Una breve storia sui cerchi nel grano

circultiv08_AveburyTrusloe2_small
Quando nel 1991 due burloni inglesi in pensione, Doug Bower e Dave Chorley, sostennero di aver inventato il fenomeno dei cerchi nel grano come frutto di uno scherzo risalente a una decina di anni prima, non avrebbero mai potuto immaginare che quasi 300 di queste formazioni sono state documentate negli anni a seguire come se gli autori dei recenti Cropo Circle volessero emulare le loro gesta. 
Alcuni rapporti risalgono a qualche secolo fa e una illustrazione del Seicento mostra anche la figura di quello che sembra un Diavolo dando il via a ciò che certamente si presentano come marcature geometriche particolarmente complesse che hanno cominciato ad attirare un attenzione seria solo dal 1980 in poi.In alcune coltivazioni spesso fanno la loro comparsa delle rientranze circolari che hanno accuratamente appiattito gli steli che sembravano in un primo momento il risultato di un vortice provocato dal vento. 
Alcuni di questi cerchi avevano le dimensioni di un campo da tennis anche se non passò molto tempo prima della comparsa dei modelli simmetrici e altre forme insolite che hanno cominciato a gettare dei dubbi sulla loro autenticità.
Verso la fine del 1980, i cerchi nel grado sono risultati in rapida crescita,  evolvendosi apparentemente in disegni basati in gran parte su forme circolari, i quali aveva cominciato a catturare l’immaginazione del pubblico?
Stuzzicati da segnalazioni di luci incandescenti e altri fenomeni bizzarri associati con i cerchi, tutti, dagli appassionati di UFO agli eminenti scienziati stanno ancora cercando di svelare il mistero che li circonda.Nel 1990, con la comparsa di “pittogrammi” simbolici, cerchi, rettangoli e anelli il fenomeno dei Crop Circle ha trovato subito il suo posto nella storia. Giornali e televisioni si sono occupati spesso della questione discutendo e affrontando con entusiasmo le tematiche correlate con questi sorprendenti pittogrammi. 
Ma le affermazioni di Doug e Dave e gli altri presunti falsificatori hanno permesso agli scelti e burloni di screditare il fenomeno disilludendo le aspettative degli appassionati. 
Nonostante tutto questo, le formazioni nel grano continuano ad essere scoperte in sempre più sofisticati disegni di crescente complessità le cui dimensioni che lasciano molti convinti che ci sia una forza inspiegabile dietro alla loro comparsa .
Teorie e prove
C’è stato un intenso dibattito sulle origini dei cerchi. Alcuni credono che siano comunicazioni extraterrestri, indicando i molti avvistamenti di fenomeni aerei visti in prossimità delle formazioni. Altri ritengono che le luci possono essere provocate da un energia naturale di origine sconosciuta che produce questi schemi molto complessi. 
Altri ancora hanno citato di tutto, da un messaggio della Madre Terra fino agli spiriti della natura che comunicano con noi attraverso questi complessi e incomprensibili pittogrammi . 
Esperimenti condotti con il potere della mente hanno suggerito che è possibile influenzare la creazione di determinate forme geometriche, portando alcuni a credere al coinvolgimento di particolari forze psichiche.
Al di là di questo, la maggior parte delle altre spiegazioni popolari per quanto riguarda i cerchi nel grano hanno ruotato intorno all’attività umana, a una tecnologia satellitare o, più spesso, a delle semplici azioni di burloni e paesaggisti. 
Tuttavia, in alcune dimostrazioni, alcune squadre di umani hanno dovuto lottare per riprodurre disegni così geometricamente complessi come quelli che appaiono all’improvviso nei campi. 
Inoltre gli imitatori hanno impiegato molte ore per poter realizzare un cerchio non particolarmente complesso come quelli originali. Alcune formazioni hanno dimostrato di essere apparse in tempi molto brevi e il calcolo geometrico e la loro creazione avrebbe richiesto molto tempo, un particolare che contrasta con il fatto che questi cerchi appaiono di solito nell’arco di una notte. Anomalie biologiche e gli effetti non riproducibili, come la flessione nodale (dove sui “nodi” gli steli sembrano essere stati piegati in angoli strani presumibilmente da qualche forza energetica e non dalla pressione operata tramite un oggetto fisico) .Alcuni dei modelli hanno dimostrato delle stupefacenti qualità simboliche.Nel 1994, per esempio, alcuni glifi a forma di galassia mostravano una congiunzione di pianeti all’interno della costellazione della Balena.
Come nel mese di aprile del 2000, e nel 1995 quando è stato scoperto uno schema preciso che ritraeva il sistema solare visto dalla Terra. 
Tuttavia, nonostante queste poche forme che sembrano indicare date e congiunzioni astronomiche, la maggior parte degli altri pittogrammi rimangono oscuri poiché nessuno è riuscito ancora a interpretarli , visto che sembrano riflettere il simbolismo multiculturale se non addirittura universale.
Il lavoro dei ricercatori condotto sulle colture ha permesso di rilevare dei cambiamenti biologici a livello cellulare, suggerendo il coinvolgimento di un’energia a microonde. Altri test fisici hanno dimostrato anomalie non ancora replicabili dagli esperimenti artificiali. Questi, insieme con la comparsa di misteriose luci, testimonianze personali, i rapporti del malfunzionamento di apparecchiature elettroniche e gli effetti sulla salute delle persone che visitano i cerchi, suggeriscono che il fenomeno dovrebbe essere guardato molto più da vicino.
Se le formazioni sono degli avvertimenti, messaggi di saluto o scarabocchi astratti resta da vedere. Mentre i Crop Circle stupiscono e frustrano in egual misura con la loro straordinaria bellezza, non c’è dubbio che continueranno a creare ulteriori polemiche. Anche all’interno della comunità di ricerca è tutt’ora in corso un intenso dibattito che spesso sfocia in disaccordi di vedute. 

14 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati