Una segreta Flotta Spaziale in difesa della Terra

In realtà, dal momento che alla fine del 1980, gli Stati Uniti si era unito con una manciata di altre nazioni per creare una segreta flotta spaziale internazionale, il suo programma, nome in codice “Solar Warden”, era cresciuto a 45 piccole “navi da ricognizione” a forma di disco e otto astronavi a forma di sigaro [ciascuna delle quali più lunghe di due campi di calcio]. 

La flotta spaziale del progetto Solar Warden era gestita dalla Divisione Space Operations Naval Warfare Systems Command, con sede sulla costa atlantica e strutturata con: 
SNWSC-SO aveva circa 300 persone sulla Terra e nello spazio. 
SNWSC-SO funzionava come una parte della Central Security Service delle Nazioni Unite.  Le astronavi del Solar Warden Space Fleet erano gestite da Naval Space Cadre mentre lo Space Marine aveva quadri dirigenti, la cui formazione aveva guadagnato il prestigioso 6206-P Space Operations una designazione di specialità, rilasciata dopo che i cadetti si erano diplomati alla Naval Postgraduate School di Monterey, California, con un Master of Science in Space Systems Operations. A questo programma i quadri dirigenti e i marines dei paesi membri si avvalevano di uomini e donne ufficiali. 
Questa missione spaziale di sicurezza era duplice. Una parte della missione dello Space Fleet era quella di impedire ai paesi canaglia o gruppi terroristici di utilizzare lo spazio dal quale condurre la guerra contro altri paesi o provocare incendi dallo spazio su obiettivi legati alla Terra. 
Star Nations un organizzazione di civiltà intelligenti avanzate nella nostra galassia aveva ammonito chiaramente che lo spazio deve essere utilizzato solo per scopi pacifici. Una seconda parte della missione dello Space Fleet della Terra era quello di impedire al gruppo di controllo globale élite rogue la Cabala di utilizzare i propri sistemi di armi orbitali, comprese le armi a raggi ad energia diretta, per intimidire o attaccare chiunque o qualsiasi gruppo, al fine di piegarli alla loro volontà. Poiché la flotta spaziale aveva il compito di essere il gendarme dello spazio all’interno del nostro sistema solare, il suo programma è stato chiamato Solar Warden.  
La flotta spaziale operava sotto l’autorità concessa da una segreta Risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.  La componente degli Stati Uniti era così altamente classificata che quando il britannico Gary McKinnon aveva hackerato i computer dell’US Space Command diversi anni fa venendo a conoscenza dell’esistenza di “agenti non terrestri” e di trasferimenti da flotta a flotta attraverso un programma segreto chiamato “Solar Warden “, fu incaricato dal Dipartimento di Giustizia di Bush di aver commesso la più grande violazione informatica di tutti i tempi. Le funzioni del programma Solar Warden aveva avuto l’approvazione dell’organizzazione Star Nations la cui politica era che i cittadini di un pianeta hanno la responsabilità di elaborare il funzionamento e la regolamentazione delle loro società come meglio possono.
Per timore che qualcuno possa pensare che il programma Solar Warden era solo frutto della fantasia, un importante conferma di questa informazione si trova nella National Defense Authorization Act per l’anno 2012.  La sezione 912 della Difesa fa riferimento all’acquisto e la presa in consegna dei “veicoli spaziali”.  (Relativa sezione 912 di seguito riprodotta *.) 
ULTERIORI INFORMAZIONI  ‘ISPETTORI SOLARI’: 
Il progetto “Solar Warden “.
I veicoli della flotta spaziale sono stati costruiti attraverso appaltatori aerospaziali internazionali e finanziati tramite i bilanci in “Nero “, con il contributo di componenti e sistemi provenienti dagli Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Italia, Austria, Russia e Australia. E mentre gli Stati Uniti ha contribuito fornendo la maggior parte del personale al progetto Solar Warden, ci sono anche alcuni membri dell’equipaggio provenienti dal Regno Unito, Italia, Canada, Russia, Austria e Australia. Inoltre, il mandato e la giurisdizione del Solar Warden  è lo spazio. Non ha la competenza giurisdizionale e non può immischiarsi negli affari umani sulla Terra, né l’attività umana che si svolge entro l’atmosfera terrestre. Queste sono le giurisdizioni dei rispettivi governi di ogni paese e lo spazio aereo sopra i loro territori.  Il mandato della flotta spaziale è quello di mantenere lo spazio tranquillo e libero da ogni abuso commesso da qualsiasi paese della Terra che cerca di svolgere nello spazio attività di guerra o illegali. Il Solar Warden non sostituisce la responsabilità dei governi della Terra che applicano la propria legge di polizia a terra o nello spazio aereo sopra i loro paesi. 
– Richard Boylan, Ph.D., Consigliere Star Nations della / per la Terra 
* NDAA 2012, SEC. 912. AUTORITA Per designare INCREMENTI O BLOCCHI DI VEICOLI SPAZIALI DI MAGGIORE sottoprogrammi oggetto di acquisizione OBBLIGHI DI SEGNALAZIONE. 
Sezione 2430a (a), (1) del titolo 10, Codice degli Stati Uniti, è modificato- 
(1) inserendo” (A)” prima” Se il Segretario della Difesa determina”; e 
(2) aggiungendo alla fine il seguente nuovo comma: 381 
† S 1867 ES 
1” (B) Se il Segretario della Difesa determina che un importante programma di acquisizione di difesa per l’acquisto di veicoli spaziali richiede la consegna di veicoli spaziali in due o più incrementi o blocchi, il segretario può designare ogni tale incremento o il blocco come sottoprogramma importante ai fini della acquisizione di notifica ai sensi del presente capitolo.”. 
 Tornando alla vicenda dell’hacker McKinnon la sua udienza pubblica comporterebbe la sua testimonianza dei  fatti classificati di cui sopra, e il suo avvocato potrebbe citare in giudizio i funzionari del governo invitandoli a testimoniare sotto giuramento in merito alla flotta spaziale della Marina. Ad oggi l’estradizione di McKinnon negli Stati Uniti è fallita.  La flotta spaziale opera sotto la  Operations Division Naval Warfare Systems Comand di (SNWSC-SO) [ex Naval Space Command] con sede sulla costa atlantica. Ci sono circa 300 persone che operano in tale impianto, il cui numero è in aumento. 
Si dice anche che il programma Solar Warden è testato e gestito da basi militari segrete, come l’Area 51 in Nevada . Molte persone in tutto il mondo vedono strani velivoli muoversi nei cieli e ai confini dello spazio i quali sfidano completamente la forza di gravità. Che sia parte del programma segreto Solar Warden, un aereo militare sperimentale o no, migliaia di persone riferiscono di vedere strani velivoli. Un secondo scopo della missione della flotta spaziale della Terra è quello di prevenire l’intervento di gruppi di controllo globale élite canaglia in grado di utilizzare sistemi di armi orbitali, tra cui armi a raggi ad energia diretta, con lo scopo di intimidire o attaccare chiunque, in modo da piegarli alla loro volontà. Il crescente numero di fonti, tra cui informatori e le testimonianze degli esperti, indicano l’esistenza di un programma spaziale antigravità altamente classificato in grado di inviare centinaia di astronauti militari nello spazio. Con il calo costante della NASA sin dal suo periodo di massimo splendore risalente alle missioni Apollo la flotta spaziale non ha nulla a che fare con la competenza e l’esperienza del personale della NASA. 
La realtà politica è che i programmi militari altamente compartimentali impediscono lo sviluppo di tecnologie antigravitazionali avanzate nel settore pubblico per l’applicazione commerciale. Queste informazioni risalgono alla confessione in punto di morte del Dr. Ben R. Rich, l’ex regista della Lockheed Skunk Works. Egli aveva dichiarato che ci sono 2 tipi di UFO; quelli che abbiamo costruito e quelli ‘ancora’ da costruire. Il governo era a conoscenza di questi programmi e fino al 1969 aveva avuto un ruolo attivo nella gestione di tali informazioni. Dopo la “purga “di Nixon nel 1969 l’amministrazione è stata gestita da un Consiglio d’Amministrazione Internazionale nel settore privato. Secondo alcune indiscrezioni tutti i progetti biomorfici aerospaziali sono stati ispirati dalla navicella di Roswell   da Kelly compreso l’SR-71 Blackbird , droni, UCAV e velivoli aerospaziali. Ben Rich riteneva che al pubblico non doveva essere detto nulla sugli UFO e gli extraterrestri. La sua opinione era che non potevano mai gestire la verità. Solo negli ultimi mesi della sua vita e declino fisico aveva iniziato a sentire che il ‘board aziendale internazionale di amministrazione’ nell’affrontare il tema degli UFO e gli extraterrestri potrebbe rappresentare un problema più grande per le libertà personali dei cittadini sotto la Costituzione degli Stati Uniti piuttosto della stessa presenza di visitatori extra-terrestri. Sembra che ci sia qualche connessione tra questa ricerca e altri fenomeni, anomalie e la tecnologia intrusiva vissuta da persone ogni giorno.
©  Fonte di riferimento

29 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati