi dietro a una nuvola per poi riapparire subito dopo. L’avvistamento videoregistrato con un iPhone e’ stato segnalato anche da altre persone che in quell’occasione si trovavano vicino al mare.
© Fonte Video:WTFflow

La sindrome di Morgellons: una tremenda realtà o una psicosi di massa?

Fonte di riferimento Voice of Russia



Se non sapete ancora nulla di questa malattia tra le più controverse e misteriose dell’ultimo decennio, è l’ora di conoscerla più da vicino attraverso questa dichiarazione choc fornita dal dermatologo Alexander Zvetchevic;



Il mondo ha scoperto per la prima volta la sindrome di Morgellons relativamente di recente – nel 2002, quando la casalinga Mary Leitao che aveva lavorato come tecnico di laboratorio di analisi in un ospedale prima del congedo per maternità, aveva estratto da una postema suppurato su un labbro di suo figlio Andrew un sottile filo che assomigliava a una piuma di un soffione.  In breve tempo micro ferite sono comparse sull’intero corpo del bambino, emettendo strani filamenti di colore bianco, nero e rosso. Il bambino si era lamentato con la madre che “sotto la sua pelle si muovevano degli scarabei”. 
La signora Leitao si rivolse a otto medici, cercando di capire ciò che stava realmente accadendo a suo figlio, senza ricevere alcuna risposta soddisfacente. Tutti i medici, all’unisono, affermavano che il bambino era perfettamente sano e che gli “strani filamenti” che uscivano dal corpo erano semplicemente i restidell’abbigliamento che si erano attaccati alla ferita. 
La signora Mary aveva avviato una propria indagine (poiché aveva una preparazione medica) e, dopo uno studio approfondito al microscopio dei “fili” che fuoriuscivano dalle ferite di suo figlio, era giunta alla conclusione che non erano filamenti sintetici dell’abbigliamento, biancheria da letto o di peluches, che erano a contatto con la pelle del bambino. 
Dopo aver ricercato informazioni in rete, la signora Mary aveva appreso che non solo il suo bambino era stato colpito da questo tremendo male che i medici si rifiutavano di riconoscere, ma molte altre persone. 
La madre del bambimo insieme al marito aveva fondato un’organizzazione dedita allo studio di questa malattia che avevano battezzato come la sindrome di Morgellons. Alexander Zvetchevic, dermatologo, in un’intervista concessa a La Voce della Russia, ha raccontato l’aspetto fisico delle persone colpite da questo male e i principali sintomi della loro malattia:
“Nella mia esperienza lavorativa ho avuto soltanto due casi di pazienti con questa malattia. Ambedue avevano la pelle tumefatta e edematosa nell’area della comparsa delle ferite. Questa malattia si manifesta con un intenso graffiamento della superficie cutanea dovuto a un incessante prurito.L’ispezione visuale non aveva permesso di scoprire alcuni “fili” dei quali si lamentavano i pazienti. Abbiamo svolto delle analisi cliniche che non hanno rilevato la presenza di alcun parassita. Sono propenso a ritenere che si tratti di un problema inventato. Il prurito poteva essere dovuto a uno stress nervoso.Da noi la gente quando si ammala non va dal medico ma si rivolge per un aiuto a Internet a causa della mancanza di tempo consultando i forum nei quali specialisti di dubbia qualifica o gente comune distribuiscono consigli su come meglio curarsi, non avendo alcuna cognizione del carattere della malattia e non avendo la possibilità di svolgere un ispezione corporea. E’ un circolo vizioso. La gente, dopo aver letto una quantità di consigli nei forum e storie drammatiche pubblicatein rete, se ne convince a tal punto da rendere impossibile per un medico di farle cambiare idea. Ritengo che la sindrome di Morgellons sia innanzitutto una malattia psichica e i “malati” non sono pazienti da essere sottoposti alle cure di terapeuti e dermatologi, ma da psichiatri. La cosa più tremenda è che di anno in anno ci sono sempre più persone che soffrono di questa malattia. Nel 2012 soltanto negli Stati Uniti d’America sono stati registrati oltre 5 milioni di casi clinici relativi a questo problema. I malati sono convinti di tirare fuori dalle ferite pruriginose misteriosi filamenti che spuntano direttamente dai focolai, e comunicano di aver visto nei pori della pelle qualcosa che assomiglia alle uova dei parassiti. Per risolvere il problema si lavano in continuazione, grattando la pelle fino a fare uscire il sangue con delle spugne dure, e poi si disinfettano il corpo intero con aceto o spirito”. 
Medici e psichiatri ritengono che i filamenti avrebbero un origine esterna, ossia si attaccherebbero semplicemente ai lati irregolari delle piaghe e alle croste sulla pelle. I malati sono convinti che il governo ignori intenzionalmente la gravita’ del loro malanno poiché starebbe conducendo in segreto delle sperimentazioni a danno della gente. Alcuni ritengono che i “filamenti” siano causati dalle mutazioni dopo aver consumato del cibo contenente OGM. 
Comunque sia un tale numero dei “finti malati” suscita qualche dubbio. E’ possibile che milioni di persone non siano in grado di distinguere fili comuni lasciati dall’abbigliamento dai fili che spuntano dalle loro ferite sanguinanti e dalle piaghe?  Se questa gente non mente, allora perché i medici scaricano tutto su una malattia psichica o alle allucinazioni? E’ difficile dire dove sia la verità in una simile situazione. Una cosa è chiara di sicuro, se una mattina vi svegliate a causa di un prurito insopportabile su tutto il corpo andate prima a visitare un medico. E se dovesse essere un semplice stress?

La sindrome di Morgellons: una tremenda realtà o una psicosi di massa?

Fonte di riferimento  Voice of Russia
Se non sapete ancora nulla di questa malattia tra le più controverse e misteriose dell’ultimo decennio, è l’ora di conoscerla più da vicino attraverso questa dichiarazione choc fornita dal dermatologo Alexander Zvetchevic;

Il mondo ha scoperto per la prima volta la sindrome di Morgellons relativamente di recente – nel 2002, quando la casalinga Mary Leitao che aveva lavorato come tecnico di laboratorio di analisi in un ospedale prima del congedo per maternità, aveva estratto da una postema suppurato su un labbro di suo figlio Andrew un sottile filo che assomigliava a una piuma di un soffione. 
In breve tempo micro ferite sono comparse sull’intero corpo del bambino, emettendo strani filamenti  di colore bianco, nero e rosso. Il bambino si era lamentato con la madre che “sotto la sua pelle si muovevano degli scarabei”. 
La signora Leitao si rivolse a otto medici, cercando di capire ciò che stava realmente accadendo a suo figlio, senza ricevere alcuna risposta soddisfacente. Tutti i medici, all’unisono, affermavano che il bambino era perfettamente sano e che gli “strani filamenti” che uscivano dal corpo erano semplicemente i restidell’abbigliamento che si erano attaccati alla ferita. 
La signora Mary aveva avviato una propria indagine (poiché aveva una preparazione medica) e, dopo uno studio approfondito al microscopio dei “fili” che fuoriuscivano dalle ferite di suo figlio, era giunta alla conclusione che non erano filamenti sintetici dell’abbigliamento, biancheria da letto o di peluches, che erano a contatto con la pelle del bambino.
Dopo aver ricercato informazioni in rete, la signora Mary aveva appreso che non solo il suo bambino era stato colpito da questo tremendo male che i medici si rifiutavano di riconoscere, ma molte altre persone.
La madre del bambimo insieme al marito aveva fondato un’organizzazione dedita allo studio di questa malattia che avevano battezzato come la sindrome di Morgellons.
Alexander Zvetchevic, dermatologo, in un’intervista concessa a La Voce della Russia, ha raccontato l’aspetto fisico delle persone colpite da questo male e i principali sintomi della loro malattia:
“Nella mia esperienza lavorativa ho avuto soltanto due casi di pazienti con questa  malattia. Ambedue avevano la pelle tumefatta e edematosa nell’area della comparsa delle ferite. Questa malattia si manifesta con un intenso graffiamento della superficie cutanea dovuto a un incessante prurito.L’ispezione visuale non aveva permesso di scoprire alcuni “fili” dei quali si lamentavano i pazienti. Abbiamo svolto delle analisi cliniche che non hanno rilevato la presenza di alcun parassita. Sono propenso a ritenere che si tratti di un problema inventato. Il prurito poteva essere dovuto a uno stress nervoso.Da noi la gente quando si ammala non va dal medico ma si rivolge per un aiuto a Internet a causa della mancanza di tempo  consultando i forum nei quali specialisti di dubbia qualifica o gente comune distribuiscono consigli su come meglio curarsi, non avendo alcuna cognizione del carattere della malattia e non avendo la possibilità di svolgere un ispezione corporea. E’ un circolo vizioso. La gente, dopo aver letto una quantità di consigli nei forum e storie drammatiche pubblicatein rete, se ne convince a tal punto da rendere impossibile per un medico di farle cambiare idea. Ritengo che la sindrome di Morgellons sia innanzitutto una malattia psichica e i “malati” non sono pazienti da essere sottoposti alle cure di terapeuti e dermatologi, ma da psichiatri. La cosa più tremenda è che di anno in anno ci sono sempre più persone che soffrono di questa malattia. Nel 2012 soltanto negli Stati Uniti d’America sono stati registrati oltre 5 milioni di casi clinici relativi a questo problema. I malati sono convinti di tirare fuori dalle ferite pruriginose misteriosi filamenti che spuntano direttamente dai focolai, e comunicano di aver visto nei pori della pelle qualcosa che assomiglia alle uova dei parassiti. Per risolvere il problema si lavano in continuazione, grattando la pelle fino a fare uscire il sangue con delle spugne dure, e poi si disinfettano il corpo intero con aceto o spirito”.
Medici e psichiatri ritengono che i filamenti avrebbero un origine esterna, ossia si attaccherebbero semplicemente ai lati irregolari delle piaghe e alle croste sulla pelle. I malati sono convinti che il governo ignori intenzionalmente la gravita’ del loro malanno poiché starebbe conducendo in segreto delle sperimentazioni a danno della gente. Alcuni ritengono che i “filamenti” siano causati dalle mutazioni dopo aver consumato del cibo contenente OGM. 
Comunque sia un tale numero dei “finti malati” suscita qualche dubbio. E’ possibile che milioni di persone non siano in grado di distinguere fili comuni lasciati dall’abbigliamento dai fili che spuntano dalle loro ferite sanguinanti e dalle piaghe?
Se questa gente non mente, allora perché i medici scaricano tutto su una malattia psichica o alle allucinazioni? E’ difficile dire dove sia la verità in una simile situazione. Una cosa è chiara di sicuro, se una mattina  vi svegliate a causa di un prurito insopportabile su tutto il corpo andate prima a visitare un medico. E se dovesse essere un semplice stress?

La sindrome di Morgellons: una tremenda realtà o una psicosi di massa?

Fonte di riferimento Voice of Russia

Se non sapete ancora nulla di questa malattia tra le più controverse e misteriose dell’ultimo decennio, è l’ora di conoscerla più da vicino attraverso questa dichiarazione choc fornita dal dermatologo Alexander Zvetchevic;

Il mondo ha scoperto per la prima volta la sindrome di Morgellons relativamente di recente – nel 2002, quando la casalinga Mary Leitao che aveva lavorato come tecnico di laboratorio di analisi in un ospedale prima del congedo per maternità, aveva estratto da una postema suppurato su un labbro di suo figlio Andrew un sottile filo che assomigliava a una piuma di un soffione.  In breve tempo micro ferite sono comparse sull’intero corpo del bambino, emettendo strani filamenti di colore bianco, nero e rosso. Il bambino si era lamentato con la madre che “sotto la sua pelle si muovevano degli scarabei”. 
La signora Leitao si rivolse a otto medici, cercando di capire ciò che stava realmente accadendo a suo figlio, senza ricevere alcuna risposta soddisfacente. Tutti i medici, all’unisono, affermavano che il bambino era perfettamente sano e che gli “strani filamenti” che uscivano dal corpo erano semplicemente i restidell’abbigliamento che si erano attaccati alla ferita. 
La signora Mary aveva avviato una propria indagine (poiché aveva una preparazione medica) e, dopo uno studio approfondito al microscopio dei “fili” che fuoriuscivano dalle ferite di suo figlio, era giunta alla conclusione che non erano filamenti sintetici dell’abbigliamento, biancheria da letto o di peluches, che erano a contatto con la pelle del bambino. 
Dopo aver ricercato informazioni in rete, la signora Mary aveva appreso che non solo il suo bambino era stato colpito da questo tremendo male che i medici si rifiutavano di riconoscere, ma molte altre persone. 
La madre del bambimo insieme al marito aveva fondato un’organizzazione dedita allo studio di questa malattia che avevano battezzato come la sindrome di Morgellons. Alexander Zvetchevic, dermatologo, in un’intervista concessa a La Voce della Russia, ha raccontato l’aspetto fisico delle persone colpite da questo male e i principali sintomi della loro malattia:
“Nella mia esperienza lavorativa ho avuto soltanto due casi di pazienti con questa malattia. Ambedue avevano la pelle tumefatta e edematosa nell’area della comparsa delle ferite. Questa malattia si manifesta con un intenso graffiamento della superficie cutanea dovuto a un incessante prurito.L’ispezione visuale non aveva permesso di scoprire alcuni “fili” dei quali si lamentavano i pazienti. Abbiamo svolto delle analisi cliniche che non hanno rilevato la presenza di alcun parassita. Sono propenso a ritenere che si tratti di un problema inventato. Il prurito poteva essere dovuto a uno stress nervoso.Da noi la gente quando si ammala non va dal medico ma si rivolge per un aiuto a Internet a causa della mancanza di tempo consultando i forum nei quali specialisti di dubbia qualifica o gente comune distribuiscono consigli su come meglio curarsi, non avendo alcuna cognizione del carattere della malattia e non avendo la possibilità di svolgere un ispezione corporea. E’ un circolo vizioso. La gente, dopo aver letto una quantità di consigli nei forum e storie drammatiche pubblicatein rete, se ne convince a tal punto da rendere impossibile per un medico di farle cambiare idea. Ritengo che la sindrome di Morgellons sia innanzitutto una malattia psichica e i “malati” non sono pazienti da essere sottoposti alle cure di terapeuti e dermatologi, ma da psichiatri. La cosa più tremenda è che di anno in anno ci sono sempre più persone che soffrono di questa malattia. Nel 2012 soltanto negli Stati Uniti d’America sono stati registrati oltre 5 milioni di casi clinici relativi a questo problema. I malati sono convinti di tirare fuori dalle ferite pruriginose misteriosi filamenti che spuntano direttamente dai focolai, e comunicano di aver visto nei pori della pelle qualcosa che assomiglia alle uova dei parassiti. Per risolvere il problema si lavano in continuazione, grattando la pelle fino a fare uscire il sangue con delle spugne dure, e poi si disinfettano il corpo intero con aceto o spirito”. 
Medici e psichiatri ritengono che i filamenti avrebbero un origine esterna, ossia si attaccherebbero semplicemente ai lati irregolari delle piaghe e alle croste sulla pelle. I malati sono convinti che il governo ignori intenzionalmente la gravita’ del loro malanno poiché starebbe conducendo in segreto delle sperimentazioni a danno della gente. Alcuni ritengono che i “filamenti” siano causati dalle mutazioni dopo aver consumato del cibo contenente OGM. 
Comunque sia un tale numero dei “finti malati” suscita qualche dubbio. E’ possibile che milioni di persone non siano in grado di distinguere fili comuni lasciati dall’abbigliamento dai fili che spuntano dalle loro ferite sanguinanti e dalle piaghe?  Se questa gente non mente, allora perché i medici scaricano tutto su una malattia psichica o alle allucinazioni? E’ difficile dire dove sia la verità in una simile situazione. Una cosa è chiara di sicuro, se una mattina vi svegliate a causa di un prurito insopportabile su tutto il corpo andate prima a visitare un medico. E se dovesse essere un semplice stress?