UFO e radar;alcune evidenze fisiche

 
Peter Sturrock un emerito professore di fisica applicata presso la Stanford University è uno dei pochi scienziati che ha pubblicamente espresso il suo grande interesse per gli UFO coinvolgendo e condividendo tale passione con i suoi colleghi dopo aver ottenuto alcuni risultati molto sorprendenti. 
Egli afferma che le sue affermazioni sono genuine e prive di ambiguità soprattutto se si tratta di discutere su una particolare categoria di prove che gli avrebbero permesso di comprendere meglio tutto ciò che è stato riportato dai diversi e occasionali rapporti radar.
Sì,per me i rilevamenti radar rappresentano la prova fisica di questi avvistamenti” ha dichiarato Sturrock in uno scambio di email con altri esperti del settore.Il coinvolgimento del professor Sturrock con i radar risale alla seconda guerra mondiale.
Durante i suoi studi di matematica presso l’Università di Cambridge, interruppe i suoi studi pur di aiutare il suo Paese nello sforzo bellico contro la Germania nazista entrando a far parte nel 1942 dell’ente Telecommunications Research Establishment , ora conosciuto come il Royal Radar Establishment presso il quale ha contribuito a sviluppare innovativi sistemi radar.
Gli scettici, nel commentare il fenomeno UFO, affermano che il principale problema affinché si possa considerare autentico un avvistamento è che spesso l’unica prova molto discutibile è stata fornita da testimoni inaffidabili oltre alla mancanza di prove fisiche che avrebbero potuto avvalorare tali eventi. Accettando questo scetticismo più che giustificato, ci sono notevoli eccezioni in cui non esistono prove fisiche sotto forma di rapporti radar ma resoconti di esperienze vissute dai molteplici testimoni credibili. Un certo numero di casi diventati famosi che hanno coinvolto alcuni operatori radar oltre a far parte di due tra i più famosi incidenti di questo tipo sono il caso di JAL Alaska del 1986 e quello di Stephenville, Texas del 2008. 

 Il 17 novembre del 1986, un cargo 747 della Japan Air Lines 747, pilotato dal capitano Kenju Terauchi, stava volavando verso ovest vicino a Mt. McKinley quando l’equipaggio vide quello che per molti avrebbe potuto essere un UFO. 
Rilevammo una specie di spinta inversa e delle luci che divennero abbaglianti ed estremamente luminose al punto da illuminare la cabina di guida . L’oggetto volava come se non fosse attratto dalla forza di gravità. 

Dopo aver accelerato, si fermò bruscamente, per poi riprendere il volo alla stessa nostra velocità e direzione, in modo da sembrare immobile. Non esistono jumbo che volano in quel modo. In altre parole, l’oggetto volante aveva superato le leggi della gravità “, ha dichiarato il pilota Terauchi che aveva relazionato l’accaduto a John Callahan, il capo divisione delle FAA che a quel tempo si occupava di incidenti similih.
Il tracciamento radar registrato per più di mezz’ora è stato esaminato da Callahan che nel seguente video intervista dichiara:
Per quanto mi riguarda, ho visto sul radar un UFO inseguire per più di mezz’ora un aereo 747 giapponese .”
Egli continua a dire che i membri della squadra scientifica della squadra del presidente Reagan, l’FBI e la CIA avevano espresso un certo entusiasmo e interesse per i dati ottenuti dal radar.
Il caso di Stephenville, Texas, avvenuto nel mese di gennaio 2008, coinvolse decine di residenti della città turbando l’ambiente ufologico che in quel periodo si occupava degli avvistamenti UFO. Alcuni testimoni riferirono che l’oggetto aveva le dimensioni di un campo di calcio. 
Attraverso il Freedom Of Information Act l’esperto radar invio’ rapidamente delle formali richieste informative alla FAA, National Weather Service e ai responsabili delle locali basi dell’Air Force .Le richieste di Glen Schulze e Robert Powell, direttore del MUFON, rimasero inascoltate.
Nella loro sintesi, Schulze e Powell hanno descritto l’oggetto di enormi dimensioni, silenzioso, in grado di viaggiare ad alta velocità e di rimanere in volo stazionario, peculiarità queste non comuni negli aeromobili convenzionali.
Sulla base della distanza approssimativa e dalle descrizioni fatte dai testimoni, un altro oggetto dalle dimensioni di 1000 piedi fece la sua comparsa in prossimità dell’aereo. Per due volte consecutive, il radar rilevo’ un oggetto sconosciuto che volava a 1900-2100 mph. 
I particolari di quanto accaduto quella notte sono riportati nell’intervista della CNN che rende pubblica la completa relazione rilasciata dagli operatori radar la quale è disponibile a questo link.
Fonte di riferimento:ufopartisan
© Fonte Video:David Beamer
12 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati