Volo MH370: 10 altri disastri aerei avvolti nel mistero

Fonte di riferimento
La sconcertante scomparsa del volo della Malaysia Airlines rimane un fenomeno ancora un mistero insoluto ,anche se non è il primo aereo a sparire senza lasciare traccia.
I membri dell’equipaggio che hanno volato durante la missione del volo 19 nel 1945, che ha dato inizio al mito del Triangolo delle Bermuda
Dalla scomparsa dell’avventuriero Steve Fossett sopra il deserto del Nevada allo schianto del volo 990 dell’EgyptAir; qui di seguito sono riportati i 10 dei più misteriosi disastri aerei avvenuti negli ultimi 60 anni. Sicuramente il più famoso aereo scomparso nel nulla appartiene alla prima donna pilota, Ace Amelia Earhart, il cui aereo scomparve nel 1937, durante un tentativo di circumnavigare il globo insieme con il suo navigatore,il capitano Fred Noonan . 
Dopo i numerosi sforzi , le ricerche non consentirono di trovare alcuna traccia della donna ne’ del suo aereo bimotore, per cui venne dichiarata morta due anni dopo. 
La scomparsa del volo 447 dell’Air France
Quando il volo 447 dell’Air France scomparve nel 2009, l’aereo stava volando lungo la tratta Rio de Janeiro-Parigi.Occorsero cinque giorni prima che qualche relitto venisse avvistato e altri due anni per il ritrovamento delle “scatole nere” individuate  ad una profondità di circa 4.000 metri 13.000 piedi).  Nessuna delle 228 persone a bordo dell’Airbus 330 sopravvissero al disastro.  I ricercatori francesi scoprirono che l’autopilota risulto’ essere scollegato, probabilmente dopo che gli strumenti per la misurazione della velocità dell’aria si erano congelati  per via della formazione di cristalli di ghiaccio, per cui i piloti tentarono di guidare l’aereo con un angolazione elevata che risulto’ fatale. Lo stallo dell’aereo avvenne dopo aver ignorato il messaggio di pericolo emesso nella cabina di guida per quasi un minuto. L’ Air France in quell’occasione respinse tutte le accuse.
Il disastro del Volo 990 dell’EgyptAir 
Questo volo di routine partito  il 31 ottobre 1999 dall’aeroporto JFK di New York e diretto Al Cairo termino’ nell’ Atlantico, uccidendo tutte le 217 persone che si trovavano a bordo. Poiché l’incidente si era verificato in acque internazionali l’inchiesta venne affidata alle autorità egiziane.  Dopo aver chiesto inizialmente ai funzionari dell’aviazione americana di indagare per conto loro, l’Egitto annullo’ quella decisione dopo che gli Stati Uniti giunsero alla conclusione che il co-pilota egiziano Gameel el-Batouty aveva portato l’aereo verso il basso intenzionalmente. Un ex pilota dell’EgyptAir aveva suggerito un possibile movente, sostenendo che il sig el-Batouty era stato rimproverato per cattiva condotta sessuale da parte di un dirigente della società che era sul volo.
L’inchiesta egiziana, tuttavia, ha attribuito l’incidente a un guasto meccanico .
Lo schianto dello Star Dust della British South American Airways 
Nel mese di agosto 1947 un aereo di linea britannico, un Avro Lancaster di nome Star Dust, si schianto’ contro una montagna delle Ande argentine durante un volo di routine da Buenos Aires a Santiago del Cile. 
Durante le ricerche del velivolo vennero formulate diverse  teorie cospirative e ben presto si punto’ il dito contro dei presunti sabotatori e, solo dopo aver ascoltato l’ultima confusa e concitata trasmissione codificata con l’aeroporto di Santiago, si ipotizzo’ anche all’intervento degli alieni. La speculazione su quell’incidente venne finalmente messa a tacere dopo 50 anni, quando degli alpinisti individuarono i resti del relitto dell’aereo. Gli esperti  conclusero che i membri dell’equipaggio rimasero disorientati dal maltempo che gli avrebbe costretti ad iniziare la discesa troppo presto.
Il Triangolo delle Bermuda
Si racconta che nel corso dei decenni decine di navi e aerei sarebbero scomparsi senza lasciare traccia in questa vasta area triangolare che ha i suoi punti immaginari nel tratto di mare tra le Bermuda, la Florida e Puerto Rico. 
Nel 1940 due aerei della British South American Airways scomparvero nella regione, ma la ricerca condotta da un giornalista della BBC nel 2009 aveva consentito di scoprire che uno di questi aerei avrebbe subito un guasto tecnico irreversibile mentre l’altro sarebbe rimasto a corto di carburante. Il mito del Triangolo delle Bermuda, tuttavia, vive ancora nell’immaginario della gente.
La scomparsa del volo 571 dell’ Air Force Uruguaiana  
La scomparsa di un altro aereo fu provocata dalle nubi basse e dalle alte montagne prima ancora che la moderna tecnologia satellitare facesse il suo esordio.  Il volo 571 proveniva dall’ Uruguay ed era diretto a Santiago del Cile, quando improvvisamente perse quota mentre sorvolava la catena montuosa delle Ande, perdendo entrambe le ali come se fossero state tagliate dalle cime delle montagne. Delle 45 persone a bordo del volo, circa la metà sopravvisse non solo all’impatto, ma anche altri 72 giorni rimanendo bloccati sulla montagna. Alla fine, i soccorritori riuscirono a raggiungere i 16 sopravvissuti che  per sopravvivere fecero ricorso al cannibalismo. La storia dei sopravvissuti è stata riportata anche sul grande schermo nel film Alive 1993.
L’esplosione del volo 800 della TWA 
Il volo  800 della Trans World Airlines appena lasciato l’aeroporto di New York JFK poco dopo le 20:00 del 17 luglio 1996 esplose uccidendo tutte le 230 persone che si trovavano a bordo. Il pilota di un altro volo avverti’ via radio la sala controllo di Boston : “Abbiamo appena visto un’esplosione più avanti di noi a circa 16.000 piedi o qualcosa di simile.L’aereo e’ precipitato in mare.” Le successive indagini confermarono che un corto circuito elettrico avrebbe causato l’esplosione in uno dei serbatoi del carburante. Le testimonianze generarono diverse teorie del complotto che, grazie al crescente uso di internet, convinsero molti utenti della rete che l’aereo era stato abbattuto. 
Questa particolare teoria aveva guadagnato terreno dopo che Pierre Salinger, un giornalista che era stato addetto stampa del presidente Kennedy, aveva affermato che un test missilistico degli Stati Uniti aveva provocato l’esplosione dell’aereo; nonostante cio’ i suoi documenti che avvaloravano tali affermazioni vennero  rapidamente screditati.
La scomparsa del bombardiere B-24D della US Army Air Corps 
Nel mese di aprile del 1943 il bombardiere americano Lady Be Good durante la seconda guerra mondiale fu incaricato di eseguire una missione su Napoli, Italia, e non tornò mai piu’ alla sua base situata nella Libia orientale. 
Al momento si ipotizzo’ che l’aereo fosse precipitato nel Mediterraneo e il suo equipaggio di nove uomini furono considerati tutti dei ‘dispersi in azione’. Infatti, l’aereo sorvolo’ ripetutamente la sua base a causa di alcuni problemi tecnici, volando per altre due ore e inoltrandosi in profondità nel Nord Africa.
Il suo equipaggio alla fine fu paracadutato a terra e gli otto uomini che sopravvissero al lancio camminarono per quasi 100 miglia (160 chilometri) prima di soccombere al calore e alla mancanza di acqua. L’aereo venne scoperto 15 anni dopo, quando una squadra di esplorazione petrolifera britannica trovo’ il relitto nel bel mezzo del deserto. Incredibilmente,la carlinga era straordinariamente intatta e le sue mitragliatrici ancora funzionanti.
La scomparsa di Steve Fossett Bellanca a bordo del suo Super Decathlon
L’avventuriero americano Steve Fossett partì da un aeroporto privato in Nevada il 3 settembre 2007 per non essere mai più rivisto. La ricerca  del 63enne, che fu la prima persona a volare da solo in tutto il mondo senza effettuare mai rifornimento, si concluse quando il suo aereo monomotore venne trovato nel mese di ottobre 2008 dopo una massiccia caccia all’uomo che coinvolse molte agenzie, volontari, avvalendosi anche dei servizi offerti da Google Earth . Gli investigatori conclusero che i forti venti erano la probabile causa dello schianto .
La scomparsa dell’aereo privato dello stilista Missoni 
Un piccolo aereo che trasportava il direttore della casa di moda italiana Missoni scompare al largo delle coste del Venezuela nel mese di gennaio 2013. 
Vittorio Missoni e sua moglie erano tra le sei persone a bordo del volo partito dall’arcipelago di Los Roques e diretto verso Caracas quando ha perso rapidamente quota e velocità prima di sparire dai radar. L’aereo non è stato trovato fino a sei mesi dopo l’incidente quando i subacquei avevano recuperato i sei corpi , tra questi si era avuta la conferma che il signor Missoni e sua moglie erano tra di loro. Era la seconda volta che un aereo scompariva a Los Roques e la zona ora  viene soprannominata il “nuovo Triangolo delle Bermuda”.

28 Total Views 1 Views Today
Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati