Cruenti battaglie aliene riportate nella storia

alien battles in history_thumb[1]

La storia di misteriose battaglie celesti, va molto indietro nel tempo. Una di queste si sarebbe verificata nel 1355 nei cieli sopra la Gran Bretagna quando delle misteriose sfere rosse si impegnarono in un duello aereo con degli oggetti sferici di colore blu. Continue reading

Il trattato segreto per distruggere il misterioso satellite “Black Knight”

black-knight-satellite_thumb[3]

Nikola Tesla fu il primo a rilevare elettronicamente nel 1899, strani suoni ritmici catturati da un ricevitore radio posto all’interno del suo laboratorio di Colorado Springs. Tali misteriosi segnali sembravano propagarsi in modo regolare al punto da far sorgere qualche sospetto che qualcuno stesse cercando di comunicare con la Terra. Continue reading

Si tratta del misterioso Cavaliere Nero l’oggetto immortalato dalle telecamere della ISS?

Black Knight3

Lo strano oggetto scuro immortalato dalle telecamere della Stazione Spaziale Internazionale è molto simile al già noto “Black Knight” che nel corso degli anni è stato ripetutamente visto stazionare sopra l’orbita terrestre. Continue reading

Ufo: quando per colpa loro si rischiò un conflitto nucleare

Ufo di Usovo

Ciò che accadde il 4 ottobre 1982 alla 50° Divisione Missilistica RVSN del distretto militare dei Carpazi rimane ancora nella memoria dei numerosi testimoni che all’epoca prestavano servizio presso la suddetta base missilistica diventata oggetto di una misteriosa intrusione aerea che rischiò di scatenare una guerra su scala globale. Continue reading

Una palla di fuoco solca i cieli del Wisconsin per poi cambiare direzione

Meteor-2-460983

L’incandescente bolide è stato osservato mentre scendeva di quota solcando il cielo di Madison nel Wisconsin, Stati Uniti d’America.
Il misterioso oggetto volante è stato immortalato accidentalmente da una telecamera posizionata sul tetto dello Space Science and Engineering Center (SSEC) presso l’Università Graduate School del Wisconsin-Madison. Continue reading

Progetto A119; quando si voleva far esplodere una bomba nucleare sulla Luna

 
Per oltre 40 anni il progetto A119 è stato tenuto segreto dal governo degli Stati Uniti attraverso il quale si voleva sviluppare e dimostrare la propria potenza militare che doveva contrapporsi a quella dell’allora Unione Sovietica.
Nel 1958 la US Air Force escogitò un progetto top secret che aveva lo scopo di fare esplodere una bomba nucleare sulla superficie lunare. Ovviamente i vertici militari degli Stati Uniti non ne hanno mai riconosciuto l’esistenza , anche se nel 2000 il fisico nucleare Leonard Reiffel è riuscito a dimostrare il contrario creando non pochi imbarazzi tra i fautori di questo incredibile progetto .
A quanto pare, il progetto A119 si prefiggeva di far deflagare sulla luna una bomba simile a quella sganciata sulla città di Hiroshima (Giappone) nel 1945. 
Ciò sarebbe avvenuto durante la fase della luna piena in modo che la sua luminosità ne avesse occultato la deflagrazione che in alcun modo doveva essere rilevata dagli osservatori astronomici e dagli astrofili della domenica .
Se si fosse verificata l’esplosione, il fungo atomico, illuminato dal sole, sarebbe stato visto dalla Terra, soprattutto in Unione Sovietica alla quale era indirizzata la “terribile propaganda per dimostrare la terribile forza degli Stati Uniti” . Miguel Jorge, l’autore di queste indiscrezioni afferma che il progetto era stato concepito come un modo per sollevare il morale degli americani, e consentire agli Stati Uniti di diventare la più grande potenza mondiale, una volta che l’Unione Sovietica avesse desistito nella sua folle corsa per la conquista dello spazio che all’epoca rischiava di essere militarizzato dalle due potenze belligeranti e diventare teatro di terribili conflitti nucleari dalle conseguenze catastrofiche per l’intera umanità .
Fonte di riferimento:rt news

Un “Fast Walker” immortalato dalle telecamere della Stazione Spaziale

 
Il nome in codice proposto ufficialmente dal US Space Command per quanto riguarda degli oggetti volanti non identificati che presentano caratteristiche simili a quelle dei tradizionali  missili balistici è ”Fast Walker”. Questi dispositivi sembrano provenire dallo spazio esterno, passando all’interno del raggio d’azione della piattaforma satellitare ISS, per poi sparire di nuovo da dove sono venuti.
Due giorni prima dell’avvistamento della strana scia luminosa, le telecamere “live feed” della Stazione Spaziale Internazionale hanno registrato un misterioso oggetto lampeggiante. Ancora non è chiaro se qualche base dislocata a terra sia stata oggetto di un presunto attacco missilistico o se il  ‘Fast Walker’ ha qualcosa a che fare con l’oggetto verde visto lampeggiare qualche giorno prima. Recentemente, sono scaturite alcune polemiche su ciò che starebbe realmente avvenendo nello spazio.
Il seguente filmato catturato lo scorso 11 Gennaio dalla fotocamera in diretta della Stazione Spaziale mostra una striscia luminosa che attraversa lo spazio a fortissima velocità . Osservando attentamente il filmato, sembra che la striscia luminosa sia stata provocata dalla propulsione di un missile sparato da terra o da un presunto ‘Fast Walker’.

Fonte di riferimento:ufosightingshotspot

© Fonte Video:Streetcap1

Falkland 1982; battaglia aerea contro forze extraterrestri

Falklands-The Alien War
source  image
Alcuni degli eventi più inspiegabili e inusuali della storia dell’aviazione possono essere razionalizzati da improvvisi e inspiegabili attacchi aerei da parte di oggetti volanti non identificati, avvenuti per lo più nelle regioni polari e in alcune zone della Terra particolarmente remote.
Nel mese di settembre 2012, Gordon Duff caporedattore del Veterans Today , una prestigiosa rivista americana rivolta ai veterani dell’esercito americano e ai dipendenti del Dipartimento di Stato ha dichiarato al mondo che gli Stati Uniti stanno conducendo una segreta guerra contro un nemico poco convenzionale. Secondo le sue affermazioni la Cina e gli Stati Uniti avrebbero combinato i loro sforzi per respingere un attacco UFO al largo della costa di San Francisco. 
All’epoca questa notizia sconcerto’ l’opinione pubblica americana visto che Gordon Duff di solito non era incline al sensazionalismo, soprattutto nell’affrontare argomenti di questo tipo . Probabilmente una di queste battaglie aeree con dispositivi volanti non identificati è quella riportata da un ex Navy SEALs argentino che recentemente è uscito dall’ombra per riferire non solo i dettagli raccapriccianti della guerra delle Falkland, 1982, ma anche come forze extraterrestri e aerei militari sono stati impegnatiti attivamente nel cambiare l’esito della battaglia.
I conflitti militari tra le nazioni, grandi o piccole, sembrano avere la capacità di attirare l’attenzione dei nostri visitatori dello spazio che sembrano mostrare una particolare attenzione ad ogni conflitto che si verifica sul nostro pianeta tormentato. In quasi ogni guerra della storia umana, fin dai primi tempi sono stati osservati ripetutamente degli oggetti estranei che sembravano voler monitorare i teatri di guerra .  Questo inquietante particolare ha sempre attirato l’interesse della comunità Ufologica internazionale che prende molto sul serio queste misteriose ingerenze nei conflitti terrestri . 
Perché gli alieni stanno monitorando i nostri conflitti? Qual’è il loro vero scopo? Mentre queste domande sono destinate a rimanere senza risposta, la cosa certa è che degli esseri extraterrestri sono soliti fare la loro comparsa ovunque ci sia un’azione militare. Questo è ciò che si è verificato fin dai tempi antichi, in epoche antecedenti la nascita di Cristo, come nel Medioevo, durante la prima e la seconda guerra mondiale, durante i conflitti in Vietnam e in Corea e, più recentemente, durante la guerra del Golfo e in Iraq. 
Queste presenze sono state notate ripetutamente sui campi di battaglia , interagendo a volte con le forze dei combattenti. Ma di tutti i conflitti militari in cui sono stati osservati degli UFO, uno in particolar modo ha attirato l’attenzione degli ufologi. Si tratta di un evento inspiegabile avvenuto in Sud America durante la guerra delle Falkland. Anche conosciuta come la Guerra dell’Atlantico del Sud essa è stata aspramente condotta sulle Isole Falkland vedendo impegnate le forze militari dell’Argentina e i reparti da sbarco del Regno Unito. 
La guerra scoppio’ perché l’Argentina rivendicava con forza il possesso e la sovranità delle isole Falkland, della Georgia del Sud e i territori di Sandwich. 
Il conflitto che ebbe inizio il 2 aprile 1982, dopo che l’Argentina invase quei territori considerati possedimenti britannici per secoli, si concluse il 14 giugno dello stesso anno . La reazione britannica fu immediata ed energica, e il saldo finale del confronto risultò la rioccupazione di tutte le isole con l’alto costo della morte di 700 soldati argentini e 236 britannici. 
In Argentina, la sconfitta nel conflitto favori’ la caduta della giunta militare che aveva governato il paese nei momenti bui della dittatura che veniva sostituita da un sistema democratico nel corso dell’anno successivo. 
Dall’inizio della guerra fino a pochi mesi dalla sua conclusione, il risultato dell’aggressione determinò la nascita di alcune storie riguardanti la comparsa nel cielo di dispositivi volanti non identificati che sembravano interessarsi allo scenario travagliato della guerra. 
Anche se di breve durata, la guerra delle Falkland è entrata anche nella lista dei conflitti in cui si sarebbero verificati in pieno giorno numerosi avvistamenti UFO durante le missioni di bombardamento, da entrambe le parti, il tutto senza interferire con i contendenti. In alcuni casi furono segnalate delle sfere luminose la cui comparsa suscitò l’interesse del ricercatore britannico Nick Redfern. 
Il fenomeno fu ampiamente trattato nel suo libro FBI UFO Top Secrets Exposed, pubblicato dalla Pocket Brooks nel 1998. 
In questa storia ci si rende subito conto come durante le incursioni britanniche sull’isola, Paul Brigtsson, pilota di un caccia Tornado della Royal Air Force, fu avvicinato da alcune sfere di colore arancione. Un altro incontro di questo tipo ha avuto luogo il 28 Maggio 1982, quando due aerei britannici si imbatterono con un grande oggetto volante a forma di disco.
Fonte di riferimento:ufo.com

Falkland 1982; battaglia aerea contro forze extraterrestri

Falklands-The Alien War
source  image
Alcuni degli eventi più inspiegabili e inusuali della storia dell’aviazione possono essere razionalizzati da improvvisi e inspiegabili attacchi aerei da parte di oggetti volanti non identificati, avvenuti per lo più nelle regioni polari e in alcune zone della Terra particolarmente remote.
Nel mese di settembre 2012, Gordon Duff caporedattore del Veterans Today , una prestigiosa rivista americana rivolta ai veterani dell’esercito americano e ai dipendenti del Dipartimento di Stato ha dichiarato al mondo che gli Stati Uniti stanno conducendo una segreta guerra contro un nemico poco convenzionale. Secondo le sue affermazioni la Cina e gli Stati Uniti avrebbero combinato i loro sforzi per respingere un attacco UFO al largo della costa di San Francisco. 
All’epoca questa notizia sconcerto’ l’opinione pubblica americana visto che Gordon Duff di solito non era incline al sensazionalismo, soprattutto nell’affrontare argomenti di questo tipo . Probabilmente una di queste battaglie aeree con dispositivi volanti non identificati è quella riportata da un ex Navy SEALs argentino che recentemente è uscito dall’ombra per riferire non solo i dettagli raccapriccianti della guerra delle Falkland, 1982, ma anche come forze extraterrestri e aerei militari sono stati impegnatiti attivamente nel cambiare l’esito della battaglia.
I conflitti militari tra le nazioni, grandi o piccole, sembrano avere la capacità di attirare l’attenzione dei nostri visitatori dello spazio che sembrano mostrare una particolare attenzione ad ogni conflitto che si verifica sul nostro pianeta tormentato. In quasi ogni guerra della storia umana, fin dai primi tempi sono stati osservati ripetutamente degli oggetti estranei che sembravano voler monitorare i teatri di guerra .  Questo inquietante particolare ha sempre attirato l’interesse della comunità Ufologica internazionale che prende molto sul serio queste misteriose ingerenze nei conflitti terrestri . 
Perché gli alieni stanno monitorando i nostri conflitti? Qual’è il loro vero scopo? Mentre queste domande sono destinate a rimanere senza risposta, la cosa certa è che degli esseri extraterrestri sono soliti fare la loro comparsa ovunque ci sia un’azione militare. Questo è ciò che si è verificato fin dai tempi antichi, in epoche antecedenti la nascita di Cristo, come nel Medioevo, durante la prima e la seconda guerra mondiale, durante i conflitti in Vietnam e in Corea e, più recentemente, durante la guerra del Golfo e in Iraq. 
Queste presenze sono state notate ripetutamente sui campi di battaglia , interagendo a volte con le forze dei combattenti. Ma di tutti i conflitti militari in cui sono stati osservati degli UFO, uno in particolar modo ha attirato l’attenzione degli ufologi. Si tratta di un evento inspiegabile avvenuto in Sud America durante la guerra delle Falkland. Anche conosciuta come la Guerra dell’Atlantico del Sud essa è stata aspramente condotta sulle Isole Falkland vedendo impegnate le forze militari dell’Argentina e i reparti da sbarco del Regno Unito. 
La guerra scoppio’ perché l’Argentina rivendicava con forza il possesso e la sovranità delle isole Falkland, della Georgia del Sud e i territori di Sandwich. 
Il conflitto che ebbe inizio il 2 aprile 1982, dopo che l’Argentina invase quei territori considerati possedimenti britannici per secoli, si concluse il 14 giugno dello stesso anno . La reazione britannica fu immediata ed energica, e il saldo finale del confronto risultò la rioccupazione di tutte le isole con l’alto costo della morte di 700 soldati argentini e 236 britannici. 
In Argentina, la sconfitta nel conflitto favori’ la caduta della giunta militare che aveva governato il paese nei momenti bui della dittatura che veniva sostituita da un sistema democratico nel corso dell’anno successivo. 
Dall’inizio della guerra fino a pochi mesi dalla sua conclusione, il risultato dell’aggressione determinò la nascita di alcune storie riguardanti la comparsa nel cielo di dispositivi volanti non identificati che sembravano interessarsi allo scenario travagliato della guerra. 
Anche se di breve durata, la guerra delle Falkland è entrata anche nella lista dei conflitti in cui si sarebbero verificati in pieno giorno numerosi avvistamenti UFO durante le missioni di bombardamento, da entrambe le parti, il tutto senza interferire con i contendenti. In alcuni casi furono segnalate delle sfere luminose la cui comparsa suscitò l’interesse del ricercatore britannico Nick Redfern. 
Il fenomeno fu ampiamente trattato nel suo libro FBI UFO Top Secrets Exposed, pubblicato dalla Pocket Brooks nel 1998. 
In questa storia ci si rende subito conto come durante le incursioni britanniche sull’isola, Paul Brigtsson, pilota di un caccia Tornado della Royal Air Force, fu avvicinato da alcune sfere di colore arancione. Un altro incontro di questo tipo ha avuto luogo il 28 Maggio 1982, quando due aerei britannici si imbatterono con un grande oggetto volante a forma di disco.
Fonte di riferimento:ufo.com

Gary McKinnon torna a far parlare di se’

Pochi giorni fa, Gary McKinnon,il controverso hacker britannico è tornato prepotentemente sulla scena pubblica rilevando quello che secondo lui è il più grande inganno della storia del genere umano abilmente orchestrato in gran segreto dai vertici militari degli Stati Uniti.


Egli afferma che i tecnici della NASA avrebbero ripetutamente ritoccato alcune immagini satellitari attraverso l’applicazione di filtri ed effetti ottenuti tramite l’aerografo. L’hacker britannico che ha affrontato una battaglia legale durata 10 anni solo per aver violato i sofisticati computer del governo statunitense e dell’agenzia spaziale è apparso recentemente sul canale YouTube, RichPlanet TV per parlare in modo dettagliato delle sue inquietanti scoperte.
Durante il programma Tv, Gary McKinnon ha riferito ciò che aveva sentito da un ex informatore della NASA, secondo il quale l’agenzia spaziale avrebbe imposto l’obbligo di applicare degli effetti “aerografici” su alcune foto attraverso le quali si potevano distinguere degli strani oggetti volanti .
McKinnon ha riferito che in una stanza all’interno del complesso aerospaziale della NASA venivano custoditi alcuni file segreti appartenenti a diversi ed avanzati progetti spaziali. Durante la sua permanenza negli uffici della NASA, McKinnon ebbe modo di visionare una foto che sembra ritrarre un grande dispositivo volante dalla forma circolare che sembrava far ingresso nell’atmosfera terrestre. Durante la sua ricerca, egli afferma di essersi imbattuto con un documento riservato intitolato “Ufficiali non Terrestri”, che potrebbe rappresentare la prova che i militari degli Stati Uniti stavano allestendo in gran segreto una flotta spaziale costituita da “astronavi da guerra .”
Descrivendo quello che aveva visto, l’hacker britannico ha affermato che probabilmente la flotta spaziale era costituita da 20 astronavi battezzate con nomi ufficiali e otto astronavi varate con dieci nomi di navi terrestri tutte accomunate dalle iniziali USS.  
Gary McKinnon, 40 anni, è stato accusato della più grande violazione di segretezza mai avvenuta negli Stati Uniti attraverso l’accesso alle reti informatiche governative tra cui quelle dell’esercito, Aeronautica, Marina e della NASA. L’ultima udienza sul suo caso di estradizione, si è tenuta a Londra il 10 maggio 2006.
Fonte di riferimento:huffingtonpost.co.uk