UFO: l’emergere di un nuovo paradigma

Ufo Galileo
Un nuovo contesto scientifico 
Quando si usa il termine “paradigma” nel campo della filosofia della scienza, lo si vuole rappresentare come una potente espressione. Il termine paradigma (che deriva dall’antico significato greco paradeigma “modello” o “esempio”) permette di indicare un momento importante nel modo in cui rappresentiamo il mondo.

Edgar Morin
Nel caso delle scienze estreme, come la fisica, parlare di “nuovo paradigma” equivale ad annunciare la nascita di nuovi sistemi di rappresentazione e, di conseguenza, l’introduzione di un nuovo modo di trattare gli oggetti da studiare .Così, quando Foucault parla di “cambiamento di paradigma” nella scienza del XVI secolo, lo si descrive come la nuova scienza (quella di Galileo) che considera la natura, attraverso un nuovo rapporto tra le parole e le cose.
La natura è ora vista come un “libro”, il vero libro di Dio (al posto della Bibbia), il cui linguaggio puo’ essere decodificato solo da quelle Persone in grado di apprezzarne il valore. Questo sforzo porterà alla matematizzazione della fisica, data di nascita della scienza come la si pratica oggi, perché per Galileo, il linguaggio di Dio, e’ espresso nelle forme naturali di tipo matematico.Allo stesso modo, quando Edgar Morin, nel XX secolo, ha annunciato la nascita di un nuovo paradigma scientifico, che nella sua complessità evidenziata nel Volume 4 del Metodo, Ideas, scrisse: 
“Siamo nella preliminare istituzione di un paradigma nella sua complessità .Esso non appartiene a un singolo individuo pensatore, ma all’opera storica di una convergenza di pensieri “.Il nuovo paradigma non solo annuncia l’avvento di un cambiamento nei metodi della scienza. Esso,esamina più profondamente, un nuovo modo di concepire la struttura intima della realtà: la realtà del Galileo crittografato (da decifrare), o una realtà in cui tutte le parti che sono interdipendenti interagiscono con il pensiero di Edgar Morin . 
Perché ricordare il significato di questo termine molto didattico?
Perché sembra chiaro che un nuovo paradigma sta emergendo nel campo delle scienze applicate, in particolare nella biologia e fisica, la cui nascita e la comune caratteristica riguarda il primato accordato per la divulgazione delle loro informazioni. “L’oggetto su cui sto lavorando sono informazioni”, ha detto in sostanza il biologo e genetista Pierre-Henri Gouyon in una conferenza nei primi mesi del 2014 tenutasi a Tolosa. 
E’ altrettanto vero che in termini di informazione, in particolare nei lavori relativi al sequenziamento del gene, i genetisti sanno bene di che cosa stanno parlando .Ma il motivo per cui la fisica è stata invitata a dibattere sullo stato delle informazioni sembra a priori molto più sorprendente.Tuttavia è in questo settore che le trasformazioni concettuali sembrano diventare più radicali e più significative. Ci sono i “pensieri convergenti” evocati da Edgar Morin che rappresentano il primo segno che un vero e proprio cambiamento di paradigma sta avvenendo.

© Philippe Solal, Associato in filosofia presso l’Istituto Nazionale di Scienze Applicate di Tolosa
20 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati